Sunstone: 50 Sfumature di BDSM

6 anni fa

19 minuti

Sunstone

Febbraio è arrivato e con esso il pressoché inevitabile appuntamento commerciale che è San Valentino. A rendere la ricorrenza ancor meno gradita, quest’anno la fatidica data coinciderà con l’avvento del film di uno dei best seller più sopravvalutati del mondo: 50 Sfumature di Grigio.

Non è necessario soffermarsi ulteriormente sulla trilogia su cui si è già praticamente detto di tutto (e su cui si tornerà certamente in seguito all’uscita del film).

Criticarla è semplicissimo: la si può colpire con la certezza di far centro su qualunque fronte ma ciò che solitamente ci si dimentica di fare, dopo aver spalato critiche su critiche (seppur sacrosantissime), è proporre un’alternativa.

Sunstone è sicuramente un’accattivante, brillante ed intelligente alternativa alla trilogia di E. L. James (e magari ad una pietosa serata al cinema).

Tra le prime pagine possiamo leggere:

Dear reader, this is the story of how I met the woman of my life, that one person that compl…

WAIT, DON’T LEAVE YET! THIS BOOK HAS A LOTS OF HOT LESBIAN BONDAGE SEX!!!

Good … that got your attention, you bunch of pervs! But that’s alright, you see, I’mma let you in on a little secret: we are all a bit pervy in our own ways…”

Questa citazione riassume abbastanza bene ciò che potrete trovare in Sunstone: una storia d’amore, tra due donne, con contenuto esplicitamente BDSM e con una piacevolissima quota d’umorismo (il sesso, del resto, non andrebbe mai preso troppo sul serio).

Se questo cocktail non è ancora abbastanza per suscitare il vostro interesse, sappiate che Sunstone non è un romanzo bensì una graphic novel, una graphic novel con alle spalle una storia inusuale, interessante forse quanto il titolo stesso e dai tratti decisamente “nerd”.

I frequentatori più fedeli dei più profondi antri di Deviant Art (per chi non la conoscesse stiamo parlando di una delle più grandi – se non la più grande – community social dedicata alla condivisione di opere artistiche di vario genere postate da artisti più o meno noti) probabilmente avranno già familiarità con nicknames come Shiniez o Nebezial e conoscono già di cosa stiamo parlando. Per tutti gli altri (e per chi vuole fare un ripasso), proseguiamo un passo alla volta.

Per quanto i contenuti di Sunstone siano squisitamente NSFW, per precisazione dell’autore, Stjepan Sejic, Sunstone non è un opera pornografica ma erotica:

It’s simple ladies and gentlemen, erotica arouses the smartest, most complex part of you, your mind… also known as the greatest erogenous zone porn arouses only the simplest part of you this is one of those reasons why i love bdsm , you can give people all the visual clues, and let their mind fill in the blanks, call it visual problem solving…thats why will not get to see any explicit stuff in my strips. oh stuff of explicit nature happens… but flat our showing it is just about the lazyest way to approach it. and completely kills the imaginative aspect that it so wonderfully linked to erotic genre of course most of you at this point are realising the simple fact that erotic aspect is merely one aspect of this series… just like sexuality is merely one aspect of the human experience.

Traducendo (con la licenza poetica di un po’ di grammatica):

È semplice, signori e signore: l’erotismo eccita la più intelligente e complessa parte di noi, la mente, conosciuta anche come “la più grande zona erogena”. Il porno eccita solo la nostra parte più semplice. Questa è la ragione per la quale amo il BSDM: posso dare alle persone degli indizi visivi e lasciare che la loro mente riempia i vuoti … chiamatelo “problem solving visivo”. È per questo che non si arriva a vedere nulla di completamente esplicito nelle mie strips. Oh, e cose decisamente esplicite accadono ma sbattervele semplicemente in faccia è solo il modo più pigro di approcciare la cosa ed uccide completamente l’immaginazione, aspetto così meravigliosamente legato al genere erotico. A questo punto la maggior parte di voi sta realizzando un semplice fatto, che quello erotico non è altro che uno degli aspetti di questa serie, così come la sessualità non è altro che un solo aspetto esperienza umana.

Questo non è l’unico motivo che rende il racconto “intelligente”.

Viviamo un momento storico particolare dove le minoranze e le categorie che vengono ingiustamente discriminate stanno iniziando a far sentire la propria voce (sfortunatamente non senza eccessi – ma l’ipocrisia e soprattutto gli estremismi sono da condannare sempre a prescindere dall’idea che ci sia dietro).

Va da se che scegliere la strada della storia erotica tra lesbiche sia decisamente ambiziosa poiché ci vuole davvero un attimo, un minimo errore, per scadere nei cliché e passare per “quello che vuole sfruttare l’immaginario collettivo delle lesbiche zozze per fare facili views”.

Ally e Lisa, le nostre protagoniste, risultano invece dei personaggi inattaccabili anche solo per un unico, semplice, ma imprescindibile dettaglio: sono realistiche.

Stjepan non ci disegna due procaci pornoattrici finte ma due ragazze proporzionate (ma non per questo meno gradevoli alla vista :3), moderne e con una personalità descritta in maniera attenta e profonda, personaggi a cui ci si affeziona facilmente e con cui è semplice empatizzare e, perché no, riconoscersi.

 

Sunstone_group

 

Ognuno di noi, del resto, è stato chiamato (e se non lo è stato, lo sarà) almeno una volta a dover fare i conti con le proprie fantasie, i propri desideri nascosti, i piccoli “feticismi inconfessabili” e si è trovato di fronte all’imbarazzo nel cercare di condividerli con il partner o addirittura di fronte alla difficoltà di trovare qualcuno in grado di comprendere le proprie tendenze.

Sunstone inizia proprio con una situazione del genere: le due ragazze non si conoscono ma sono entrambe attratte, sebbene in modo diverso, dal feticismo delle corde o più genericamente dalle pratiche BDSM (per i pochi per cui l’acronimo fosse ancora un mistero si parla di Bondage, Disciplina/Dominazione, Sadismo, Masochismo), hanno avuto modo, nel tempo, di imparare a conoscere la propria sessualità e di esplorare i propri corpi e desideri non trovando, tuttavia, il modo di condividere la loro curiosità … se non con il proprio computer (if you know what I mean)!

Le ragazze si incontreranno per la prima volta in un luogo “sicuro”, un sito di racconti BDSM dove, protette da nick e avatar, cominceranno a conoscersi ma soprattutto a costruire insieme e condividere fantasie erotiche via chat.

La sintonia diventerà tale che le ragazze, per altro non dichiaratamente omosessuali, decideranno di incontrarsi “nel mondo reale”. Da questo momento in poi inizia la storia principale nella quale accompagneremo le ragazze nella scoperta reciproca e nella messa in pratica delle loro fantasie con tanto di insicurezze, fraintendimenti, momenti genuinamente divertenti e molto altro ancora.

La marcia in più della storia è data anche dalla scelta del punto di vista narrativo, quello di Lisa, che fa la scrittrice e ci racconta della sua esperienza. Questo permette l’autore di presentare argomenti più o meno spinosi da un punto di vista attraverso cui ogni cosa appare naturale, umana e genuinamente maliziosa.

La capacità che Stjepan Sejic ha nel fare questo ha dell’incredibile: riesce con una naturalezza disarmante a descrivere ogni situazione senza far percepire al lettore che dietro debba esserci necessariamente qualcosa di sbagliato, di compromettente, di imbarazzante o, ancor peggio, di malato e lo fa senza risultare mai volgare.

Behind all pretense, we are all sexual nerds.

Da questo punto di vista lo si potrebbe definire, con i limiti del caso, quasi un racconto “educativo” in quanto permette anche al lettore non attratto dalle pratiche bondage, di curiosare senza vergogna e questo aiuto tantissimo a superare quel gradino fastidioso (che spesso risulta essere una montagna) rappresentato dai pregiudizi che aleggiano su determinate pratiche e spesso sul sesso in generale.

We are nerds and we like to make up names for shit. That is what BDSM people are… behind all pretense. Sexual nerds. We play roles…”

shiniez kissTrad: siamo nerd, ci piace dare nomi alle cose. Alla fine, al di là della finzione, è questo ciò che le persone che praticano BDSM sono. Nerd del sesso. Interpretiamo dei ruoli …

Questo è un concetto chiave importante che può essere applicato anche più generalmente al sesso che, al di là di ogni stigmatizzazione, dovrebbe essere vissuto con la leggerezza di un gioco che si fa in due (o più :D), di scoperta e di sperimentazione, un momento di reciproco piacere.

Trovare modi per rendere il gioco più piccante fa parte del gioco stesso. Lo sappiamo bene, siamo giocatori di ruolo, moddiamo i videogiochi… insomma, siamo nerd. E non ci vergogniamo di esserlo.

Non aggiungerò altri dettagli sulla trama o sui personaggi perché rischierebbero di essere degli imperdonabili spoiler.

Posso tuttavia assicurarvi che sia la storia che i personaggi (anche i secondari!) sono molto curati e hanno tanto da raccontare e non avete davvero nessuna scusa per tirarvi indietro perché, perdonate se ho omesso questo dettaglio fino ad ora, il fumetto è interamente disponibile online … gratuitamente. Già. E naturalmente c’è una motivazione anche per questo.

Come già accennato, la storia della nascita di Sunstone è piuttosto peculiare e, per scoprirla, bisogna scavare nel passato dell’autore.

Stjepan Sejic è un disegnatore croato che vanta, oltre ai tuoi titoli originali come Sunstone e Death Vigil, collaborazioni con la Marvel e la Dynamite (insomma, non l’ultimo dei nabbi).

Più conosciuti sono probabilmente i lavori pubblicati per Top Cow/Image Comics come la serie di Witchblade, Aphrodite IX, the Darkness e Ravine.

Arrivato ad un certo punto della sua carriera Stjepan attraversa un momento di scoramento. In un intervista (di cui vi lascio il link) dichiara:

Per circa sei sette anni ho lavorato nell’industria dei comics e durante questo periodo producevo comics mensilmente. Ora, non ha importanza quanto si ami ciò che si fa, ripetetelo abbastanza e parte del vostro entusiasmo finirà per morire. Così circa un anno fa (l’intervista è del 2012 nda) ho avuto un crollo artistico. Il problema era nel fatto che stavo disegnando storie di qualcun altro.”

Un giorno, mentre si trova seduto sulla poltrona cercando di capire come riattizzare il fuoco dell’ispirazione, comincia a ripensare a come si sentiva quando ha cominciato, quando era ancora un professionista signor nessuno e si affacciava pieno di speranze al mercato dell’industria del comics.

Col passare del tempo la speranza di sfondare si affievolisce sempre di più fin quando non gli viene proposto un incarico pagato, probabilmente uno di quegli step beceri a cui molti talenti emergenti sono stati sottoposti prima di farsi un nome: il supplizio del pornazzo.

Gli propongono quindi di disegnare questo fumetto porno: storia molto elementare, niente fronzoli, niente zuccheri aggiunti. Eppure è felice: può finalmente disegnare un fumetto … ed essere pagato! Da quel momento in poi i pianeti si sono magicamente allineati ed ha iniziato a disegnare come un dannato, ingaggio dopo ingaggio … fino ad esaurirsi.

Nella versione cartacea del volume ci sono delle pagine bonus dove è l’autore stesso a confidarsi con i lettori raccontando la sua storia:

qualcosa doveva cambiare. Dovevo trovare la scintilla che, a quel tempo, avevo decisamente perso. Ho cominciato a lasciarmi andare ai ricordi di quelle grandi esplosioni d’ispirazione e grinta che avevo sperimentato in passato. Ed a quel punto l’ho ricordato. Il momento più eccitante della mia carriera. Fu poco prima che venissi assunto dalla Top Cow. Ero sulla ventina ed il mio sogno era quello di diventare un disegnatore di fumetti. Le possibilità di fare questo vivendo in Croazia erano prossime allo zero, ma il mio lavoro fu notato e mi fu chiesto di fare un fumetto fetish. Una cosa non così inusuale in Europa. Ero estasiato. Per la prima volta sarei stato in grado di aiutare la mia famiglia facendo qualcosa che amo. […] Disegnai più di trenta pagine sample e poi, quasi magicamente, arrivò l’offerta di Top Cow. Dovevo fare una scelta. E fu una scelta che di cui non mi sono m ai pentito. Ma c’è una cosa che mi rimase impressa di quelle pagine sample … erano espressive! C’era così tanta energia in quelle pagine … energia che era andata perduta nel tempo a causa del tentativo di emulare il lavoro di altre persone. Allora ho alzato le spalle e ho detto “fanculo!”, mi sono girata verso Linda (moglie di Stjepan nda) e le ho raccontato della mia idea … avrei aperto un account alternativo su Deviant Art per postare semplicemente disegni di pin – up fetish, battute semplici, cagate di questo tipo. Niente di serio. Qualcosa per fuggire dalla ripetitività giornaliera. L’idea era semplice. Avrei creato quest’account e l’avrei osservato crescere sui propri piedi. Non l’avrei promosso con il mio account ufficiale. Per me è stato come creare un nuovo personaggio in un MMO. Ovviamente, se vogliamo continuare ad usare l’MMO come metafora per il mio nuovo account, diciamo che ho scelto anche la classe più sbilanciata e OP – cosa che ha aiutato a livellare l’account con una rapidità notevole. In questo caso, immagini erotiche fetish.

Con il tempo Stjepan comincia ad utilizzare una gamma di pin – up sempre più ristretta ed è a questo punto che interviene la magia del web: gli utenti cominciano a commentare le immagini, notano la somiglianza dei soggetti e si chiedono (e soprattutto chiedono) se questi personaggi abbiano un nome.

Se avete mai creato un personaggio di D&D (ma anche di un qualsiasi GDR) e se siete abbastanza fanatici, vi sarà sicuramente capitato, dopo aver compilato la scheda, di farvi qualche domanda per inquadrare il vostro pg. Come è arrivato dov’è? Da dove viene? Qual è la sua indole? Quali sono i suoi obiettivi?

L’interesse dei followers ha risvegliato la fantasia da narratore di Stjepan:

dannati personaggi, volevano parlare! È stata colpa mia in realtà. Ero pazzo abbastanza di ridisegnare gli stessi personaggi. E dopo un po’… beh … Sunstone. E attraverso di esso sono cambiato. Questo è dove tutto ha avuto inizio. La narrazione sottile del linguaggio del corpo e delle espressioni del viso. Cose che non troppo tempo fa mi erano completamente estranee, tutte riunite in un solo posto.

In questo processo di redenzione artistica l’autore è stato affiancato dalla moglie, Linda Luksic, che ha contribuito attivamente alla nascita e alla crescita di Sunstone sia come colorista (svariate tavole presenti su Deviant Art sono state colorate da lei) che come “consulente”.

I suoi preziosi consigli sulla psicologia femminile hanno permesso alle protagoniste di Sunstone di mantenere la loro insita credibilità. Anche lei ha due account su Deviant Art, calisto-lynn per i disegni e Sigeel per il suo fumetto on line: Bloodstain.

 

 

Fun Fact 1

Bloodstein e Sunstone non solo sono in continuità narrativa ma, in determinati momenti, finiscono per intrecciarsi tra di loro. Ad esempio i protagonisti di Bloodstain, Elly e Vlad, sono i guild master di Ally, che, oltre ad essere la dom protagonista di Sunstone è anche un’appassionata gamer (drogata di MMO)!

 

Sunstone gaming

 

Tornando a noi, i personaggi nati da queste immagini random cominciano a prendere forma ed iniziano ad uscire le prime strisce complete con abbozzi di storie, battute, etc. In tutto questo, ovviamente, i followers di Shiniez (l’account fake) ignorano ancora che dietro all’account ci sia Nebezial (l’account ufficiale).

 

 

Fun Fact 2

Gli osservatori più attenti iniziano a notare una certa somiglianza tra gli stili dei due account e comincia la fase di stalking. Shiniez decide di portare avanti la farsa ancora per un po’ trollando i suoi followers con risposte indubbiamente vere ed assolutamente divertenti come:

  • Nebezial mi ha insegnato tutto quello che so!
  • Siamo molto vicini, lavoriamo insieme!
  • (la preferita dell’autore) Nebezial produce un fumetto mensile per Top Cow, disegna anche Ravine. Fa un sacco di cover ogni mese, fan art, immagini stupide e design per i videogame. Pensate veramente che avrebbe tempo per dedicarsi anche a tutto questo?

Naturalmente pian piano la storia di Sunston ha iniziato a diventare complessa ed è diventata quella che conosciamo. L’uscita delle pagine era, naturalmente, randomica ma, contrariamente a quanto ci si aspettava, ha avuto un seguito sempre maggiore al punto che, ad un certo punto, Stjepan ha deciso di fare il suo “coming out” e di rivelare ufficialmente quello che infondo avevano capito un po’ tutti. Teniamo presente che tutta questa storia è da spalmare in un periodo di tempo che va dal 2011 a oggi.

Un po’ di tempo dopo la caduta del velo che divideva Shiniez da Nebezial, vista la quantità di pubblico raggiunto, Stjepan annuncia la pubblicazione del primo volume di Sunstone (la cui uscita ufficiale data 24 dicembre 2014, lol).

I preorder vanno alla grande ed i primi due volumi spiazzano ogni concorrenza guadagnandosi il primo e secondo posto della classifica di Amazon per la sezione “romance graphic novels”. Successo notevole per un comic book nato online, disponibile online gratuitamente.

 

 

Forse è proprio questo ciò che di più affascinante ha Sunstone. Una storia nata per caso dal momento di sfogo di un autore sotto falso nick che, supportato dalla curiosità dei suoi followers, ritrova la passione per il suo lavoro. È questo che intendevo quando ho definito la storia dietro a Sunstone “una storia nerd”.

Visto il successo, anche gli altri capitoli saranno pubblicati in formato cartaceo ma, per rispetto a come è nato il progetto, tutte le pagine continueranno ad essere pubblicate gratuitamente su DeviantArt.

Sunstone non si rivela solo una storia piacevole da leggere ma ha dato modo alla community di aprire numerose discussioni sulla natura del fetish e sulle piccole perversioni umane. Discussioni nate non solo tra gli utenti ma anche tra gli utenti e l’autore, che si è sempre dimostrato molto disponibile al confronto diretto.

Particolarmente interessante un pezzo scritto (all’inizio del 2012) sul journal di DeviantArt dall’autore che, di fronte ad un pubblico abbastanza elevato e per tanto diversificato, ha ritenuto opportuno mettere i puntini sulle “i” su determinate questioni, in particolare sulla sua posizione in materia di fetish.

Sunstone gagUna delle cose che gli è stata ripetutamente fatta notare è il fatto che tenda a trattare solo determinate “forme” di BDSM, tralasciandone molte altre e lui ha tenuto a precisare che è ben al corrente dell’esistenza di altre forme di BDSM e di pratiche ad esso correlato ma che, tanto per cominciare, sono talmente tante che sarebbe impossibile esplorarle tutte o quanto meno tutte, subito.

L’interesse principale dell’autore resta quello di seguire un continuum narrativo sensato: se la storia inizia con delle ragazze alla loro prima esperienza non avrebbe senso vederle subito immerse in una storia di 25/7 hardcore bondage, tanto per fare un esempio.

Per altro sottolinea anche l’importanza di conoscere bene e possibilmente di aver sperimentato ciò di cui si scrive: se si deve guidare il lettore alla scoperta di un mondo, il minimo che si possa fare e non improvvisare.

Detto questo, Stjepan tiene a precisare che non giudica assolutamente i gusti di nessuno: è giusto che ognuno faccia le sue scelte così com’è giusto avere opinioni diverse ed esprimerle. Naturalmente nel suo progetto traspare quella che è la sua idea di BDSM: l’idea che si tratti di un divertissement per persone “intelligenti” ma soprattutto bilanciate.

Vedete, il fatto è questo, BDSM è parte della mia vita MA!!! Non costituisce tutta la mia vita. È questo che intendo quando parlo di BSDM delle persone equilibrate. La sessualità, per quanto sia una parte tanto grande quanto importante della nostra vita, è giusto questo, una PARTE della nostra vita. C’è tanto di più nella vita e le persone bilanciate lo capiscono. Quando un qualunque aspetto della vita inizia a divorare tutto il resto e a reclamare la tua personalità stessa al punto in cui si è costretti a fare compromessi e giustificare il fatto che la vita viene fagocitata dalla bestia che stai crescendo … beh! è a quel punto che, come caratteristica tipica della nostra specie, diventiamo non equilibrati. Questo succede quando un feticismo prende il controllo sulla vita e diventa una forma di dipendenza sessuale, associabile all’obesità patologica, ad essere un drogato di adrenalina, al passare a droghe sempre più forti. […]
Il mio punto di vista è questo: BDSM è un gioco per persone riflessive, un divertimento per persone intelligenti. Bisogna mantenere l’illusione, espandere i limiti della sessualità del singolo, ma bisogna sapere quando fermare il gioco. […] Il mio consiglio è, rilassatevi, divertiteti e prendete questo fumetto con un granello di sale e un pizzico di buonsenso (una spezia rara, lo so) e se avete problemi con ciò … diavolo! Probabilmente lo leggerò e risponderò XD amo le buone chiacchierate, senza senso che possano essere.
Lezione numero uno di internet: hai più probabilità di scoprire che la magia esiste che non di cambiare l’opinione di qualcuno su internet XD”.

Sfortunatamente Sunstone è attualmente disponibile solo in inglese.*

Chiudiamo il cerchio con una piccola nota negativa: sfortunatamente Sunstone è attualmente disponibile solo in inglese e alcuni dei disegni proposti su DeviantArt sembrano più degli sketch che dei disegni curati (ma questo non è necessariamente un punto a sfavore).

In compenso i disegni sulla versione cartacea sono stati riadattati e migliorati e sono stati aggiunti dei bonus (tra cui la versione a fumetti di come Sunstone è nato). L’edizione di Top Cow è soddisfacente, stampata su una buona carta e con colori brillanti e vivaci. Attualmente è possibile ordinare il primo volume e preordinare il secondo la cui uscita è prevista per maggio.

Una lettura di Sunstone con il vostro partner e la giusta atmosfera renderà certamente il vostro San Valentino più vivace ed alternativo di una serata al cinema … vi auguro quindi buona lettura (e non dimenticate di portare le corde)!

silhouette-14

P.S. Se vi state chiedendo perché “Sunstone” beh, sarebbe uno spoiler, vi toccherà andare a cercare tra le strisce di Shiniez!

*Aggiornamento: grazie a Panini Comics i volumi in formato cartaceo sono ora disponibili anche in italiano! Più dettagli qui!

 

Il Trono del Re: Undiscovered Country Vol. 2 con G. Camuncoli, L. M. Grassi
Il Trono del Re: Undiscovered Country Vol. 2 con G. Camuncoli, L. M. Grassi
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
Eddie Murphy: i 10 migliori film con il popolare attore comico
WandaVision, la spiegazione del finale
WandaVision, la spiegazione del finale
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
Il Principe cerca Figlio, la recensione: Eddie Murphy come Black Panther
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
WandaVision, la recensione dell’episodio finale: Wanda (e Visione) all along
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Fino All’Ultimo Indizio, la recensione: quando l'indagine diventa ossessione
Golden Globe 2021, tutti i vincitori
Golden Globe 2021, tutti i vincitori