SELECT GUIDE

Turismo a Praga, guida pratica

8 anni fa

37 minuti

Turismo a Praga, guida pratica

L’ho promesso, e l’ho realizzata. La guida per il turismo a Praga è qui, su Lega Nerd, in anteprima assoluta!

Per tutti quelli che sono stati in questa splendida città, sicuramente troverete qualcosa che non ho menzionato, non vogliatemene. Ho cercato di mantenerla un po’ “succinta”, e legata alla mia esperienza praghese (per lo più), e nonostante questo siamo a 7000 parole (circa).

Ho cercato di mantenerla un po’ “succinta”, e nonostante questo siamo a 7000 parole

Tuffiamoci quindi in questa esperienza, capitolo per capitolo!

 

 

 

Corone Ceche

 

Cambiare i soldi

Per cominciare bene, parliamo di dove cambiare i vostri Euro in Corone Ceche (CZK). Innanzitutto, il cambio oscilla generalmente tra 24,5 CZK per Euro e 25,5 CZK per Euro (è abbastanza stabile, questo range si applica agli ultimi due anni, più o meno). Ma dove cambiare questi soldi? Non in aeroporto, a meno che non vogliate farvi spennare, a parte un piccolo quantitativo come start-up (forse, dipende).

In primo luogo, c’è da capire dove andrete a stare, e se avete una navetta dell’albergo che viene a prendervi in aeroporto, oppure se volete recarvi in albergo in taxi (in genere più comodo del bus, ma dipende anche da quanti si è).

Generalmente (ma non prendetela come regola assoluta) i tassisti all’uscita dell’aeroporto parlano anche un inglese molto basico, dato che fanno i migliori guadagni dai turisti.

Alcuni di loro, addirittura, accettano anche pagamenti in Euro, quindi se volete viaggiare in taxi potete chiedere ai tassisti all’esterno se accettano gli Euro o meno, ma a volte i tassisti cercano di truffare un po’ gli stranieri (una truffa da tassista significa in genere che vi chiederanno 20/30 Euro per la corsa, o comunque fino a 40, potrebbe comunque non essere un grosso danno)..

Il mio consiglio personale è di cambiare una ventina di Euro in aeroporto, o di prelevarli con il Bancomat (vicino all’ufficio di cambio del terminal ci sono diverse macchinette ATM, spesso non c’è neanche da fare la coda), giusto per pagare il bus (meno comodo del taxi, ma più pratico secondo me), e poi cambiare il resto in città. La domanda è: dove?eXchange

A Praga è pieno di uffici di cambio, che cercheranno di stupirvi con effetti speciali e colori ultravivaci. Solo un ufficio di cambio vale la pena, si chiama Exchange, riconoscibile dalla scritta bianca in campo blu, con una grosa X vuota; la pagina web è qui.

Questo ufficio di cambio non prende commissioni, affidando il suo guadagno alla sola differenza dal cambio ufficiale (al momento in cui scrivo questa parte dell’articolo il cambio ufficiale è 25,528 CZK/Euro, loro vi danno 25,20 CZK/Euro, quindi conveniente anche per il turista).

L’ufficio si trova sulla Kaprova, all’incrocio con Náměstí Franze Kafky; la via collega il “lungofiume” con questa piazzetta, proprio all’imbocco di Staroměstské náměstí (piazza della città vecchia), un luogo che dovete visitare per forza, e quindi raggiungere l’ufficio di cambio è semplice. La fermata più vicina è la metro verde, Staroměstská.

Se viaggiate con il GPS, le coordinate dell’ufficio sono [50.087967; 14.418933], e potete vedere il luogo qui.

 

 

 

 

Mappa di Praga

 

I trasporti pubblici

DPPI trasporti pubblici di Praga sono tra i migliori (se non I migliori) che abbia Bus_stop_praguemai provato. L’azienda che li gestisce, la DPP (Dopravní Podnik hlavního města Prahy, Azienda Trasporti di Praga) offre un servizio eccellente, verificabile direttamente dalle fermate stesse, riconoscibili dal cartello bianco-blu con il disegno dell’autobus/tram e l’elenco dei numeri di linea passanti (vedere foto a destra), o in fermate minori da un semplice palo con il simbolo della DPP (molto raro, in genere c’è sempre il cartello completo).

Ad ogni fermata, infatti, ci sono le tabelle orarie delle linee che indicano, oltre agli orari di transito dei mezzi, anche i tempi di percorrenza.

Entrambi i dati sono incredibilmente precisi, e si può al più sgarrare di uno o due minuti al massimo, a causa di condizioni di traffico particolari, o di incidenti sulla linea. A me, personalmente, è capitato al massimo che arrivassero con due minuti di ritardo nelle fermate remote di periferia.

Io consiglio vivavemente di scaricarsi le tabelle orarie delle linee che interessano, in modo da averle sempre a portata di mano (sono disponibili in PDF a questo link, scegliete poi sulla sinistra Metro, Tramvaje, Autobusy o Noční Doprava in base al tipo di linea).

Le linee che iniziano con il numero 5 sono sempre notturne, che siano tram o autobus

La tabella oraria è abbastanza intuitiva, ma per sicurezza la spiego. A sinistra c’è l’elenco delle fermate, quella dove vi trovate è marcata in neretto sottolineato.

Il mezzo viaggia “verso il basso” nella lista, ed a sinistra di ogni fermata c’è un numero, che indica i minuti totali necessari per raggiungerla da dove vi trovate al momento (se, quindi, vedete in ordine 4, 7 e 9, non vuol dire 20 minuti per la terza, vuol dire 9 in totale).

Nella parte destra c’è una tabella con una, due, tre, o quattro colonne, corrispondenti al tipo di servizio offerto dal mezzo, ed eventualmente ai giorni della settimana. I mezzi notturni (Noční Doprava) hanno solo una colonna (il servizio funziona allo stesso modo durante tutta la settimana); per tutti gli altri le colonne possono essere Pracovní Den (giorno lavorativo), “Po-Pá” (Pondělí-Pátek, dal lunedì al venerdì), Sobota (sabato), Neděle (domenica).L’intestazione delle righe di queste tabelle mostra l’ora, e incrociando riga e colonna potete trovare i minuti a cui passano i mezzi in quell’ora.

Per questioni di praticità e volume, nei capitoli successivi indicherò i mezzi notturni con una “N” dopo il numero.

Di base è facile intuire il ruolo e la direzione generale dei mezzi di superficie. I tram utilizzano numeri ad 1 o 2 cifre (1-99, in via teorica), mentre gli autobus utilizzano numeri a tre cifre (da 100 in su). In più, qualunque mezzo il cui numero inizi con 5 (50-59 per i tram, 5## per gli autobus) indica un mezzo notturno. Ultimo particolare, per gli autobus, le prime due centinaia (1## e 2##) di numeri si riferiscono ad autobus che viaggiano nella città, mentre quelli il cui numero inizia con 3 (3##) vanno fuori città.

 

 

 

La metro

La metropolitana di Praga è formata da tre linee. La linea A (verde) che viaggia da nord-ovest a sud-est, la linea B (gialla) che viaggia da est/nord-est a sud-ovest, e la linea C (rossa) che viaggia da nord-est a sud-est. Tutte le linee passano dal centro città, con cambio nelle stazioni di Florenc (gialla con rossa), Můstek (gialla con verde) e Muzeum (rossa con verde). Queste ultime due sono ai due capi di Piazza Venceslao, in pieno centro.

Leggere il tabellone nella metropolitana: a volte ci si perde perché non si riesce a leggere correttamente il tabellone presente in piattaforma nella metro. In realtà è molto semplice da leggere, ma pare non sia così per tutti.

Metro-panel

L’immagine ci mostra il tabellone della linea verde. una stazione (in questo caso Jiřího z Poděbrad) è marcata con due frecce, rivolte a destra e sinistra. Le frecce si rivolgono in maniera diretta al lato della piattaforma che dovete scegliere per andare nell’una o nell’altra direzione.

Ad esempio, se da qui vogliamo andare a Flora, dobbiamo prendere il treno alla nostra sinistra, mentre se vogliamo andare a Můstek dobbiamo prendere il treno alla nostra destra. Le fasce di altri colori indicano la stazione in cui questa metro ne incontra un’altra.

 

 

I biglietti

Un discorso importante è quello dei biglietti. La corsa regolare (90 minuti) costa 32 CZK (1,24 Euro), e consente accesso illimitato a Tram, Autobus e Metro (nella metropolitana ci sono i.varchi dove timbrare il biglietto, e quelli dove passare con un biglietto già timbrato o con l’abbonamento).

Esiste un biglietto per corsa ridotta, a mio dire inutile, che costa 24 CZK (1 Euro) e vale 30 minuti, con lo stesso tipo di accesso.

Per i turisti, i biglietti più importanti sono il giornaliero, da 110 CZK (4,29 Euro), che dura 24 ore, ed il tre giorni, da 310 CZK (12,08 Euro), che dura 72 ore. Se la vostra sosta dura una settimana, ad esempio, la convenienza sta in 2 biglietti da 72 ore ed uno da 24 (totale 730 CZK, 28,44 Euro), invece che 7 da 24 (770 CZK, 30 Euro).

ATTENZIONE: se la vostra sosta dura più di una settimana, la convenienza sta nel sottoscrivere la tessera personale da un mese (Kupony přenosné) che costa 670 CZK (26,11 Euro). Seppur vero che non vi fermate un mese, a conti fatti vi costa poco meno di una settimana di trasporti pubblici. Certo, risparmiate anche 60 CZK sulla settimana di cui sopra, ma per questa differenza lo sbattimento di fare questa tessera non vale la pena. Per fare questa tessera, infatti, dovete recarvi negli Info Centre delle stazioni di Muzeum, Nádraží Holešovice, o Anděl (credo anche Můstek, ma non sono sicuro), e richiedere il pass. Questa tessera è anonima, e può essere trasferita ad altri, se quindi conoscete qualcuno che verrà a Praga dopo il vostro ritorno, ed entro la scadenza della tessera, potete dargliela.

 

 

I controlli

sealIl personale dell’azienda trasporti effettua saltuariamente dei controlli sui titoli di viaggio. Questo può avvenire sul mezzo in movimento, o nelle stazioni della Metro. Si faranno sempre riconoscere mostrando un sigillo o una tessera, con il simbolo dell’azienda e con un numero di 4 cifre (numero personale). La tessera mostra anche la foto. Non fatevi beccare senza biglietto; al di là che la multa varia da 400 CZK (16 Euro) a 1000 CZK (40 Euro), possono tranquillamente chiamare la polizia (che gira spesso nella Metro), la quale non è nota per le maniere dolci.

 

 

 

Cibo e bevande a Praga

 

Cibo e bevande

Quello che farò in questo capitolo è indicare alcuni dei posti (a mio dire) migliori in cui mangiare e bere, e dove possibile offrire anche il sito come riferimento. Parlerò anche di fast-food, in maniera sbrigativa, dato che a volte serve fermarsi molto brevemente per mangiare.

Nota
In Repubblica Ceca, la birra scura è considerata la birra “per femmine”; quindi non stupitevi, se siete uomini, se ordinate una scura e gli altri avventori vi guardano un po’ male (la mia maledizione, io amo le birre scure!).

A Praga, diciamocelo, si mangia e si beve bene dovunque, e si paga anche relativamente poco. Quello che spesso non si sa, è dove si può mangiare ancora meglio

Klášterní šenk

A Praga 6, nella zona chiamata Břevnov, si trova il Břevnovský klášter (il monastero di Břevnov), immerso in una zona di verde racchiusa tra una delle strade principali (Patočkova-Bělohorská), ed il dormitorio universitario di Větrníku. GPS [50.083571; 14.356411], si trova qui. Si raggiunge con i tram 22, 25 e 57N, fermata Břevnovský klášter. Il parco circostante è molto bello e tranquillo, ci si trovano a volte studenti dal dormitorio, che vengono qui a cercare un po’ di tranquillità, o persone che portano a passeggio i cani, e ci sono diverse anatre nei due laghetti.

All’interno del monastero ci sono l’albergo Adalbert (prezzi un po’ al di sopra della media, ma sulla carta offre buoni servizi, incluso il bidet, rarissimo in Repubblica Ceca), che non posso consigliare o sconsigliare non essendoci mai stato, ed il pub, dove si possono gustare piatti tradizionali Cechi e Slovacchi, e dove si può bere un’ottima birra artigianale. Nell’attesa che vi portino il cibo ordinato, i camerieri vi lasceranno una forma di pane (potrebbe essere già affettata, dipende dalla folla), e delle creme da spalmare, giusto per preparare lo stomaco.

Tutti i piatti sono di ottima qualità, le porzioni abbondanti (da diversi piatti ci mangiano due persone, e si saziano), e personalmente posso consigliare in questo locale di provare:

  • Zuppa di funghi, servita all’interno di una forma di pane scavata (59 CZK)
  • Halušky, piatto tipico slovacco, simile agli gnocchi di patate, disponibile in due versioni (formaggio e pancetta, o prosciutto e crauto bianco), entrambe ottime (135 CZK), va bene per due
  • Bramboráčků, frittatina di patate servita con carne e verdure (235 CZK), va bene per due

Il pub offre la birra prodotta artigianalmente, ed avete tre scelte:

  • Benedikt 11°, la scura, 35 CZK per 0.5 litri, o 25 CZK per 0.3 litri
  • Benedikt 20°, la “speciale”, 49 CZK per 0.5 litri, 39 CZK per 0.3 litri
  • Klášter 11°, la lager, 35 CZK per 0.5 litri, o 25 CZK per 0.3 litri

 

 

Potrefená Husa

Il pub della Staropramen, il Potrefená Husa è una catena sparsa per Praga. La qualità è elevata, e standardizzata in tutti i ristoranti. Io personalmente ho mangiato in quello di Praga 6 – Dejvicka, all’incrocio tra la Verdunská e la Terronská, GPS [50.102319; 14.398887] (qui), raggiungibile con una camminata dopo aver preso la metro verde per Dejvicka, ed in quello di Praga 4 – Pankrác, Na Pankráci 129, GPS [50.051283; 14.440386] (qui), proprio fuori dal centro commerciale Arkády Pankrác, sulla metro rossa.

Chiaramente, la birra “sovrana” qui è la Staropramen (39 CZK per 0.5 litri, 32 CZK per 0.3 litri, quindi bevete il mezzo litro!), ma vendono anche Hoegaarden, Leffe e Stella Artois.

Per il cibo, il mio consiglio ricade su:

  • Svíčková pečeně na smetaně, filetto di manzo con una salsa speciale (non ho la ricetta con me), servita con panna montata e marmellata di mirtilli (178 CZK); non fatevi ingannare dall’accostamento un po’ strano per noi italiani, è fantastica.
  • Cheeseburger, preparato con cipolla, cheddar e pancetta, e servito con patatine fritte e maionese (CZK 276), che posso solo commentare con un OMFG! Qui non parliamo di McMinchia, parliamo di un qualcosa di strabiliante.
  • Opečené brambory s cibulí, patate con cipolla (42 CZK), meglio accompagnamento non puoi chiedere.

 

 

Hybernia – Pilsner Urquell Art Restaurant

In pieno centro città, a cinque minuti dalla piazza della città vecchia, questo locale offre una buona scelta di cibi, a prezzi abbastanza contenuti. Si trova sulla Hybernska, al numero 7, GPS [50.087304; 14.431443], qui. I mezzi per raggiungerlo sono la metro gialla, i tram 5, 8, 14, 24, 26, 51N, 54N e 56N, e gli autobus 207, 505N e 511N, tutti con fermata náměstí Republiky. Alternativamente si possono prendere i tram 3, 5, 14, 24, 26, 51N, 52N, 54N, 56N e gli autobus 504N, 505N, 509N e 511N per la fermata Masarykovo nádraží. In entrambi i casi ci sarà da fare due passi.

La scelta delle birre qui è abbastanza ampia:

  • Pilsner Urquell 12°, 34 CZK per 0.3 litri, 44 CZK per 0.5 litri, 84 CZK per 1 litro
  • Gambrinus 10°, 27 CZK per 0.3 litri, 33 CZK per 0.5 litri, 61 CZK per 1 litro
  • Kozel 10°, scura, 27 CZK per 0.3 litri, 33 CZK per 0.5 litri

Per quanto riguarda le pietanze, invece, posso consigliare:

  • Gli spiedini (Špíz) da 250g, di manzo (hovězí, 290 CZK), di maiale (vepřový, 225 CZK) o di pollo (kuřecí, 215 CZK), tutti ottimi
  • Jehněčí klobásky, 150g di salsicce di agnello servite con verdure sottaceto e senape artigianale (125 CZK)

 

 

La Casa Blu

Locale latino/spagnolo in pieno centro città, sulla Kozí al numero 15, coordinate GPS [50.091127; 14.422077] (qui). La Casa Blu non è vicina ad alcuna fermata. Al di là del raggiungerla dopo aver visitato la piazza della città vecchia, l’alternativa è prendere i tram 17, 53N e 57N, o l’autobus 207 per la fermata Právnická fakulta, poi c’è da camminare. Questo locale lo consiglio per quanto riguarda l’atmosfera molto calda, ma è generalmente molto affollato e rumoroso, quindi sceglietelo con cautela. In più, non parliamo di cucina Ceca.

Qui potete mangiare tacos, burritos, nachos, quesadillas, e così via. Potrebbe essere una variante per una serata diversa, personalmente ci vado solo se ho voglia di bermi una tequila, e solo perché fa tema con il locale.

Per il menu dei cibi, vi rimando direttamente qui. La qualità è comunque buona, i prezzi abbordabili e i piatti abbondanti. Le bevande sono qui.

Io ho provato i nachos con chili e carne (138 CZK), ed ho bevuto la Tequila (che non ricordo quanto pagai). Comunque la qualità ci sta tutta.

 

 

Ambiente

Catena di ristoranti tematici, Ambiente offre una qualità estremamente elevata, anche se i prezzi non sono proprio modici. Il punto di forza della catena è nella degustace, ossia il “mangia finché puoi”, in cui si paga una quota fissa per il cibo, si pagano a parte le bevande, ed i camerieri continuano a servire fintanto che il vostro cartoncino-semaforo è sul verde.

Personalmente ho mangiato solo in Ambiente Pizza Nuova, anche se la mia ragazza mi ha garantito il parallelo qualitativo di Ambiente Brasileiro, e di cibo ne capisce.

Ambiente Pizza Nuova si trova in Praga 1 – Revoluční 1, fondamentalmente a náměstí Republiky (piazza della Repubblica), GPS [50.089487; 14.427989], qui. Il menu si basa su pasta e pizza (ed è il posto migliore per mangiare italiano a Praga), ma sono presenti anche secondi piatti di carne e pesce. La degustace costa 365 CZK per la versione Neapol, e 555 CZK per la versione Kampánie. La differenza è che la Kampánie include gli antipasti a buffet, con cui potete riempirvi il piatto tutte le volte che volete. Tenete a mente che, anche se nessuno vi dirà niente, è considerata cattiva educazione prendere una Kampánie e far usufruire tutto il tavolo degli antipasti. Il ristorante si raggiunge con la metro gialla, fermata náměstí Republiky, o con i tram 5, 8, 14, 24, 26, 51N, 54N e 56N. Anche gli autobus 207, 505N e 511N, fermano qui.

Ambiente Brasileiro ha due sedi, entrambe a Praga 1. La prima in Na Příkopě 22, GPS [50.086487; 14.427259] (qui), a metà strada tra náměstí Republiky e Můstek, entrambe sulla metro gialla, e la seconda in U Radnice 8/13, GPS [50.087423; 14.41933] (qui), a due passi dall’ufficio di cambio valuta, vicina alla metro verde, fermata Staroměstská. In Brasileiro la scelta è, al di là del menu vero e proprio, tra Salátový bufet (345 CZK), e Salátový bufet con Churrasco (665 CZK).

 

 

Café Imperial

Anche questo ristorante si trova a Praga 1, su Na Poříčí al numero 22, GPS [50.089791; 14.432817], qui. I mezzi per raggiungerlo sono la metro gialla, i tram 5, 8, 14, 24, 26, 51N, 54N e 56N, e gli autobus 207, 505N e 511N, tutti con fermata náměstí Republiky. Alternativamente si possono prendere i tram 3, 5, 14, 24, 26, 51N, 52N, 54N, 56N, e gli autobus 504N, 505N, 509N e 511N per la fermata Masarykovo nádraží. Anche qui ci sarà da camminare un po’. Interni bellissimi, servizio eccellente e qualità elevatissima sono i marchi di questo ristorante. Lo chef, Zdeněk Pohlreich, è una celebrità in Repubblica Ceca, un po’ l’equivalente locale di Gordon Ramsay, ed anche lui ha il suo reality show sui ristoranti, in cui osserva, giudica e consiglia i ristoranti che lo contattano, in modo da farli migliorare.

Qui non ho niente di specifico da consigliare, perché ogni singolo piatto che ho provato era di qualità superiore, quindi potrei solo dirvi di provare un po’ di tutto. Il menu lo trovate qui.

Posso dire che la Svíčková è eccezionale, che fanno un puré di patate che è la fine del mondo, ed in generale tutti i piatti di verdure sono stra-buoni.

Il ristorante non è economico, ma non è neanche costoso, per i prezzi cui normalmente siamo abituati in Italia.

 

 

Erhartova cukrárna

L’ultimo posto che suggerisco è una pasticceria, niente ristorante questa volta. A Praga 7, sulla Milady Horákové, al numero 56, GPS [50.100012; 14.425457], qui. La pasticceria migliore di Praga, in assoluto, mano sul fuoco. TUTTO qui è ottimo, ovviamente in base ai gusti personali ci sono cose che possono o non possono piacere; unica pecca, l’espresso, fatto alla francese invece che all’italiana, ma non possiamo avere tutto, no? Per la colazione non c’è di meglio, secondo me. Apre alle 10 di mattina, quindi vi potete svegliare con calma. Ci si arriva con i tram 1, 5, 8, 12, 17, 25 e 26 (non elenco i notturni perché a quell’ora è chiuso), fermata Letenské náměstí. Da lì sono 100 metri più o meno.

 

 

I fast food

A Praga sono numerosissimi, in particolare McDonald’s, KFC (notevole per il free refill delle bibite) e Burger King. A ruota seguono Costa Caffé, Starbucks, Express Sandwich, Subway (ottimi panini, enormi, costosi ma non troppo), Paneria, Pizza Factory, Nordsee (a base di pesce), Sbarro, BILBO šmak (si, si chiama così, ma l’insegna vi mostra solo šmak), Bageterie Boulevard (ottimi panini, non troppo costosi), Safir (libanese), ed altri. La qualità è da fast food, alcuni un po’ più elevati (BB, Subway). Per pasti rapidi e senza pretese vanno bene.

 

 

 

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Lo shopping

Delusione per le donzelle, lo shopping a Praga non è diverso dallo shopping in Italia.

Lo Shopping a Praga non è diverso dallo shopping in Italia

I negozi sono tutti franchise dei diversi marchi, ed i marchi sono gli stessi che trovate in Italia, come Next, Intimissimi, Zara, New Yorker, H&M, Desigual, Mango, Original Marines, e chi più ne ha, più ne metta. Una nota va però fatta a parte per F&F, il marchio abbigliamento della Tesco, e per Marks & Spencer (M&S), la catena inglese.

Entrambi hanno, infatti, i loro negozi nella capitale Ceca, e sono diffusi un po’ dappertutto. I prezzi dei vari brand sono in genere gli stessi italiani (a volte c’è qualche differenza, ma non eccessiva), però in F&F e M&S si possono trovare diversi articoli interessanti a prezzi abbastanza contenuti. M&S vende anche cibarie, di ottima qualità, ma un po’ al di sopra della media come prezzi.

In centro è pieno di negozi, soprattutto nella zona di Václavské náměstí (piazza Venceslao), metro gialla Můstek o metro verde Můstek o Muzeum. Il top però lo si raggiunge recandosi nei centri commerciali, dove i vari brand sono racchiusi in uno spazio più ridotto, ed i vostri partner possono sfogare la rottura di palle svagarsi visitando negozi di elettronica o videogiochi o anche prendendosi un drink.

I centri commerciali migliori di Praga sono:

  • Palladium, 5 piani all’interno di un palazzo dell’800, a náměstí Republiky. L’ultimo piano è tutto dedicato alla ristorazione, con fast-food (KFC, BK, MCD, Santa Fe, ed altri) e ristoranti (Chanchala, indiano; La piazzetta, pizzeria; El Emir, libanese, giusto per citarne alcuni). Il supermercato qui è Albert, nel seminterrato. Il centro commerciale ha un’accesso diretto alla metropolitana, linea gialla. I mezzi per raggiungerlo sono i tram 5, 8, 14, 24, 26, 51N, 54N e 56N, e gli autobus 207, 505N e 511N, tutti con fermata náměstí Republiky. Gli autobus e tram fermano davanti all’ingresso laterale. La sera l’accesso è consentito solo per l’ultimo piano, dove c’è un casino (ed i ristoranti).
  • Nový Smíchov, 3 piani in struttura nuova, vicino alla stazione della metro gialla Anděl. Il centro è raggiungibile anche con i tram 4, 6, 7, 9, 10, 12, 14, 16, 20, 54N, 58N, 59N, e con gli autobus 167, 191, 501N, 508N, tutti alla fermata Anděl. Le coordinate GPS sono [50.071967; 14.402593], si trova qui. Oltre ai negozi ed alla ristorazione (secondo piano, oltre al MCD c’è Sbarro, c’è il fast-food greco, quello libanese, ristorante greco ed argentino, cinesi vari ed anche il vegano), ci sono anche pista da bowling, sala biliardi, internet café (dove è possibile anche giocare videogiochi!) e cinema (motivo per cui ho messo i tram notturni). Il supermercato qui è Tesco.
  • Letňany, ad 1.5 km dall’omonima fermata della metro rossa, e con essa collegata attraverso gli autobus 110, 140, 195, 201, 269, 351, 365, 511N, fermate Tupolevova (anche il bus 377) o Fryčovická (anche il bus 295). Coordinate GPS [50.136631; 14.500902], si trova qui. Anche qui abbiamo il cinema, abbiamo Sbarro, cinesi, indiani, BK, KFC. Il supermercato qui è Tesco. Cosa importantissima, il supermercato (non la galleria, sfortunatamente) qui è aperto 24 ore su 24!
  • Arkády Pankrác, sulla metro rossa fermata Pankrác. Raggiungibile anche con gli autobus 188, 193, 505N, 510N, fermata Pankrác. Le indicazioni GPS le trovate dal Potrefená Husa nel capitolo tre. Tre piani di centro commerciale, ristorazioni varie (consiglio di andare a mangiare all’Husa fuori, ma comunque valgono anche Bageterie Boulevard e il ristorante della catena Corleone), eccezionale la gelateria Gelatí al secondo piano, con una scelta abnorme a disposizione, ed incredibilmente buoni (spettacolari i gelati a forma di spaghetti, lasagne, uova, e così via). il supermercato qui è Interspar.
  • Chodov, sulla metro rossa all’omonima fermata, alle coordinate GPS [50.031541; 14.490908], qui. Ci si arriva anche con gli autobus 115, 135, 154, 135, 177, 197, fermata Chodov. Oltre ad una vasta gamma di negozi, incluso il Sony Center, offre nell’ambito ristorazione diversi fast food, un ristorante della catena Potrefená Husa, il ristorante Kobe (bistecche, griglia e sushi, presente anche in piazza Venceslao), ed il ristorante pizzeria Detaillo, molto buono.

Esiste poi tutta una serie di supermercati (Tesco Express, Billa, Interspar, Albert) sparsi per tutta Praga, dove poter fare acquisti di beni di prima necessità, così come in zone più periferiche si possono trovare Lidl, Kaufland, Penny Market e Globus.

I Potraviny non stop vi forniscono l’essenziale per la sopravvivenza, 24 ore su 24, con solo un minimo costo aggiuntivo

Un discorso a parte va fatto per i Potraviny (letteralmente “alimentari”), aperti 24 ore su 24, utili per sfogare la fame dopo aver ballato in discoteca. In questi negozi, gestiti dai vietnamiti, si trovano principalmente: cioccolata di ogni genere e forma, patatine di ogni genere e forma, bibite, succhi di frutta, alcohol in quantità industriali. I più grandi vendono anche frutta, salumi, ed altro. Sono normalmente lievemente più costosi di un supermercato, ma parliamo di due o tre CZK in più, in genere.

 

 

 

 

Praga

 

Cosa visitare

Ovviamente qui entriamo in un ambito molto soggettivo. Ciò che piace a me potrebbe non piacere a voi, ma cercherò di stilare una lista delle cose più interessanti, cercando di essere neutrale.

Soprattutto, cercherò di andare per distretti, in modo da raccogliere i posti da vedere in una determinata area.

Descrivere tutto ciò che c’è da vedere a Praga è impossibile. Solo il lato architettonico richiede almeno un trimestre per essere esplorato, ed altrettanto per essere descritto

Distretti di Praga

 

Praga 1 (Hradčany, Malá Strana, Staré Město, Josefov)

Praga 1 include la maggior parte del centro storico medievale. Composto da Hradčany (l’area del castello), Malá Strana (il lato piccolo), Staré Město (la città vecchia) e Josefov (il quartiere ebraico).

Il castello di Praga è il più grande del mondo

Il castello di Praga (Pražský hrad) con la cattedrale di San Vito (Katedrála svatého Víta), situati in cima ad una delle colline di Praga, da un punto in cui si domina la città vecchia, il castello di Praga è la residenza ufficiale del Presidente della Repubblica Ceca. Secondo il Guinness of World Records, il castello di Praga è il più grande castello antico al mondo.

Al suo interno c’è anche il museo dei giocattoli (nerdata totale!), ed al suo fianco ci sono i giardini reali, dove nella bella stagione è possibile ammirare gli uccelli rapaci all’esterno della struttura loro dedicata (per 100 CZK potete anche prenderne uno sul braccio, con l’opportuno guanto da falconiere, per farvi la foto da figo).

Il castello si trova qui, ed ha due ingressi principali, GPS [50.091079; 14.39871] (qui), e GPS [50.089716; 14.398237] (qui).

L’ingresso ovest, che sarebbe la vera porta principale, è raggiungibile solo a piedi, quindi non vi sto a spiegare come. Per raggiungere il castello, accedete dalla porta nord, la secondaria, cui arrivate con il tram 22, fermata Pražský hrad.

La metro verde ha una stazione chiamata Hradčanská, ma in realtà è distante, e vi aspetterebbe una lunga camminata in salita.

mosthrad

Il ponte Carlo (Karlův most), che unisce Malá Strana e Staré Město, è semplicemente meraviglioso. Ponte gotico, costituito da 16 archi, ed abbellito da 30 statue, per lo più barocche, di giorno è incredibilmente trafficato dai turisti, ma la sera si trasforma in un luogo magico, calmo e silenzioso.

Il ponte si trova qui, alle coordinate [50.086508; 14.411552]. Curiosità: il ponte fu voluto da Carlo IV, Re di Bohemia e Sacro Romano Imperatore, e secondo la leggenda fu lui a posare la prima pietra, il 9 luglio del 1357, alle 5:31 del mattino, in quanto data e ora formano un ponte numerico (1357 9 7 5 31), e Carlo IV era affascinato dalla numerologia.

Il museo di Kafka, coordinate [50.088359; 14.410109] (qui), è raggiungibile con una camminata dal ponte Carlo, oppure dalla fermata Malostranská dei tram 8, 12, 17, 18, 20, 22, 53N, 57N.

starometske

Piazza della città vecchia (Staroměstské náměstí), è situata nel cuore di Staré Město, alle coordinate [50.08754; 14.420886] (qui). Luogo di fiera in occasione delle festività (Natale, Pasqua, Festival di Primavera, ogni occasione è buona!), la piazza è sede del monumento a Jan Hus, e della torre dell’orologio astronomico (Pražský orloj). Si raggiunge con una breve camminata da piazza Venceslao, da piazza della Repubblica, e dalla stazione della metro verde Staroměstská.

astroclock

Qui è pieno di locali, ma sono tutti “trappole per turisti”; a voi sembrerà di pagar poco, ma costano più della norma per Praga, ed in questi posti la qualità è (imho) minore.

La piazza è sede anche della chiesa barocca di San Nicola (Kostel svatého Mikuláše), e della chiesa gotica di Santa Maria di Týn (Kostel Matky Boží před Týnem o semplicemente Týnský Chrám).

Il vecchio cimitero ebraico a Josefov, GPS [50.089688; 14.417185] (qui). Lo si raggiunge con una breve camminata dopo aver preso l’autobus 207, fermate Staroměstská o Právnická fakulta, oppure i tram 17, 53N, 57N fermata Právnická fakulta, o alternativamente anche dalla metro verde Staroměstská.

La collina di Petřin, GPS [50.08288; 14.394901] (qui), è a mio dire uno dei posti più incantevoli di Praga. I giardini sono molto belli, soprattutto in primavera con la fioritura, e nel parco ci sono anche la torre d’osservazione (Petřínská rozhledna, da cui si gode di una vista meravigliosa), l’osservatorio astronomico di Štefánik (Štefánikova hvězdárna), ed il labirinto degli specchi (Maze Bludiste Na Petríne). Per raggiungere Petřin, bisogna prendere la teleferica dalla base della collina (qui), oppore farsi una lunga camminata in salita. Per raggiungere la stazione della teleferica, bisogna scendere alla fermata Újezd dei tram 6, 9, 12, 20, 22, 57N, 58N, 59N. Alla base della collina è presente anche il monumento alle vittime del comunismo.

 

 

Praga 2 (Nové Město, Vinohrady, Vyšehrad)

Piazza Venceslao, la piazza più nota di Praga, si trova alle coordinate GPS [50.082315; 14.426186], qui. Raggiungibile con metro gialla Můstek, metro rossa Muzeum, o metro verde Můstek o Muzeum. Qui ci trovate passeggio, negozi, casino, ristoranti, tutto, insomma.

Vaclavske

Il museo nazionale, che si trova alla fine di piazza Venceslao, GPS [50.079382; 14.43037] (qui), va visto, non posso aggiungere altro. Il palazzo principale è in restauro (è disponibile un virtual tour online, non so come sia), comunque c’è tanta roba da vedere, e spesso fanno esposizioni tematiche a breve termine. La metro verde e quella rossa hanno entrambe la stazione Muzeum.

Mucha

Il teatro nazionale (Národní divadlo), composto da due edifici, vecchio e nuovo, si trova sulla via Nazionale (Národní), alle coordinate [50.080993; 14.41388], qui. Raggiungibile con i tram 6, 9, 17, 18, 22, 53N, 57N, 58N, 59N, fermata Národní divadlo. Chiaramente gli spettacoli teatrali sono in Ceco, mentre la lirica è nella lingua prevista dal libretto.

La Dancing House, alla fermata Jiráskovo náměstí degli autobus 176 e 510N, GPS [50.075602; 14.413912] (qui), è un capolavoro di architettura moderna, realizzato dagli architetti Vlado Milunić (ceco-croato) e Frank Gehry (americo-canadese). Non so se il palazzo sia visitabile o meno, con certezza so che c’è il ristorante francese Celeste, in cima. I due palazzi furono soprannominati da Gehry “Fred e Ginger”, in quanto rappresentano una coppia che balla.

Il museo di Mucha, dedicato ad Alfons Mucha, artista Art Noveau famoso in tutto il mondo. Il suo stile caratteristico è stato negli anni imitato da diverse persone, inclusi i mangaka Naoko Takeuchi (Sailormoon) e Masakazu Katsura (Video Girl Ai). Il museo si trova alle coordinate GPS [50.084367; 14.427291], qui. Raggiungibile con una breve camminata da piazza Venceslao.

Il castello di Višehrad, GPS [50.061678; 14.424437] (qui). Secondo alcune leggende, indica il luogo dell’insediamento originale di Praga. Il castello contiene il più antico edificio praghese ancora in piedi, la Rotonda di San Martino, risalente all’undicesimo secolo. Il castello si raggiunge dopo una breve e piacevole camminata dalla stazione Višehrad della metro rossa.

 

 

Praga 3 (Žižkov)

Praga 3 è una delle zone residenziali più moderne, e non offre molto da vedere. Nota agli stranieri principalmente per la concentrazione di bordelli e strip bar.

La statua equestre di Jan Žižka (qui), GPS [50.088394; 14.448899], raggiungibile con gli autobus 133, 175, 207 e 509N, fermata U Památníku, ed una bella scarpinata in salita. La statua rappresenta l’eroe della rivoluzione Hussita, tra l’altro uno dei sei condottieri che non hanno mai perso una singola battaglia.

zizkovLa torre della televisione di Žižkov, GPS [50.081117; 14.450819] (qui), anche se non è un monumento, merita di esser vista. Al suo interno sono presenti un ristorante, ad un’altezza di 63 metri, e delle sale di osservazione, ad un’altezza di 100 metri.

Abbellita nel 2000 dall’aggiunta di statue di bambini che gattonano sui pilastri, ad opera di David Černý, la torre è un’esempio sia di architettura che di tecnologia avanzata. Il modo migliore per arrivarci è con la metro verde, fermata Jiřího z Poděbrad, GPS [50.077689; 14.450777] (qui), e poi farsi una camminata.

Due piccole note: la torre appare sulla copertina di Lost Tribe of the Sith: Savior (Alé!), e la zona è nota per la gran presenza di locali per omosessuali, quindi se siete etero fate attenzione al posto che scegliete.

Il nuovo cimitero ebraico, con la tomba di Kafka, si trova alle coordinate GPS [50.080938; 14.47203], qui. Vi sono diversi monumenti in stile Art Decò, e la tomba del succitato Kafka, meta di molti turisti. Lo si raggiunge con i tram 10, 16, 26 e 58N, fermata Mezi Hřbitovy, opure con la metro verde, fermata Želivského.

 

 

Praga 4 (Podoli, Nusle)

Praga 4 è parte delle zone residenziali di Praga, non c’è granché da vedere. Verde pubblico abbondante, come del resto come ovunque in questa città. Degno di nota il ponte di Nusle, che unisce le due colline opposte, ed al cui interno viaggia la metropolitana. Altissimo rispetto al fondovalle tra le due colline, molto bello da vedere dall’esterno. A volte, quando ci si trova nel fondovalle, i pilastri sono inquietanti.

Ponte Nusle

Nella zona di Podoli, se vi interessa, ci sono diverse spiagge. Il bagno non so se sia consentito, così vicino alla città, ma ci si può prendere il sole in estate, ed ammirare la fauna locale in costume da bagno.

 

 

Praga 5 (Smichov)

Questo distretto è fondamentalmente un’enorme area residenziale. Al di là del centro commerciale di Nový Smíchov e dell’area ad esso circostante, non ci sono posti da indicare. Unica nota, potete raggiungere l’Avenir Business Park, GPS [50.049003; 14.357425] (qui). Raggiungibile con la metro gialla, fermata Nové Butovice, e qualche passo a piedi, oppure con gli autobus 137 e 508N, fermata
Stará Stodůlecká. Non c’è niente da visitare, ma potete venirmi a trovare!

 

 

Praga 6 (Strahov, Dejvice)

Praga 6, come per Praga 5, è principalmente una zona dormitorio, ma ci sono un paio di posti interessanti da vedere. Al di là del monastero di Břevnov (di cui ho parlato nel capitolo sulla ristorazione) e del parco che lo circonda, Praga 6 offre altri due parchi, molto grandi.

Il parco di Obora Hvězda fu creato come riserva di caccia, ed è un posto in cui rilassarsi e farsi una bella passeggiata immersi nel verde. Si trova alle coordinate GPS [50.084833; 14.336917] (qui). All’interno del parco c’è il museo Letohrádek Hvězda (letteralmente “palazzo stella”), con un’esposizione permanente sulla battaglia della Montagna Bianca (Bílá Hora), avvenuta nel 1620 durante la guerra dei trent’anni. Raggiungibile con i tram 1, 2, 18, 56N, e con gli autobus 179, 191 e 510N. basta scendere alla fermata di Petřiny, GPS [50.086886; 14.339497]. Da lì è una camminata breve per il parco.

Poi c’è il parco di Divoká Šárka, riserva naturale; è il posto più vicino alla città in cui è possibile osservare il picchio nero. Prende il nome da Šárka, guerriera della mitologia Ceca che, secondo la leggenda, si tolse la vita gettandosi dalle pareti della gola presente nel parco. Le coordinate GPS per l’ingresso sono [50.093247; 14.322846], il parco è qui. Ci si arriva con i tram 5, 20, 26, 51N, e gli autobus 108, 119, 179, 218, 225, 510N, tutti alla fermata Divoká Šárka, dove ci trovate un McDonald’s. Nel parco c’è anche una piscina pubblica (qui), aperta in estate.

 

 

Praga 7 (Letná, Holešovice)

Il parco di Letna (qui) ed il metronomo di Praga, nel suo punto più elevato, Il parco è bello, dispone anche di un’area per i bambini, e da qui si può godere di una incredibile vista sulla città. Il metronomo si trova là dove un tempo c’era il monumento a Stalin (fatto saltare con 800 kg di esplosivi!), e la piazzetta alle spalle del metronomo è un luogo di ritrovo per skaters da tutta Europa. L’ingresso “principale” sarebbe dal lato sud, dalla fermata Čechův most, tram 8, 17, 53N. Un altro ingresso comodo è sul lato ovest, dalla fermata Chotkovy sady dei tram 8, 12, 17, 18, 20, 53N, 57N. Nel parco è possibile vedere (dall’esterno) Villa Kramářova, residenza ufficiale del Primo Ministro.

Villa Kramářova

Il parco Královská obora a Stromovka, probabilmente il parco più famoso di Praga, Luogo tipico per i picnic di famiglia e tra amici, il parco alloggia al suo interno anche il planetario. Il parco si trova qui, GPS [50.104332; 14.43066]. Ci si arriva con i tram 17, 17, 24, 53N, 54N, tutti alla fermata Výstaviště Holešovice, il piazzale davanti al parco. Da qui si raggiunge anche la Křižíkova Fontana (qui), dove la sera ci sono diversi spettacoli di musica, danza e teatro, accompagnati dai giochi d’acqua colorati della fontana.

 

 

Praga 8 (Florenc), Praga 9 (Černy Most, Letňany), Praga 10 (Vrsovice)

Questi distretti fanno parte della nuova zona residenziale di Praga (relativamente nuova, molti edifici risalgono agli anni ’50/’50), e non ci sono monumenti di importanza storica.

Abbondano i parchi pubblici, per fare delle passeggiate, ed uscendo dalla Metro di Letňany c’è un piccolo aeroporto.

Unici due posti degni di nota sono, a Praga 8, lo Zoo ed il giardino botanico. Raggiungibili entrambi con gli autobus 112 e 236, il primo alla fermata Zoologická zahrada, il secondo alla fermata Botanická zahrada Troja (questo richiede due passi a piedi). Lo zoo si trova qui, GPS [50.116677; 14.411327], il giardino botanico qui, GPS [50.118757; 14.412791].

 

 

 

 

Divertirsi a Praga

 

Dove divertirsi

Ok, qui la mia preparazione lascia un po’ a desiderare. Non sono tipo da discoteca, e per me una serata è divertente anche se la passo in un pub/ristorante a bere e mangiare (vedere il capitolo su cibi e bevande) con persone che mi piacciono, o anche solo in giro per la città (le zone turistiche sono affollate a tutte le ore).

Per i Cechi il “divertimento” non è come per gli italiani. Non stupitevi se in discoteca trovate tanti stranieri

Posso dare giusto un paio di nomi per posti in cui “divertirsi” in senso più tradizionale, ma ve li indico per sentito dire; fate conto, però, che i Cechi vivono la vita in maniera simile alla mia, quindi nei locali per il divertimento troverete per lo più stranieri, o quei Cechi che vogliono avere a che fare con gli stranieri.

 

Meet Factory, vicino alla metro gialla, stazione di Smíchovské nádraží. GPS [50.053212; 14.408011], tram 6, 12, 14, 20 e 54N o autobus 105, 118, 125, 129, 196, 197, 241, 244, 253, 314, 317, 318, 320, 321, 334; tutti questi mezzi passano dalla metro di cui sopra, bisogna poi camminare sul marciapiede, seguendo i binari del tram per un po’, e girare verso nord una volta superati i binari ferroviari (il tram passa sopra la ferrovia, con un ponte).

 

Lucerna Music Bar, a piazza Venceslao, GPS [50.081427; 14.425253], qui. Le indicazioni sono facili da reperire, principalmente metro gialla Můstek o metro verde Můstek o Muzeum. Raggiungibile anche con i tram 3, 9, 14, 24, 51N, 52N, 54N, 55N, 56N, 58N, che fermano quasi davanti al locale. Fanno spesso serate tematiche o musica live.

 

Karlovy Lázně, vicino al ponte Carlo (Karlův Most), alle coordinate GPS [50.085406; 14.413891], qui. Questa discoteca è molto famosa tra i turisti, strutturata su 5 piani.. Raggiungibile con i tram 17, 18 e 53N.

Ne esistono ovviamente tanti altri (come il Retrò, il James Dean, il Cocos, il Bombay, l’Harley, per citarne alcuni), per lo più concentrati in centro, nella zona circostante Václavské náměstí, Staroměstské náměstí e náměstí Republiky. Non frequentando questi locali, però, non posso darvi informazioni più complete in merito. una ricerca in internet sicuramente vi darà una vasta gamma di pagine di italiani che parlano delle discoteche. Ricordatevi sempre che sono mirate agli stranieri, non ai locali.

 

 

I casinò

A Praga abbondano i casinò. Si vince, si perde, non è tutto truccato, ma con certezza se vi sedete a un tavolo da poker, il rischio è forte che un gruppo di locali si “coalizzi” per spennarvi, qualora veniate riconosciuti come stranieri. Data la mancanza di comprensione della lingua da parte vostra, per loro è facile passarsi segnali.

In linea generale, so di persone che hanno vinto un po’ di soldi mentre erano in vacanza, quindi non sono da scartare completamente. Li trovate un po’ ovunque, la maggior concentrazione è in piazza Venceslao e dintorni.

 

 

 

 

Clima a Praga

 

Il clima

Quando andare a Praga? A mio giudizio, Praga va vista almeno una volta in ogni stagione.

In primavera è un’esplosione di colori, grazie alla fioritura; in estate è un piacere per gli occhi, soprattutto per gli uomini; in autunno il cambiamento di colore delle foglie dà alla città un aspetto malinconico e magico; in inverno, con l’arrivo della neve, la città acquisisce una bellezza tutta speciale.

Poi, alla fine, si deve ovviamente scegliere in base ai gusti ed alle tendenze personali.

 

Clima a Praga

 

A Praga è “marzo” tutto l’anno

Il clima di Praga è, comunque, sempre un po’ pazzo. Può succedere che stia nevicando, in inverno, da una settimana, poi all’improvviso arrivano tre giorni di sole forte (per l’inverno, ovviamente, parliamo di 11-12°), per poi ricominciare a nevicare.

Il clima generale è rappresentato in questa tabella (fonte: Wikipedia):

Clima

In generale, la mia esperienza è che le temperature basse di Praga siano più sopportabili rispetto a quelle di Bari (non è una battuta, è stato confermato anche da una ragazza Ceco-Barese). Qui, infatti, quando arriva il freddo, vado in giro con la felpa solamente, ed in caso di neve una giacca impermeabile. In caso di freddo estremo (-22° a febbraio 2012), aggiungo sciarpa e guanti. A Bari, al contrario, quando arriva il freddo (da -1° a +1°) sono solito vestirmi tipo omino della Michelin, e comunque tremare di freddo.

Diciamo che, in generale, se non vi dispiace un po’ di freddo, va vista anche con la neve.

 

 

 

La Lingua a Praga

 

La lingua

Giusto una miniguida alla lingua, espanderò questo capitolo in seguito.

In Ceco si leggono TUTTE le lettere della parola, non esistono combinazioni di lettere con pronuncia diversa. L’accento cade SEMPRE sulla prima sillaba (questa è una cosa dura cui abituarsi).

La pronuncia delle lettere è come segue:
b, d, f, k, l, m, n, p, r, t, v si leggono come in italiano
c si pronuncia “ts”, come in “ozio”
č si pronuncia dolce, come in “ciao” (nei supermercati troverete spesso la parola “cena”, prezzo, si lecce zena)
d’ si pronuncia come “dj”, come un unico suono palatale
g si pronuncia sempre dura, come in “gatto”, “ghetto”, “ghiro”
h si pronuncia aspirata, com in “hot”
ch si pronuncia come la “j” spagnola in “Javier”
j si pronuncia come la “i”, come in “Jugoslavia”
ň si pronuncia “gn”, come in “gnomo”, “bagno”, “gnocca”
ř è la lettera più difficile della lingua Ceca, si legge come “r” + la “j” francese, in un unico suono. Per abituarcisi, il metodo migliore è fare “rrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr” con la voce e all’improvviso buttarci dentro una “j” francese
s si pronuncia sorda come in “sole”
š si pronuncia “sc” italiano o “sh” inglese, come in “scena” e “show”
t’, come per “d’”, si pronuncia come “tj”, in un unico suono
z si pronuncia come la “s” sonora in “esempio”
ž si pronuncia come la “j” francese in “joli”

Scioglilingua Ceco: se riuscite a pronunciare rapidamente strč prst skrz krk (mettimi le dita in gola), siete pronti a passare l’esame per la residenza permanente!

 

 

 

Praga

 

Conclusioni

Questa “guida” non vuole assolutamente essere esaustiva. Come già detto, ci vuole troppo tempo per descrivere tutto ciò che c’è da fare e vedere a Praga, e l’esperienza di ognuno è diversa. io consiglio questa meta turistica a tutti quelli che vogliono visitare una città che ha molto da offrire, una città in cui la magia scorre ancora sotto ogni ponte.

Probabilmente farò qualche “correzione” a questa guida, nella forma e nei contenuti, ed appena avrò tempo aggiungerò anche una photogallery, per ora accettatela così com’è, un umile lavoro da un’umile autore.

Il Viaggio Inaspettato di Denis Medri
Il Viaggio Inaspettato di Denis Medri
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
Ivan Cavini: l'artista che vive nella Terra di Mezzo
We choose to go to the Moon
We choose to go to the Moon
Giorgio Cavazzano
Giorgio Cavazzano
L'Orlando in un atto furioso. Un classico italiano in scena a New York
L'Orlando in un atto furioso. Un classico italiano in scena a New York
Reportage: Mickey 90 – L’Arte di un sogno
Reportage: Mickey 90 – L’Arte di un sogno
Assassin's Creed Origins in mostra a Lucca Comics & Games 2017
Assassin's Creed Origins in mostra a Lucca Comics & Games 2017