Illuminati – The Game of Conspiracy

9 anni fa

5 minuti

”Il KKK, aiutato dalla CIA, sta tentando di controllare gli Yuppies.”

Affascinati dalla trilogia “The Illuminatus!”, Steve Jackson (autore di giochi statunitense) e Dave Martin (artista freelance) decidono di creare un gioco di carte ispirato a teorie di complotto, società segrete e, ovviamente, agli Illuminati.

Nasce così nel 1983 una versione tascabile del gioco, seguita da diverse espansioni, che diversi anni dopo si uniranno in un’unica edizione “deluxe”.

È difficile dare una definizione esatta a questo gioco: il numero di giocatori raccomandato (4-6) lo rende strutturato in modo tale da promuovere l’interazione sociale; ma le dinamiche economico-finanziare (a tratti simili a quelle del Monopoli) e strategie di conquista (simili al Risiko) portano questa “interazione sociale” a basarsi su pilastri come il bluff, le minacce più o meno velate, gli accordi segreti, i ricatti e il doppio gioco.

Coloro che hanno familiarità con MtG troveranno diversi parallelismi con meccaniche ed elementi di gioco a loro già noti (es: permanenti, istantanei, valori di attacco e costituzione, abilità speciali.)

Introduzione


[more]Lo scopo del gioco è semplice: la conquista del mondo.
Ogni giocatore parte con la sua carta “Illuminati”, che rappresenta una delle losche e misteriose organizzazioni che cerca di conquistare il pianeta (es: gli Illuminati Bavaresi, le Banche Svizzere, i Servi di Cthulhu..)

Esistono due modi per vincere: controllare un certo numero di Gruppi (a seconda del numero di giocatori), oppure completare l’obbiettivo speciale della propria organizzazione.

Gli elementi principali del gioco sono pochi:
8 carte Illuminati
L’organizzazione che impersoneremo verrà scelta casualmente, e sarà poi visibile a tutti gli altri giocatori, che cercheranno in ogni modo di non farci vincere (non farci conquistare gruppi e non raggiungere il nostro obbiettivo speciale)

un mazzo di carte
composto da Gruppi e da Carte Speciali.
I Gruppi sono le carte che possiamo conquistare con un lancio di dado, confrontando la Forza della nostra organizzazione o del nostro gruppo, e la difesa del gruppo che vogliamo catturare. tutti i Gruppi vengono pescati e messi al centro del tavolo, dove tutti possono conquistarli; possiamo anche scegliere di attaccare e catturare un gruppo che appartiene a qualcun altro, ma sicuramente sarà più difficile: l’organizzazione che lo controlla cercherà di difenderlo!

le Carte Speciali sono simili agli Istant o Sorcery di MtG, e li utilizzeremo per difenderci o attaccare meglio. alcuni sono talmente potenti che, giocando intorno ad essi, è possibile vincere la partita semplicemente giocandoli al momento giusto.

160 pedine
le pedine rappresentano il Denaro che le nostre organizzazioni e i nostri gruppi guadagnano ad ogni turno. ogni pedina vale 1 MegaBucks, simile al “milione di euro”. Sono i soldi che oliano i meccanismi del gioco: ci permettono di difenderci meglio dagli attacchi o di conquistare con più violenza.

2 dadi
il loro lancio ci permette di conquistare o meno i Gruppi degli avversari.[/more]

Sequenze di Gioco


[more]Il nostro turno non sarà particolarmente lungo e complesso. Innanzitutto collezioniamo le entrate dei nostri gruppi, mettendo le pedine sopra le relative carte.
Peschiamo una carta. Se è una Carta Speciale la teniamo, potrà essere utile in futuro. Se è una carta Gruppo sarà messa al centro del tavolo, dove tutti potranno conquistarla, pure noi se siamo interessati.

Abbiamo dopo due “fasi principali”, possiamo compiere due azioni:
possono essere due attacchi, oppure possiamo “riorganizzare” meglio il denaro sulle nostre carte: più denaro ha una carta, meglio si può difendere, quindi è meglio effettuare dei “versamenti” nei gruppi a cui teniamo di più!

Dopo le due Azioni Regolari (quelle sopra citate) abbiamo alcune Azioni Libere, che possiamo fare prima, durante o dopo le Azioni Regolari; ad esempio, cedere denaro a qualcuno, o usare Carte Speciali.

Possiamo anche decidere di passare senza effettuare alcuna azione: guadagnerà 5 MB extra. Sara comodo, ad esempio, per le Banche Svizzere, che vincono con il loro obbiettivo speciale, avere 150 MB!
[/more]

Gruppi e Strutture di Potere


[more]Ogni carta Illuminati e ogni Gruppo ha delle frecce ai propri lati: queste indicano con quante altre carte il gruppo può interagire. In poche parole dobbiamo creare una piramide del potere. Questo è molto importante ai fini del gioco: le carte più vicine al gruppo Illuminato saranno le più avvantaggiate e difese; quelle più lontane saranno facilmente conquistabili.

Una regola importante: i Maestri e i Pupazzi.
i Maestri sono i gruppi che hanno attaccati altri gruppi. questi altri gruppi sono chiamati Pupazzi; conquistando il Maestro, conquisterai anche tutti i suoi Pupazzi!

L’organizzazione della struttura è così importante che potrai modificarla durante il tuo turno, in modo da essere sempre pronto a reagire agli attacchi avversari[/more]

Tutto il gioco, ovviamente, ha meccaniche e regole più lunghe e complesse; ho preferito accennare solo i passaggi più semplici, per farsi un’idea.
Se poi siete stati così pazienti da leggere tutto il riassunto, (e abbastanza intelligenti da districarvi nella confusione che mio malgrado ho creato), potete scaricare gratuitamente il manuale in italiano, e immergervi completamente nelle regole.

Secondo me come gioco può rivelarsi davvero interessante, e potrebbe rovinare più amicizie di quanto abbia fatto il Monopoli dal giorno della sua creazione. Unico difetto? Il gioco ufficiale è esclusivamente in inglese. Certe carte, soprattutto quelle speciali, hanno un testo lungo, difficile da capire o interpretare; ma sono convinto che, giocando partite su partite, anche le carte più ostiche diventeranno poi di facile comprensione.

”Il gioco potrà diventare tanto intricato e complicato quanto lo desideri. La scelta spetta a te.
Usa il tuo potere saggiamente…”

Giochi su Kickstarter: 4 marzo 2019
Giochi su Kickstarter: 4 marzo 2019
Giocare per lavoro: professione game designer
Giocare per lavoro: professione game designer
Top 3 dei giochi da tavolo da fare sotto l'ombrellone
Top 3 dei giochi da tavolo da fare sotto l'ombrellone
Race for the Galaxy: colonizzazione spaziale in una mano di carte
Race for the Galaxy: colonizzazione spaziale in una mano di carte
I 3 migliori giochi da tavolo 1 contro 1
I 3 migliori giochi da tavolo 1 contro 1
Not Alone: sopravvivere non sarà così facile
Not Alone: sopravvivere non sarà così facile
PLAY: festival del gioco 2014
PLAY: festival del gioco 2014