Julian Assange si rifugia all'ambasciata Ecuadoriana

Julian Assange si rifugia all’ambasciata Ecuadoriana

È di ieri sera la notizia che il noto hacker australiano Julian Assange, attivista di Wikileaks, ha chiesto asilo politico all’ambasciata dell’Ecuador di Londra, che attualmente “sta valutando la sua richiesta” [1].

La richiesta di aiuto di Assange arriva dopo che l’ultima possibilità di evitare l’estradizione in Svezia è sfumata la scorsa settimana [2]: la Supreme Court ha rifiutato la richiesta di appello, autorizzando quindi l’estradizione nelle prossime settimane.

Vi ricordo che Assange è accusato in Svezia, con un mandato di arresto a livello Europeo, di “stupro”: virgolette d’obbligo dato che questo termine indica in breve un rapporto sessuale consenziente ma senza preservativo, avuto in questo caso con due donne ex collaboratrici di Wikileaks, seguito dal rifiuto di Assange di eseguire il test dell’HIV.
Tuttavia le prove sono decisamente effimere e sono stati sollevati a ragione numerosi dubbi sull’effettiva veridicità delle accuse. Dalla Svezia all’USA poi il passo è breve: negli Stati Uniti Assange è persona non gradita, per ovvi motivi. Per quanto però agli americani piacerebbe riservargli lo stesso trattamento [3] che hanno applicato a Bradley Manning, ancora Assange non è nelle loro grinfie (e spero non ci finisca mai).

In attesa di ulteriori sviluppi a questa triste vicenda, vi consiglio di seguire il canale di WikiLeaks su twitter, e di dare un occhio alla sezione del Guardian [4] che è da sempre molto aggiornata sul caso Assange.

Fonti:
Adnkronos [1]
TheGuardian [2]
Salon.com [3]
The Guardian: Julian Assange [4]

lucamrblonde | veronerd™ a.k.a. lucamrblonde | veronerd™

"Grande guerriero? ohoh, guerra non fa nessuno grande!" - Master Yoda
Aree Tematiche
Attualità
Tag
mercoledì 20 giugno 2012 - 11:03
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd