Bim Bum Bam anno 1996
di
Mokkori
10

In questo anno un susseguirsi di tante serie d’intrattenimento con pochi episodi, caratterizzate da un plot che si ripete di volta in volta negli episodi più che da una storia che si snoda lungo tutta la serie.

Ace Ventura


Prodotto dallo studio Nelvana e basato sul film Ace Ventura – L’acchiappanimali con Jim Carrey, si snoda in 39 episodi divisi equamente in 3 stagioni. Dopo una prima messa in onda su Canale 5 è stato spostato su Rete 4. Anche se non ho trovato fonti che lo confermano, immagino che la serie sia stata fortemente censurata in quanto nell’originale americana c’erano molte battute a sfondo sessuale e da gabinetto.

Trama: la serie è incentrata sulle demenziali avventure di Ace Ventura, uno strambo e particolare detective specializzato nel recupero di animali smarriti.
Mostra Approfondimento ∨

Alf


È una serie televisiva animata prodotta da DiC, basata sullo stesso personaggio della sitcom creato da Paul Fusco.
La serie animata è un prequel della serie tv, dove Gordon Shunway, non è ancora atterrato sulla terra e non ha ancora conosciuto i Tanner, ai quali si deve il nome ALF (Alien Life Form).

Trama: vengono raccontate le vicende di Gordon e dei suoi simili, per rendere un’idea di come è la vita sul pianeta Melmac.
Mostra Approfondimento ∨

Allacciate le cinture! Viaggiando si impara


The Magic School Bus è una serie animata canadese composta da 52 episodi e tratta dall’omonima serie di libri per ragazzi scritti da Joanna Cole. Dato che il cartone spiega fatti scientifici all’interno di storie avventurose in cui accadono cose di carattere fantastico, alla fine di ogni episodio viene sfondata la quarta parete per scindere la natura immaginaria della serie dalla parte istruttiva.

Trama: la maestra elementare Valerie Frizzle (con i vestiti sempre in tema per la lezione) e la sua classe vivono incredibili e interessanti avventure negli scenari più improbabili: dall’interno del corpo umano sino allo spazio profondo. Tutto questo è reso possibile dal magico scuolabus, capace di trasformarsi in qualsiasi cosa a seconda dell’esigenza.
Mostra Approfondimento ∨

Chi la fa l’aspetti


Serie animata ispirata al fumetto francese Iznogoud, completa di 52 episodi.

Trama: Gran Bailam è il gran visir di tutti i terun del Sultano Alì Dormir; questi però è ignaro dei loschi sogni di conquista di Gran Bailam, che brama di essere “Sultano al posto del Sultano”, ed anzi prova un sincero affetto per il suo “fedele” visir. Con l’aiuto di El Salam, timido e impacciato servitore del nostro antieroe, progetteranno piani machiavellici che puntualmente falliranno, cacciandoli in un mare di guai.
Mostra Approfondimento ∨

È un po’ magia per Terry e Maggie


Miracle Girls (ミラクル☆ガールズ… Miracle☆Girls?) è uno shojo manga scritto da Nami Akimoto nel 1991, da cui è stato tratto un anime prodotto dalla Nippon Animation nel 1993. Il cartone è arrivato in Italia nel marzo del 1996, su Canale 5.

Trama: Terry e Maggie sono due gemelle dai poteri ESP, possono infatti leggere nel pensiero e teletrasportarsi incrociando i mignoli. Pur essendo sorelle gemelle sono molto differenti per aspetto e carattere: Terry, con i capelli corti, è un ragazza più sportiva ed estroversa, Maggie, invece, è una ragazza dolce, romantica, brava nello studio e porta i capelli lunghi. Le due sorelle sono anche impegnate sentimentalmente con due ragazzi, Nelson e Karver, a conoscenza dei loro poteri extrasensoriali.
Mostra Approfondimento ∨

Grande, Piccolo Magoo


Mr. Magoo è un personaggio creato nel 1959 da John Hubley per la UPA, studio di animazione composto da ex-disegnatori Disney.

Trama: Quincy Magoo è un ricco pensionato, basso e molto miope. A causa della sua quasi totale cecità si trova spesso in situazioni pericolose senza rendersene conto, facendo preoccupare chi gli sta introno.
Mostra Approfondimento ∨

Hilary


La leggenda di Hikari (光の伝説Hikari no densetsu?) è un manga di Izumi Aso adattato dalla Tatsunoko in 19 episodi dei 26 previsti, a causa della poca popolarità raggiunta dall’anime.

Trama: la storia parla di Hilary Kamigi (ed. italiana), una ragazza di 15 anni con una grande passione per la ginnastica ritmica che sogna di diventare una campionessa. Da contorno alla sua scalata verso il successo c’è anche una storia sentimentale con il campione juniores Willy e non poteva mancare un terzo incomodo rappresentato da Debbie, promettente ginnasta anch’ella innamorata del campione in tutina.
Mostra Approfondimento ∨

Il grande sogno di Maya


Il grande sogno di Maya (ガラスの仮面Garasu no kamen? Glass no kamen) è un manga di Suzue Miuchi da cui sono state tratte due serie animate. Venne sostituito nell’autunno da Scuola di Polizia, non ho ben capito se a causa dei bassi indici di ascolto o perché la serie conta solo 23 puntate, ma probabilmente per la seconda.

Trama: Maya Kitajima sogna di diventare un’attrice teatrale professionista; un giorno incontra l’ex attrice Chigusa Tsukikage, che vedendo in lei del potenziale decide di prenderla come allieva. Nella sua ascesa al successo, Maya, sarà sostenuta da Masumi Hayami, segretemente innamorato di lei e conosciuto inizialmente come “ammiratore delle rose scarlatte”, a causa dei fiori che le invia a fine rappresentazione.
Mostra Approfondimento ∨

La fabbrica dei mostri


Cartone animato basato sulla serie di giocattoli Mattel, composto da 23 episodi. La sigla è cantata da Marco Destro.

Trama: Chris Carter è un amante della magia e lavora come apprendista nel Magic Shop del Professor Occhioduro. Un giorno Chris inventa la “Macchina della magia” che per una coincidenza astrale dei pianeti si trasforma da oggetto inutile a generatore di strane creature alle volte buone, alle volte cattive. Quella stessa sera, la Macchina crea tre mostri pacifici: Johnny Watt, Tuttotondo e Centonodi. Successivamente Occhioduro si impossesserà del potente oggetto per fondare “La banda del crimine”, creando mostri terrificanti. Chris e i tre mostri buoni sventeranno in ogni puntata la minaccia del Professore e dei suoi mostri, accecati da manie di conquista del mondo.
Mostra Approfondimento ∨

L’isola della piccola Flo


L’isola della piccola Flo (家族ロビンソン漂流記ふしぎな島のフローネKazoku Robinson Hyōryūki Fushigi na Shima no Furōne?) è un anime giapponese creato dalla Nippon Animation nel 1981 e mandato in onda per la prima volta in Italia da Rete4 nel 1982 e in seguito nel 1985 da Italia 1, con la sigla “L’isola dei Robinson” cantata dai Cavalieri del Re. La storia è tratta dal romanzo Swiss Family Robinson di Johann Wyss, che a sua volta è liberamente ispirato al romanzo Robinson Crusoe.

Trama: durante un viaggio in Australia la famiglia Robinson, composta dal padre Ernest, la madre Anna e tre figli, Franz, Flone (Flo) e Jack, a causa di una violenta tempesta, naufragano su un’isola deserta. In questo ambiente ostile e misterioso, i Robinson si dovranno adattare per sopravvivere costruendo un’abitazione su di un albero, coltivando la terra e ingegnandosi per non farsi mancare lo stretto indispensabile.
A distanza di un anno, grazie all’aiuto di altri due naufraghi, il marinaio Abel Morton e il giovane Tomtom, riusciranno a costruire un’imbarcazione che li riporterà alla civiltà.
Mostra Approfondimento ∨

Siamo quelli di Beverly Hills


Cartone animato prodotto in 65 episodi dalla DiC Entertainment.

Trama: la serie è ambientata nel quartiere più in di Los Angeles ed ha per protagonisti dei teenager più che benestanti che vivono in agiatezza tra limousine, piscine e limousine con piscine. I personaggi sono tanti e poliedrici e per rispolverarvi la memoria, vi linko wiki con le descrizioni nel dettaglio.
Mostra Approfondimento ∨

The Mask


Adattamento animato dell’omonimo fumetto e del film The Mask – Da zero a mito, in cui la popolarità del personaggio dalla faccia verde aumenta a dismisura, grazie anche all’ottima interpretazione di Jim Carrey.

Trama: la storia racconta di un’antica maschera che conferisce poteri straordinari, al di là delle leggi fisiche, a chiunque la indossi, ma provocando un’amplificazione del carattere represso dell’indossatore con conseguente caduta dei freni inibitori.
Mostra Approfondimento ∨

Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare


Un fiocco per sognare, un fiocco per cambiare (姫ちゃんのリボンHime-chan no Ribbon?), letteralmente ”Il fiocco della principessina”, è un maho shojo manga creato da Megumi Mizusawa. In seguito è stato sviluppato in un anime di 61 episodi prodotto dalla Toei Animation, andato in Italia a partire dal luglio 1996 su Canale 5.

Trama: Himi è una normale ragazza di 13 anni un po’ maldestra e dai modi mascolini. Una sera riceve la visita da un ragazza identica a lei, tranne che per i lunghi capelli. Questa misteriosa ragazza è Erika, principessa del Regno della Magia: tradizione vuole che ogni erede al trono inventi un oggetto magico per dare prova della sua abilità e bravura, ma per essere usato nel Regno della Magia è necessario che prima venga collaudato da un terrestre. Perciò Erika dona ad Himi un fiocco magico che le verrà restituito da lì ad un anno. Adesso Himi, grazie alle parole ”Fiocco di magia! Fiocco di magia! In (…) mi trasformo”, è in grado di prendere la forma di qualsiasi oggetto o persona. Durante il suo magico percorso di un anno verso la maturazione, sarà consigliata da un leone di pezza di nome Pokotà, animato dal fiocco magico, e discernerà i sentimenti che prova verso l’amico Dai Dai e il suo primo amore Hermes.
Mostra Approfondimento ∨

Repliche


Sono inoltre state trasmesse le repliche di Mila e Shiro, due cuori nella pallavolo, C’era una volta… Pollon, Widget, un alieno per amico, Kiss me Licia, Foofur superstar Hello Spank e Magica magica Emi

Fonti: cartonionline.com | Wiki | www.antoniogenna.net

DyrDoYouRemember è la rubrica che scava nei meandri della tua mente e riporta alla luce ricordi ormai sopiti da tempo.

Mokkori

Termine indicante un fenomeno fisiologico facente parte della sfera maschile.
Aree Tematiche
Animazione Anime & Manga Televisione
Tag
lunedì 19 marzo 2012 - 13:24
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd