Maurizio Savini e le sue sculture di chewing gum
di
Brogna

Maurizio Savini è un artista romano nato nel 1962 che si è fatto conoscere grazie alle sue sculture realizzate con un insolito materiale, il chewing gum.

L’artista per le sue opere realizza prima una struttura sottostante in vetroresina e in seguito applica la gomma da masticare, già tagliata, modellata e fusa con l’aiuto di un phon industriale.

Nelle sue opere rappresenta oggetti d’uso comune, figure umane e figure animali quasi sempre mettendole in relazione tra di loro e cercando di sottoporci ad una riflessione.

Un esempio chiaro della relazione tra i soggetti è l’opera raffigurante un orso che, appoggiandosi ad una porta, guarda nello spioncino. L’opera è allestita in modo che chi la guarda non riesce bene a collocarsi nello spazio, quindi in modo che l’osservatore non riesca a individuarsi né all’interno, né all’esterno di un abitazione e non riesca a capire se l’animale stia provando ad entrare o ad uscire.

Un altro chiaro esempio è anche l’opera della bambina che in una mano stringe una pillola, quest’opera per il forte significato che racchiude potrebbe essere vista anche come l’emblema per rappresentare l’adolescenza dei giorni nostri.

Maurizio Savini grazie alle sue sculture pop che profumano di fragola si è fatto conoscere in ambito nazionale e mondiale ed ora è uno dei pilastri dell’arte contemporanea italiana.

Gustatevi alcune sue opere nella gallery
[nggallery id=442]

Aree Tematiche
Arte Creatività
Tag
giovedì 1 marzo 2012 - 23:55
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd