Microsoft Tagsense

10 anni fa

TagSense, un’applicazione (un prototipo) disegnato da due tirocinanti Microsoft, può automaticamente contrassegnare una foto con il nome di una persona, le sue attività fisiche, l’espressione del viso e il preciso luogo fisico – il tutto senza intervento umano.

Una nuova applicazione impressionante di Android, sviluppata da due stagisti Microsoft gestisce le telecamere degli smartphone Android in pieno stile 007. L’applicazione, chiamata TagSense, si basa su sensori di smartphone per etichettare automaticamente le fotografie con le identità e le attività di chi è raffigurato. Nessun intervento umano è richiesto.
Anche se si avvale della tecnologia di riconoscimento facciale, TagSense si basa principalmente sulla miriade di periferiche integrate negli smartphone. Gli accelerometri dei telefoni Android ‘built-in’ sono utilizzati per determinare l’attività fisica esatta in cui è coinvolto un soggetto in un’immagine, mentre i sensori di luce nella fotocamera vengono utilizzati per determinare le condizioni atmosferiche esterne, unitamente ai dati relativi all’ubicazione ottenuti tramite GPS. Tramite i microfoni dei telefoni è quindi possibile determinare se il soggetto dell’immagine sta parlando, ridendo, piangendo oppure sta in silenzio. Tutte queste informazioni sono poi taggate sulla foto.
Ma il kicker di TagSense è che è stato progettato per sfruttare le informazioni memorizzate su altri smartphone nelle vicinanze. L’applicazione sarà in grado di interagire con i dati memorizzati sui telefoni adiacenti che utilizzano anch’essi l’applicazione, permettendo il tagging collaborativo e la verifica delle identità dei soggetti delle foto. I creatori dell’applicazione sostengono che ci sarà un ‘opt-in’ rigoroso, requisito essenziale per l’utilizzo di tale caratteristica.

Via

Assassin's Creed Origins in mostra a Lucca Comics & Games 2017
Assassin's Creed Origins in mostra a Lucca Comics & Games 2017
SBrick.js: Robotica semplificata grazie a LEGO, SBrick e Web Bluetooth
SBrick.js: Robotica semplificata grazie a LEGO, SBrick e Web Bluetooth
Youtube per babbani: dallo smartphone alla Panasonic GH4
Youtube per babbani: dallo smartphone alla Panasonic GH4
Portal, la demo fan made per HoloLens
Portal, la demo fan made per HoloLens
Project NEON: una nuova UI/UX per Windows 10
Project NEON: una nuova UI/UX per Windows 10
Flickr, nel 2016 le foto si scattano da smartphone
Flickr, nel 2016 le foto si scattano da smartphone
Doctor Strange, le emoticon arrivano su Skype
Doctor Strange, le emoticon arrivano su Skype