Internet Explorer 9: La recensione definitiva
di
itomi itomi
12

Ah questa è dura da scrivere. Una settimana fa mi ha contattato la Microsoft e mi ha chiesto se Lega Nerd avesse potuto scrivere una recensione imparziale e completa di Internet Explorer 9.

Non è certo un segreto che io sia un Mac user e sia stato un webdesigner per 10 anni e più. Se mettete insieme queste due cose ottenete un solo risultato: odio per Internet Explorer. Tanto odio che su Lega Nerd avevamo pure un messaggio dedicato per chi ci visitava con IE, di qualunque versione si trattasse: cambia browser.

Poi è uscito IE9.

Warning, haters and fanboys around.

Io mi arrabbio molto quando mi danno del fanboy perché ho sempre cercato di essere non solo imparziale, ma soprattutto di testare e provare una tecnologia prima di parlarne bene o parlarne male.

Ho iniziato ad utilizzare il computer quando c’era MS-Dos. Si, proprio lui, config.sys, autoexec.bat.. quella roba li. Ho utilizzato sistemi Windows per una decina di anni prima di passare a Macintosh e tutt’ora li utilizzo per lavoro di continuo.

C’é una cosa che mi sta sulle palle più dei fanboy: gli hater. Quelli che “se lo fa x, allora è una merda”… sostituite “x” con Apple, Microsoft o quello che vi pare, sempre di ignoranti idioti si tratta.

Quando, giustamente, mi è stato fatto notare che era uscito Internet Explorer 9 e che sulla Lega compariva ancora il messaggio “cambia browser” prima ho risposto male.. poi mi sono sentito un hater. Uno che giudicava a prescindere, senza aver provato quello di cui parlava, per partito preso. Una testa di cazzo.

Ecco che quando la Microsoft mi ha chiesto di scrivere una recensione su Lega Nerd mi sono detto: cavolo, è arrivato il momento di tornare ad essere imparziale anche con loro, testerò Internet Explorer 9 senza pregiudizi.

 

Installazione e Compatibilità

Internet Explorer 9 è compatibile con sistemi operativi Windows 7, Windows Vista SP2 32-bit e 64-bit, Windows Server 2008 SP2 e Windows Server 2008 R2.

I requisiti minimi di sistema sono 512 Megabyte di RAM, un processore da 1 Gigahertz e 70 – 200 mb di spazio su disco in base alla versione installata. Internet Explorer 9 sostituisce qualsiasi versione precedente di Internet Explorer e non supporta i sistemi operativi Windows XP.

L’installazione è molto semplice “one click style” come va di moda ora. Sul mio Windows 7 aggiornato è filato tutto liscio.

 

La Nuova Interfaccia Utente

Minimale oppure no, come vi pare insomma.

Minimale. Finalmente. Un’interfaccia che porti via meno spazio possibile al contenuto, cioè al motivo per cui apro un browser. Ha senso. Inutile dire che Google Chrome ha fatto scuola in questo, ma non mi voglio avventurare in paragoni inutili ora.

C’é un’unica barra di inserimento per le ricerche e gli indirizzi: ottimo. Normalmente utilizzo Chrome e quando passo a Firefox o Safari mi incazzo come una iena quando, d’istinto, scrivo una ricerca nella barra degli indirizzi e ottengo un errore: IE9 in questo ha fatto la scelta giusta e aspetto con ansia che facciano la stessa scelta anche Firefox e Safari.

Altro punto a favore: hanno nascosto la barra del menù. Tanto non serve a niente in un browser nel 99% dei casi, hanno fatto bene. Voi nerdazzi tiratela fuori premendo “alt” se proprio la volete, a tutti gli altri non serve e non importa. Andiamo avanti (click destro > barra dei menù e andate a cagare).

Due icone sulla destra (stellina e ingranaggio) identificano i preferiti e gli strumenti più utilizzati. Ha senso, funziona.

Altra particolarità: la barra “multifunzione” (ricerca e indirizzi) è sullo stesso livello dei tab, condividendone quindi lo spazio verticale.

La prima cosa che ho fatto d’istinto è stato allargare la barra di molto, ma questo toglie lo spazio ai tab aperti. Bisogna trovare un equilibrio, ma lo spazio guadagnato con questa scelta, se non siete di quelli che tengono 100 tab aperti contemporaneamente, vale il sacrificio abbondantemente.

E’ comunque possibile visualizzare i tab su una riga separata, lasciando in alto la barra per avere tutto lo spazio che si vuole (click destro e “visualizza schede su una riga separata”) quindi uno se lo configura come vuole questa cosa. Bene.

I tasti “avanti” e “indietro” (colorati per l’occasione in verde LN, vi spiego poi come) sono in evidenza e ben calibrati. Al contrario, hanno nascosto di più i tasti “aggiorna” e “interrompi”, inserendoli dentro alla barra sulla destra. Forse troppo piccoli, ma mi piace molto il fatto che siano due tasti separati e non uno unico.

Oltre a questo si possono aggiungere le solite cose: la barra dei preferiti in cui draggare o aggiungere i siti che si visitano di più… la barra dei comandi con gli strumenti più sensati (stampa, visualizza feed uguale a Safari, ecc.) e infine anche la barra di stato se volete avere proprio tutto sott’occhi.

Ecco come si presenta IE9 con tutte le barre aperte:

Troppe barre e amenicoli per i miei gusti, ma ripeto, personalizzatevelo come vi pare.

In definitiva l’interfaccia utente ha preso il meglio dei vari concorrenti, cercando di ottimizzare e al tempo stesso lasciare ai singoli possibilità di manovra personalizzando il proprio modo di interagire. Promossi.

 

Velocità

HTML5 con accelerazione hardware e ottima velocità di rendering Javascript.

Inutile dire che oltre ad una buona interfaccia un browser moderno deve anche essere veloce. Si, perché i siti di oggi sono infarciti come la morte di javascript. Ovunque. Come piovesse. jQuery, Moo Tools, loaders, effetti, animazioni, chi più ne ha, più ne metta.

Praticamente adesso si quantifica la velocità di un browser unicamente in base a quanto elabora velocemente javascript, il resto è fuffa.

A me IE9 sembra velocissimo. Potrei dirvi che nei test di sta cippa (SunSpider) è risultato il più veloce dei browser in circolazione ora.. ma questo significa poco per l’uomo della strada.

Quello che conta è che nell’uso quotidiano, di sito in sito, IE9 è veloce. Molto veloce. Il più veloce di tutti? forse, non mi interessa. Quello che mi interessa è che macina alla grande e tira fuori le pagine in fretta. Promosso.

Oltre a questo IE9 è accelerato hardware per il rendering del codice HTML5: in pratica significa che il browser sfrutta anche la scheda video per elaborare le pagine internet scritte in HTML5, migliorando di molto quindi le prestazioni generali quando ci si trova a navigare queste pagine che sono poi il futuro del web. Potete vedere un po’ di test e prove e confrontare il tutto con altri browser su IE Test Drive.

 

Aderenza agli Standard

Questa volta finalmente Microsoft è bella “aderente”…

Altro punto importante per un browser è la sua aderenza agli standard. Cosa vuol dire? vuol dire che se tutti gli sviluppatori creano i siti internet utilizzando un certo “modo” ecco che anche i browser devono rispettare quel “modo”, altrimenti vedrete dei siti internet male, con elementi sballati, spostati, deformati.

Oltre a questo l’aderenza agli standard risolve molti problemi ai suddetti sviluppatori che non devono diventare idioti per programmare un sito in maniera tale che si veda bene in tutti gli stramaledetti browser presenti sul mercato.

Ecco, questo è il punto che mi ha fatto odiare Internet Explorer per anni. Il punto su cui Microsoft è cascata da sempre e su cui si è costruita tutta una generazione di odio dalla quale è ora molto difficile uscire.

Ma io non sono un hater e quindi resetto la mia testa e faccio un test molto semplice: prima cosa navigo su un po’ di siti vecchi e nuovi. Tutto ok. Si vedono bene. Non è IE6. Grazie.

Poi faccio il test per eccellenza attualmente: Acid3

Acid3 è un test molto semplice che valuta un browser da 1 a 100 in base alla sua aderenza agli standard web più riconosciuti (W3C, quella roba la).

IE9 prende 95/100. Firefox 4: 97/100. Chrome: 100/100.

Se volete guardare al punto ok, IE9 è ultimo. Se invece guardiamo alla sostanza la news è un’altra: finalmente tutti i browser più utilizzati in commercio rispettano pienamente gli standard web. Eureka, bene, bis.

Se poi vogliamo essere veramente imparziali come sto cercando di essere, allora bisogna dire che Acid3 è si il test più “famoso” e nominato in questi casi, ma dobbiamo ricordarci che non è un test ufficiale del W3C e che è stato scritto da un ex dipendente di Google (Ian Hickson): Internet Explorer 9 totalizza un punteggio di 95 perché hanno volutamente tralasciato il supporto agli ultimi 5 standard, poiché questi sono stati deprecati dal W3C stesso.

Un test veramente imparziale è quello del W3C appunto, cioé questo, composto da 6401 test (contro i 100 di Acid3) in cui i risultati sono un po’ diversi effettivamente:

Insomma, pochi cazzi, IE9 e assolutamente aderente agli standard W3C. Promosso.

 

Sicurezza

Social Engineering Proof: se non lo sai, sallo.

Ultimo dei quattro punti che ritengo fondamentali per valutare un buon browser, la sicurezza è inevitabilmente molto importante: sono due i punti su cui bisogna fare attenzione: la presenza nel browser di “buchi” utilizzabili dai cattivoni per accedere al vostro computer o installare merda a vostra insaputa e, ancora più importante oggi, la presenza di controlli e sistemi automatici che prevengano la pratica del social engineering.

Il primo punto è diventato ultimamente molto importante per Microsoft, tanto che escono aggiornamenti a nastro da un po’ e in particolare è appena uscita una security update che promette di risolvere tutti i buchi e vulnerabilità presenti invece nelle versioni precedenti di IE, diciamo che è un buon inizio.

Per quanto riguarda il social engineering, cioé tutta quella serie di pratiche / codici che tentano di sfruttare le debolezze degli utenti (curiosità, superficialità e disattenzione) anziché i bug nei software per infettare il pc e propagarsi, IE9 si comporta alla grande, sbaragliando la concorrenza:

Il test è un po’ vecchiotto (scorso ottobre) e non riporta le ultime versioni di Chrome e Firefox, ma poco cambia visto che il topic qua è come si comporta IE9. E’ stato eseguito da un’azienda indipendente, la NSS Labs di Austin, Texas ed è proprio incentrato sulla capacità dei browser di individuare e bloccare ogni tentativo di social engineering.

Oltre a questo in IE9 sono state introdotte o rafforzate tutta una serie di feature dedicate alla sicurezza che vi riporto di seguito con link di approfondimento per chi volesse approfondire ulteriormente (smart ass!):

SmartScreen Filter (Migliorato da IE8):
Che cos’è?Test pratico

Download Reputation (Nuovo in IE9):
Che cos’è?Test pratico

DoNotTrack (nuovo standard W3C per garantire la Privacy implementato in IE9 e in FF4):
Che cos’è: ref1 / ref2 e qui l’annuncio di Mozilla.

Tracking Protection (una sorta di AdBlock):
Che cos’è?Esempio “live”

InPrivate Browsing (già presente da IE8), ti attiva con CTRL+Shift+P oppure cliccando il link dalla schermata “nuovo tab” oppure cliccando con il pulsante destro sull’icona nella barra delle applicazioni e selezionando “Avvia InPrivate Browsing”.

 

Altre Minchiatelle

Interfaccia, velocità, standard e sicurezza sono le cose che vi devono interessare, ma ovviamente non finisce qua. Perché lo smanettone vuole di più.

Ecco allora che IE9 offre tutte quelle feature fighette che uno cerca oggi (o che tira fuori solo per dire quanto è bello questo o quello) vedi il supporto alle estensioni (buone solo a rallentare il tutto, ma ok, usatele), la possibilità di navigare in modalità privata (così potete fapparvi su pornhub in sicurezza), il lettore integrato di RSS (molto comodo) e alcune nuove idee che mi sono piaciute molto:

La prima sembra una minchiata, ed è stata introdotta in realtà da IE8, ma nell’uso quotidiano non lo è: se si seleziona un testo compare una freccetta che se premuta apre un menù contestuale interessante:

Le voci del menù si chiamano “acceleratori” e il tutto si può personalizzare, c’é un po’ di tutto. E’ comodo: quando si capisce la potenzialità diventa molto utile.

La seconda è la possibilità di “pinnare” un sito internet nella taskbar o nel menù Start di Windows, come se fosse un’applicazione. Non solo: Microsoft ha messo a disposizione degli sviluppatori dei nuovi tag “META” che consentono la personalizzazione di questo pin, con tanto di aggiunta di voci di menù aggiuntive che magari puntano ad altri servizi del sito… oltre a personalizzare icona e colore delle frecce avanti e indietro (freccette verde lega nerd FTW!)… molto figo, un’opportunità per i siti di guadagnarsi un posto d’onore.

E si, Lega Nerd supporta già il pinning per Internet Explorer 9: se ci leggete da IE9 allora che state aspettando a pinnarci in taskbar? fatelo. Ora.

Altra fighetteria indispensabile è la nuova Developer Toolbar: È come Firebug di Firefox, ma è integrata (si apre premendo F12) era già presente in IE8, ma in IE9 ha delle features in più.

 

Conclusione

Internet Explorer 9 mi ha stupito, è un ottimo browser.

Internet Explorer 9 mi ha stupito. Da bravo hater di Microsoft davo per scontato tante cose che in passato erano vere, ma devo dire che questa volta Microsoft mi ha stupito di brutto.

IE9 è un ottimo browser, aggiornate i vostri computer per cortesia a prescindere: sovrascrivete quei maledetti IE6, 7 o 8 che avete ancora su Windows.

Aggiornate Internet Explorer perché questa volta ne vale la pena, potreste ritrovare un vecchio amico o comunque stupirvi di quanto ad oggi le differenze tra i tre maggiori browser (Chrome 10, Firefox 4 e Internet Explorer 9) siano talmente piccole da incrinare le convinzione di qualunque fanboy in circolazione.

Facciamo in modo che il conto alla rovescia per la morte di IE6 duri ancora poco, aggiornate quel cazzo di browser, grazie:

Download Internet Explorer 9

itomi

Antonio Moro a.k.a. itomi

Fondatore e capo redattore di Lega Nerd. Scrivo editoriali e recensioni su tecnologia, innovazione e pop culture. Mi occupo di UI/UX e direzione creativa, soprattutto su progetti web e gaming. Faccio cose e conosco gente su internet dal 1996. Più info su antoniomoro.com e itomicreative.com
Aree Tematiche
Internet Recensioni Windows
Tag
lunedì 18 aprile 2011 - 15:32
Edit

Lega Nerd Podcast

Lega Nerd Live

LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd