Terry Pratchett

10 anni fa

I suoi libri sono i più rubati d’Inghilterra.
[risvolto di copertina]

Quale migliore modo di presentarvi questo autore se non tramite le parole riportate sul risvolto di copertina di tutti i suoi libri?

Terry Pratchett è nato in Inghilterra nel 1948. Ha cominciato a lavorare come giornalista nel 1965: tre ore dopo aveva già visto il suo primo cadavere. Dopo aver svolto praticamente qualsiasi incarico in un giornale di provincia, è stato assunto da un Ente di grande importanza nel campo della produzione di energia ed è diventato addetto stampa di ben quattro centrali nucleari. Avrebbe senz’altro scritto un libro su quest’esperienza, se fosse stato convinto di poter trovare almeno un lettore disposto a credergli.
Le cose sono cambiate nel 1987, quando è diventato più che evidente che scrivere le storie del «Mondo Disco» era molto più divertente che lavorare sul serio. Da allora i suoi libri si sono conquistati un posto fisso nelle classifiche dei best seller inglesi.
Vive nel Wiltshire con sua moglie Lyn e con sua figlia Rhianna. Coltiva piante carnivore nella sua serra e ama ripetere che scrivere è la cosa più divertente che si possa fare da soli.

Nel Regno Unito la tiratura dei suoi libri è seconda solo a quelli della Rowling (Harry Potter) il che depone a suo favore per ben due motivi:
1) vuol dire che i suoi libri piacciono.
2) vuol dire che i suoi libri piacciono molto, se riesce a vendere così tanto senza appoggiarsi alla miriade di bambini-adolescenti “stregati” dall’universo Harry Potter (che, ricordiamolo, ha avuto una spinta colossale dal cinema).

In Inghilterra PTerry (questo il suo nickname sul newsgroup a lui dedicato) è una specie di mito: nel 1988 è stato insignito del titolo di Ufficiale dell’Order of the British Empire (OBE) per servizi alla letteratura, nel 1999 gli è stato conferito il dottorato honoris causa in Lettere dall’Università di Warwick e nel gennaio 2009 è stato insignito del titolo di Cavaliere dalla regina Elisabetta.

Così Pterry parla dei suoi interessi:

Scrivere, camminare, i computer, la vita.

A causa della brillante ironia e della comicità autoironica che permea tutte le sue opere, Terry Pratchett è stato più volte paragonato a Douglas Adams, una delle divinità maggiori del nostro pantheon nerd, in termini che possono essere riassunti così:

Ciò che DNA è stato per la fantascienza TP lo è per il fantasy.
NB: per chi non lo sapesse, DNA è il soprannome di Douglas Noel Adams ;)

I suoi romanzi si dividono in cicli, come quelli di ogni narratore del genere fantasy e quelli che mi sento di consigliare senza remore sono:

– Il ciclo di Scuotivento.
– Il ciclo della Morte.
Qui per farvi un’idea delle trame dei romanzi

Sito Ufficiale
Pagina Wiki

Lucca Changes: lo spazio dedicato al Fantasy e ai ragazzi
Lucca Changes: lo spazio dedicato al Fantasy e ai ragazzi
Viaggio nel mondo dell’editoria fantasy - UltraPop Festival 2020
Viaggio nel mondo dell’editoria fantasy - UltraPop Festival 2020
Il Fantasy all'italiana
Il Fantasy all'italiana
Perché la serie TV di The Witcher avvicinerà il pubblico femminile alla Saga di Geralt
Perché la serie TV di The Witcher avvicinerà il pubblico femminile alla Saga di Geralt
The Witcher: la Kikimora e un bestiario che prende vita
The Witcher: la Kikimora e un bestiario che prende vita
La Guida Galattica per Autostoppisti diventa una serie TV
La Guida Galattica per Autostoppisti diventa una serie TV
Il sognatore di Laini Taylor
Il sognatore di Laini Taylor