Warehouse 13

10 anni fa

Una serie che su SyFy (l’ex SciFi Channel) fa più ascolti di Battlestar Galactica deve avere sicuramente qualcosa che la renda meritevole di esser vista, e potete stare sicuri che ne rimarrete soddisfatti.

Tutto inizia con una strana signora, la Signora Frederic, che compare davanti a due agenti governativi, Pete Lattimer (Eddie McClintock) e Myka Bering (Joanne Kelly), annunciandogli che sono stati trasferiti ad una sezione dei servizi in South Dakota.
Qui però c’è solo un magazzino nel mezzo del nulla: entrandoci, scopriranno pian piano le peculiarità della “soffitta dell’America”, il luogo dove vengono raccolti gli artefatti pericolosi per l’umanità (la sfera dello Studio 54, lo specchio di Lewis Carroll) esistente da svariati secoli passando di volta in volta alle culture dominanti dell’epoca -nella storia del magazzino si racconta sia passato dalla Macedonia di Alessandro, dall’Egitto Tolemaico e così via-.
Il loro lavoro sarà recuperare questi artefatti capitanati da Arthur Nielsen (Saul Rubinek, l’avete intravisto in Lost, chi indovina che ruolo ha interpretato?) e assistiti da Leena (Genelle Williams), la proprietaria -con un tocco soprannaturale- del Bed&Breakfast del paesino sperduto che gli ospita, e da Claudia, la più nerd del gruppo, che entrerà nel Magazzino nel corso della prima stagione.

La serie si sviluppa mischiando una trama orizzontale (i rapporti tra i vari protagonisti e la tutela del magazzino) e la componente procedural (l’artefatto del giorno) senza mai prendersi sul serio e ha degli elementi che la rendono veramente nerd: ricordando X-Files e Relic Hunter, cita altre serie (trekkies ci siete?) e sfrutta guest star d’eccezione (da Eureka arriva un personaggio della serie, ma compaiono attori che si sono visti in Firefly e Smallville) per non parlare poi delle situazioni e degli artefatti che vengono proposti.

Va in onda d’estate su SyFy, in Italia arriva nei primi mesi dell’anno su Steel (sta finendo la seconda stagione), e le stagioni sono composte di 13 puntate (il pilot è una puntata doppia e la seconda stagione ha dodici puntate più uno special natalizio con babbo natale :rofl: ). Sta passando in questo periodo alle 19.30 su Rai4.

Non riuscirei a rendere altro merito ad una serie iniziata in sordina -ho odiato la seconda parte del pilot dedicata a Lucrezia Borgia- ma che col passare delle puntate mi ha intrippato sempre di più senza spoilerare troppo, pertanto chiudo con uno spoiler contenente un video musicale tratto da ambedue le stagioni giusto per farvi capire a cosa andrete incontro:

Spoiler


[LN series] – LN Series è una rubrica che recensisce per LN i migliori telefilm del presente e del passato

Black Science: quando è la scienza a diventare proibita
Black Science: quando è la scienza a diventare proibita
Final Space
Final Space
Il Trono Del Re: il Giorno del Fumetto, Marvel Legacy e Lake Of Fire
Il Trono Del Re: il Giorno del Fumetto, Marvel Legacy e Lake Of Fire
The long way. Il lungo viaggio di Becky Chambers
The long way. Il lungo viaggio di Becky Chambers
Turbocomics: da Secret Empire a Legacy, ecco il nuovo volto di Marvel Comics
Turbocomics: da Secret Empire a Legacy, ecco il nuovo volto di Marvel Comics
Artemis. La prima città sulla luna di Andy Weir
Artemis. La prima città sulla luna di Andy Weir
Sole Alto e la cine-eclittica di Matanić
Sole Alto e la cine-eclittica di Matanić