Il futuro della plastica

11 anni fa

Dei ricercatori dell’Università di San Paolo, in Brasile, stanno studiando l’applicazione di fibre ottenute da banane, ananas ed altre piante, per produrre materiali plastici più ecologici e resistenti dei classici derivati dal petrolio che usiamo ancora oggi. Alcune di queste fibre, chiamate anche fibre di nano-cellulosa, sono quasi rigide come Kevlar, il materiale celebre per essere super-resistente ed utilizzato nei giubbotti antiproiettile. A differenza del Kevlar e delle altre materie plastiche tradizionali, che come già detto prima sono derivati dal petrolio o gas naturale, le fibre di nano-cellulosa sono completamente rinnovabili.


“They are light, but very strong.”

Sembra che queste nuove fibre siano molto resistenti, 3 o 4 volte più del normale e il 30% più leggere. Si spera che in futuro molte parti delle auto quali cruscotto, paraurti, ecc. saranno fatti con queste fibre in modo da alleggerire l’auto e abbassare il consumo di carburante. Molte case automobilistiche stanno testando questi nuovi componenti e forse nel giro di un paio di anni si inizieranno ad usare.

In approfondimento qualche info su come ricavare la fibra:

[more]
Per preparare la nano-fibre, gli scienziati inseriscono le foglie e gli steli di ananas o di altre piante in un dispositivo simile ad una pentola a pressione, poi aggiungono alcuni prodotti chimici per le piante e fanno scaldare la miscela a più cicli, producendo un materiale molto fine che somiglia al borotalco. Questo processo è molto costoso ma gli scienziati hanno detto che basta un chilo di nano-cellulosa per la produzione di 100 chili della nuova plastica, super-forte e leggera.


“So far, we’re focusing on replacing automotive plastics, but in the future, we may be able to replace steel and aluminum automotive parts using these plant-based nanocellulose materials.”

Gli scienziati sperano che questo nuovo tipo di plastica potrà essere usato nel campo medico, per esempio per ricostruire legamenti o giunture.
[/more]

Fonti:
Link
Wired.com
Sciencenewsline.com
Dailymail.co.uk

Bazingato da: Ciccio87

Riciclare diversi tipi di plastiche insieme: ecco come fare
Riciclare diversi tipi di plastiche insieme: ecco come fare
Biodegradare la plastica: batteri sensibili al calore ci daranno una mano
Biodegradare la plastica: batteri sensibili al calore ci daranno una mano
La Vitamina C cura il raffreddore?
La Vitamina C cura il raffreddore?
Etanolo e Biofuel
Etanolo e Biofuel
Riciclare la "plastica": perchè è (quasi) impossibile
Riciclare la "plastica": perchè è (quasi) impossibile
Un Polimero che si Autoaggiusta
Un Polimero che si Autoaggiusta
Giulio Natta: padre della plastica
Giulio Natta: padre della plastica