SELECT

Un po’ di cose che sarebbe bene smettiate di non sapere

12 anni fa

15 minuti

”Grandpa, what was like in the Before time?”
“It was hell. People went around sayng glass was a slow-flowing liquid.
You folks these days don’t know how good you have it”

Letta la strip qui sopra è quasi impossibile non voler dare un’occhiata a questa pagina di wiki. Saltando il fatto che la firma della Dichiarazione di Indipendeza americana del 4 Luglio del 1886 in realtà è avvenuta il 6 agosto e un bel po’ di altre cose sulle quali penso che solo gli anglofoni potevano sbagliarsi (come la parte su con che cosa fare sesso per mettersi a riparo dall’aids che trovate scorrendo qua), ho raccolto un po’ di cosine che magari vi possono interessare.
Sicuramente molte, da bravi nerd, già le conoscete, altre magari potete approfondirle. Per le fonti ho fatto riferimento alla pagina succitata e ad un po’ di conoscenze personali.

I temi sono trattati, per ragioni di spazio, in modo sintetico, quindi a volte anche superficiale, non vi scandalizzate se magari sono la vostra materia di studio da una vita e chissà quante precisazioni ci sarebbero da fare. A me basta che non siano errate. Se avete altro da aggiungere o far notare errori basta che me lo diciate sotto e sistemo. E se ve lo state chiedendo… Si, probabilmente è l’articolo più lungo di Lega Nerd mai pubblicato fin’ora.

Un po’ di sano nozionismo nerd non guasta mai. Favvate e sharate la canoscenza. E non sarete più costretti, come dice xkcd, a spiegare alle persone che il vetro non è un liquido ipervischioso.

1. Non c’è alcuna prova che i Vichinghi indossassero corna sui loro elmi.
[more]Se volete fare carriera in qualcosa che richieda un sacco di combattimento corpo a corpo non indossate nulla che possa essere facilmente afferrato dai nemici. Questo è il motivo per cui i poliziotti quando indossano la cravatta tengono anche la clip per assicurarla al petto. Ed è lo stesso per cui i vichinghi evitavano di tenere due grossi affari sulla testa che sarebbero stati solo delle ottime maniglie per nemici. (grazie a BlueCarolina)[/more]

2 Non c’è alcuna prova che le cosiddette “vergini di ferro” siano state inventate nel Medioevo o che siano mai state davvero usate nelle torture.
[more]Eppure sono state mostrate in passato a più riprese attraverso costruzioni reali. La spiegazione è che nel diciottesimo secolo vennero costruiti molti artefatti tratti da pezzi di altri attrezzi allo scopo di avere oggetti spettacolari da mostrare nei musei per esibizioni a pagamento.[/more]

3 I problemi di Cristoforo Colombo per ottenere fondi e appoggi per la sua impresa nel nuovo mondo non era osteggiata dalla credenza europea che la terra fosse piatta.

[more]I marinai e i navigatori sapevano bene che la Terra fosse sferica, ma (giustamente) non erano d’accordo con la stima di Colombo sulla distanza dell’India, che per lui era 1/6 di quella reale. Se l’America non fosse esistita e Colombo avesse dovuto davvero procedere fino all’India o sarebbe morto di fame oppure avrebbe subito un ammutinamento o un naufragio.

Tutto il suo viaggio era basato su un errore. E i suoi detrattori, in fondo, avevano ragione. Diciamo che fu una situazione piuttosto confusa. La cosa sicura è che le classi colte sapevano che la Terra fosse sferica già dai tempi di Aristotele e Platone. Basti pensare alla precisissima misurazione del diametro terrestre fatta da Eratostene nel terzo secolo prima di Cristo. Inoltre la sfericità del globo era un dato certo per i marinai, che ne avevano prove comuni, ad esempio, nell’osservare come una nave che si avvicinasse dall’orizzonte mostrasse prima il pennone più alto e poi il resto via via più in basso.[/more]

4 Napoleone non era particolarmente basso.
[more]Misurato alla morte egli era quasi un metro e settanta di altezza e per il tempo era nella media. La nascita del soprannome “le Petit Caporal” è solo oggi da pochissimi spiegata come frutto della sua reale statura, infatti sembra sia dovuto principalmente all’effetto che il generale produceva camminando accompagnato dalla Guardia Imperiale francese, composta da uomini molto alti e imponenti, che lo facevano sfigurare e sembrare un nanerottolo a confronto.[/more]

5 Quando c’era Mussolini i treni non partivano in orario.
[more]Ebbene si… Neanche questa è vera. Wikipedia fa riferimento alle frequenti dispute fra i sindacati e il dittatore che creavano non pochi disservizi sulla rete durante il Ventennio.[/more]

6 La Grande Muraglia Cinese non è visibile ad occhio nudo dalla Luna, e neanche dall’orbita.
[more]Jay Apt, astronauta dello Shuttle, ha confermato che la Grande Muraglia non è distinguibile già a 180 miglia di altitudine e che l’unico segno umano distinguibile da lassù sono le luci delle città sul lato in ombra del nostro pianeta. La leggenda metropolitana deriverebbe da Richard Halliburton che diffuse la storia decine di anni prima del primo volo spaziale.[/more]

7 I buchi neri non sono l’“aspirapolvere” dello spazio.
[more]I buchi neri sono generati dal collasso di una stella enorme alla fine del suo “ciclo vitale” attraverso un processo esplosivo. In accordo con l’equivalenza massa-energia questo vuol dire che il buco nero risultante dal collasso avrà una massa inferiore della stella che lo ha generato e conseguentemente un’attrazione gravitazionale minore.
Un buco nero occupa uno spazio molto minore rispetto ad una stella, ma molto più densamente. La sua forza di attrazione è forte, ma solo molto vicino alla sua superficie. Per capirci, se il Sole fosse sostituito da un buco nero di massa identica i pianeti del sistema solare non sentirebbero alcun effetto.[/more]

8 La Terra non è più vicina al Sole durante l’estate, né più lontana durante l’inverno (almeno non nel nostro emisfero).
[more]Le stagioni non sono date dalla distanza della Terra dal Sole ma dall’inclinazione dell’asse terrestre rispetto alla direzione dei raggi che provengono dalla nostra stella. La Terra si inclina sull’asse dei poli durante l’anno, permettendo che i raggi del Sole siano più efficaci una volta su un emisfero e una volta sull’altro. Nello specifico dell’emisfero boreale (il nostro) è estate addirittura quando la Terra si trova più lontana dal Sole, e viceversa.
[/more]

9 La storia per cui il verso delle oche non genera eco è falsa.
[more]Il loro verso genera un’eco, sebbene può essere molto difficile udirlo per l’orecchio umano in alcune circostanze perchè esso parte simultaneamente al finire del verso dell’oca. (grazie ad eagle1 per la precisazione) [/more]

10 Il fatto che i pesci rossi abbiano una memoria di soli tre secondi è falsa.

11 I pipistrelli non sono ciechi.
[more]Mentre molti di loro usano un sistema di ecosonar naturale per migliorare la loro percezione dello spazio e degli oggetti, tutte le specie di pipistrello hanno occhi in grado di vedere.[/more]

12 Gli struzzi non mettono la testa sotto la sabbia.
[more]La storia risale all’abitudine degli struzzi maschi di scavare delle buche piuttosto grandi nella sabbia per difendere le uova. Infatti, messe nella buca, non possono essere viste dai predatori che scrutano la prateria. In seguito a turno il maschio e la femmina si posano sulle uova per covarle alzandosi spesso per rigirarle con il becco dentro alla fossa. Da lunghe distanze è questo a generare l’illusione che gli struzzi infilino la testa sottoterra.[/more]

13 Non è vero che secondo i calcoli i calabroni non sarebbero in grado di volare.
[more]Uno scienziato tedesco postulò nel 1930 che su base teorica i calabroni non potevano essere in grado di volare. Sebbene ritirò subito dopo la questione, era ormai diventata celebre la frase “misurate le caratteristiche del calabrone egli non è in grado di volare, vola perché non lo sa”. Questa frase, in mille altre versioni, si dice fosse stata addirittura vergata all’entrata di un’università di Oxford (ma anche qui non ho trovato alcun riscontro reale). Se volete approfondire la questione di come volino, oggi ampiamente svelata dalla scienza, vi consiglio questo ottimo post di Aternix sull’argomento[/more]

14 Gli uomini non hanno solo cinque sensi.
[more]Secondo la definizione più ampia di senso l’uomo ne possiederebbe addirittura una ventina. La classica divisione in cinque tipi di possibilità di fare esperienza del mondo deriva addirittura da Aristotele ed è sopravvissuta perché intuitivamente sembra piuttosto ovvia. In realtà praticamente ogni tipo di stimolo che siamo in grado di riconoscere, sia di noi sia del mondo circostante, andrebbe contato come un altro senso.
Alcuni esempi? La capacità di sentire caldo o freddo, quella di percepire l’accelerazione e l’equilibrio, la capacità di sentire dolore, la propriocezione del proprio corpo, addirittura lo stimolo ad urinare e così via…

Non ditelo a James Cameron. [/more]

15 I gusti primari non sono quattro ma cinque.
[more]Accanto all’amaro, all’aspro, al salato e al dolce c’è l’umami. Esso è il “sapore di buono” secondo la parola giappa che gli dà il nome. E’ tipico dei cibi ricchi di proteine e può essere definito come appetitoso, saporito; per capirci è quel che sentiamo addentando un Big Mac o qualsiasi altra porcata (con bacon ovviamente). Non c’è bisogno di dire che è infatti il sapore più ricercato nella produzione di junk food e cibo da catene di fast food. Tecnicamente è la percezione del sapore del glutammato monosodico. Pertanto se isolato e aggiunto successivamente qualsiasi cosa diventa “inspiegabilmente” più buona. Piccola curiosità: funziona solo con i cibi salati, un dolce a cui viene aggiunto il glutammato non incontra più favori di uno senza. (Grazie a chopper per la precisazione)[/more]

16 I tori non diventano furiosi alla vista del colore rosso.
[more]I drappi rossi, usati comunemente dai matador professionisti, non sono la causa delle cariche dei tori per un motivo semplicissimo: i tori hanno una visione dicromatica. In poche parole vedono il mondo a due colori e il rosso a loro non appare neanche più brillante di altre tinte. Quel che li fa infuriare è il movimento studiato e fastidioso del drappo da parte del torero.[/more]

17 L’evoluzione non è la progressione da forme inferiori a forme superiori di organismi.
[more]A parte il fatto che sarebbe alquanto poco significativo imporre una scala di cose “superiori” e “inferiori” per degli organismi, è assodato che una popolazione può evolvere semplificandosi (dove per superiorità evolutiva si intenda maggiore complessità). E in questo caso non si può neanche parlare correttamente di una “devoluzione”.[/more]

18 Il vetro, a temperatura ambiente, non è un liquido ad altissima viscosità.
[more]Il vetro a temperatura e pressione ambientale è un solido amorfo. L’idea che invece sia un liquido viscosissimo diffusasi nei secoli precedenti deriva dal maggiore spessore che i vetri montati avevano nella parte inferiore. Ciò dava l’illusione che essi fossero lentamente “colati”, mostrando la natura liquida a temperatura ambiente del vetro. In realtà l’errore proviene dai difetti di fabbricazione del vetro fino ad un secolo fa, che generava lastre con una parte più spessa e una più sottile per via delle impurità che si agglomeravano da un lato. A fare il resto furono i montatori che usavano porre in basso la parte più spessa perché naturalmente ritenuta più resistente.[/more]

19 Radersi non rende i peli più spessi o scuri.
[more]L’illusione è data dal tipo di taglio che genera la lametta, che conferisce una superficie maggiore al pelo, facendolo sembrare più spesso e denso. (Questa sinceramente non mi ha convinto molto)
[/more]
20 I capelli e le unghie non continuano a crescere per giorni dopo la nostra morte.
[more]Anche qui si tratta di un’illusione, in realtà è la pelle intorno alle dita e la cute a ritirarsi e rilassarsi. I capelli e le unghie non crescono ma è come se tutto il materiale cheratinico fosse più esposto.[/more]

21 I prodotti per la cura dei capelli come lo shampoo e il balsamo non riparano i capelli danneggiati.
[more]Brutte notizie donzelle. In realtà i capelli vengono solo “ricoperti” di sostanze che danno un’immagine “salutare” ai vostri capelli. Per sistemarli davvero bisogna fare altro…[/more]

22 Non c’è alcuna prova scientifica che lo zucchero causi disturbi da iperattività o simili nei bambini.
[more]Molti studi accurati a riguardo hanno dimostrato come addirittura i bambini affetti dal cosiddetto disordine dell’attenzione\iperattività non mostrino alcuna differenza nel comportamento se farciti di glassa. E’ invece vero che può creare dipendenza. (grazie ad Elmook per l’aggiunta)[/more]

23 L’alcool non riscalda!
[more]L’alcool non ci rende più caldi. La sensazione di calore è infatti un’illusione data al nostro corpo dalla dilatazione e la stimolazione dei nervi superficiali data dall’alcool. Ciò porta ad un maggiore afflusso di sangue caldo sulla superficie della pelle che, all’opposto, permette un maggiore scambio di calore con l’esterno abbassando di fatto la temperatura corporea.[/more]

24 L’alcool non brucia le cellule del cervello (evvai).
[more]Si ritiene comunemente che l’alcool distrugga le cellule cerebrali. Ciò è vero solo nel caso degli alcolizzati cronici più gravi. Per tutti gli altri non c’è alcuna prova che l’alcool uccida direttamente i nostri poveri neuroni. E’ comunque doveroso ricordare che un uso smodato, soprattutto in età adolescenziale può provocare alla lunga problemi al cervello. (grazie ad Elmook)[/more]

25 Gli uomini non pensano al sesso ogni sette secondi (e neanche molto di più).
[more]Non esiste alcuna prova statistica in grado di dimostrarlo (anche se gli scienziati evidentemente ieri non hanno letto Lega Nerd), gli studiosi si sbilanciano solo sul fatto che di sicuro è una frequenza molto esagerata.[/more]

26 E’ semplicistico dividere nettamente le capacità cerebrali fra emisfero destro e sinistro.
[more]A parte il caso di danneggiamenti del cervello in tenera età che portano ad un sopperimento di un emisfero delle mancanze dell’altro in media le abilità (come il controllo motorio, la memoria e il ragionamento in generale) sono fornite allo stesso modo dalle due parti.[/more]

27 Le persone non usano solo il 10/20/2% (a seconda della fonte della leggenda) del loro cervello.
[more]E’ una qatsata, c’è poco da dire. L’origine è da riconoscere a William James, padre della psicologia americana, che sembra usò questa espressione in modo metaforico, all’inizio del ventesimo secolo, per indicare l’impossibilità di rivelare perfettamente l’attivazione di tutte le parti del cervello. Un po’ di carenze tecniche e la volontà di sentirci tutti dei supereroi quiescenti ha fatto il resto. In realtà i neuroni costantemente attivati sono pochi, ma anche quelli poco usati sono comunque sfruttati e fondamentali. (grazie ad Elmook per le precisazioni)[/more]

28 La febbre (se non oltre i 41.5 C°) non danneggia il cervello.
[more]E’ anzi indice del corretto funzionamento del sistema immunitario che per combattere un infezione innalza la temperatura del corpo. Questo errore deriva probabilmente dal fatto che la febbre aumenta il bisogno del corpo di acqua. In passato si sottovalutava questo lato e la disidratazione provocava davvero danni.[/more]

29 I sonnambuli possono essere svegliati senza problemi.
[more]A parte che saranno disorientati e che si incazzeranno per averli svegliati dargli una scrollatina non darà altri problemi. Il fatto è che questa storiella probabilmente dava il destro a troppi scrittori di barzellette per non essere presa come vera e diffusa.[/more]

30 Una persona che sta affogando non agita le braccia e non urla “aiuto!”.
[more]Per la risposta istintiva all’annegamento degli uomini questo è impossibile, se lo fa siamo in presenza di “angoscia da acqua”. Quindi la prossima volta non aspettate che qualcuno lo faccia, succedeva solo su Baywatch.[/more]

31 0.9 periodico è uguale ad 1.
[more]Questa ce la spiega Pazqo. M’astengo, non l’ho proprio capita.
[/more]
32 L’effetto Coriolis non determina la direzione di rotazione dell’acqua negli scarichi.
[more]Non andate a controllare nei vostri cessi. L’effetto Coriolis (derivante dalla rotazione terrestre sul suo asse) è troppo debole perché agisca a questi livelli così particolari. In più, in media, l’acqua viene immessa negli scarichi con un angolo preciso, che vizierà tutta la successiva rotazione.[/more]

33 Non è vero che l’aria ci mette lo stesso tempo per scorrere sopra e sotto l’ala di un aereo.
[more]Su Wiki dice che questo errore è comunissimo, al punto da essere ancora diffuso nei testi di addestramento dei piloti dell’aviazione. Avevo anche letto su xkcd qualcosa a riguardo ma non ho capito bene in realtà come funzioni. Praticamente dovrei rimettere in discussione tutto Bernoulli… Spiegatemelo voi.[/more]

34 Gli scarichi del bagno non vengono mai volutamente scaricati da un aereo in volo.
[more]Gli scarichi sono infatti raccolti in speciali contenitori svuotati all’arrivo. Il cosiddetto “ghiaccio blu” (cioè i residui ritrovati a terra degli scarichi degli aeroplani) è causato da perdite incidentali del carico.


[/more]

35 Le autostrade americane non sono state studiate per permettere l’atterraggio d’emergenza di un aereo ogni 5 miglia
[spoiler]Sebbene a volte giri la storia che nella costruzione delle autostrade americane abbiano fatto in modo di avere un rettilineo ogni 5 miglia per permettere l’atterraggio degli aerei questa cosa non è vera, ma in America. Durante la Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda infatti sia le strade svizzere che quelle tedesche sono state spesso studiate per permetterne l’utilizzo come piste d’emergenza in momenti di crisi.[/spoiler]

Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)
Le Sette Meraviglie del Mondo (moderno)
La Storia in breve: Il mito dei Cannibali
La Storia in breve: Il mito dei Cannibali
Carta-Forbice-Sasso-Lucertola
Carta-Forbice-Sasso-Lucertola
Cristoforo Colombo e i Dotti di Salamanca
Cristoforo Colombo e i Dotti di Salamanca
Darwin e Lamarck: lo scontro infinito sull'evoluzione
Darwin e Lamarck: lo scontro infinito sull'evoluzione
Il Calendario Cosmico
Il Calendario Cosmico
La Storia del Proibizionismo in America
La Storia del Proibizionismo in America