28 bufale su Fukushima #LegaNerd

Fukushima

Dopo il meraviglioso articolo di qualche settimana fa scritto dal mio amico e collaboratore esterno Ing. Nuculare continua l’invasione di disinformazione galoppante in merito.

Ieri l’altro è stata pubblicata questa notizia che sta facendo ancora una volta il giro della rete:

Ecco le dimostrazioni che Fukushima sta devastando il pianeta e minacciando l’intera umanità !!
Stiamo parlando di un disastro nucleare che è assolutamente senza precedenti, ed è in costante peggioramento. I seguenti sono 28 segni che la costa occidentale del Nord America è assolutamente bombardata con radiazioni nucleari di Fukushima e l’umanità è a rischio.La mappa a sinistra viene dal centro di verifiche emergenze nucleari. Essa mostra che i livelli di radiazione presso le stazioni di monitoraggio delle radiazioni in tutto il paese sono elevati. Come si può notare, questo è vero soprattutto lungo la costa occidentale degli Stati Uniti.Ogni singolo giorno, 300 tonnellate di acqua radioattiva da Fukushima entrano nell’Oceano Pacifico. Ciò significa che la quantità totale di materiale radioattivo rilasciato da Fukushima è in costante aumento, ed è in costante aumento (la radioattività NdT) nella nostra catena alimentare.

Stavolta non mi avvalgo dell’aiuto dell’Ingegnere in quanto con l’aiuto di Marco Galassi (follower sui social network) snopes, skeptoid, southernfriedscience e google sono stato in grado di tradurre e/o sbufalare i 28 punti.

Partiamo dall’immagine che accompagna l’allarme, immagine che dovrebbe mostrarci la radioattività emanata da Fukushima nel 2013…peccato la foto abbia tutt’altra fonte: viene dagli archivi del NOOA (National Oceanic and Atmospheric Administration) ed è stata realizzata subito dopo il terremoto di Tohoku nel 2011, e mostra l’altezza dello tsunami generatosi col terremoto. Non ha nulla a che vedere con la radioattività… L’immagine originale la trovate qui.

 

4yfx3

 

Che posso dire, io credo che già questo basti a bollare tutto l’articolo come bufala, ma proseguiamo un altro po’ guardando i 28 punti:

1. Gli orsi polari, foche e trichechi lungo la costa dell’Alaska sono affetti da perdita di pelo e ferite aperte…

Come spiega Reuters nell’articolo originale in merito:
Reuters noted that preliminary studies do not support a theory that the disease is due to contamination from the tsunami-wrecked Fukushima nuclear plant in Japan. Fonte

 

2. C’è una epidemia di leoni marini morti lungo la costa della California.

Ma ad oggi la causa è stata identificata con morte da fame, non da radiazioni, la carenza di pesce nella zona (non collegata a Fukushima) è da ritenersi la causa. Fonte

 

3. Lungo la costa del Pacifico del Canada e dell’Alaska, la popolazione di salmone rosso è a un minimo storico . Molti stanno incolpando Fukushima.

Ma è da svariati anni che la popolazione del salmone è in drammatico calo, senza che per questo c’entri qualcosa Fukushima. Fonte

4. Qualcosa sta causando a molte specie di pesce lungo la costa ovest del Canada il sanguinamento dalle loro branchie, pance e bulbi oculari .

La causa è stata identificata in una setticemia emorragica, una malttia che colpisce svariate specie nell’oceano Pacifico, non collegata a radiazioni.
E guarda caso ne sono affetti anche pesci che non hanno contatti con l’oceano pacifico.

 

5. Un vasto campo di detriti radioattivi da Fukushima, che è circa la dimensione della California ha attraversato l’Oceano Pacifico e sta iniziando a entrare in collisione con la costa occidentale.

La maggior parte dei detriti che stanno raggiungendo la California vengono dal terremoto e relativo tsunami del 2011, è possibile che vi sian anche detriti provenienti dall’incidente di Fukushima, ma sono una minuscola parte del mucchio. Che invece la mucchia di detriti sia grande come la California è una boiata grande come la California!

 

6. Viene previsto che la radioattività delle acque costiere al largo della costa occidentale degli Stati Uniti potrebbe raddoppiare nel corso dei prossimi 5-6 anni.

Vero, ma anche raddoppiasse rispetto a quella attuale saremmo sempre nei limiti consentiti e non dannosi per gli esseri viventi. Fonte

 

7. Gli esperti hanno scoperto livelli molto elevati di cesio-137 nel plancton che vive nelle acque dell’Oceano Pacifico tra le Hawaii e la costa occidentale.

8. Un test in California, ha scoperto che 15 su 15 dei tonni rossi esaminati sono stati contaminati con radiazioni da Fukushima.

Queste le si sbufala insieme, si è vero è stato trovato del Cesio 137 (sia nel plancton che nei tonni), ma la persistenza del cesio è circa 70 giorni, dopo di che diventa innocuo, a differenza di altri metalli pesanti come il mercurio che però non sono stati trovati.

 

9. Già nel 2012, il Vancouver Sun ha riferito che il cesio-137 veniva trovato in una percentuale molto alta dei pesci che il Giappone stava vendendo in Canada…
10. Autorità canadesi stanno trovando livelli estremamente elevati di radiazioni nucleari in alcuni campioni di pesce …

Anche queste due insieme… l’inutilità di scriver punti in più: può essere che vi sia stato qualche caso, ma le autorità Giapponesi hanno da tempo vietato pesca e commercio attorno all’area interessata, facendo esaustivi controlli sul pescato di tutte le altre zone.

 

11. Alcuni esperti ritengono che abbiamo potuto vedere casi elevati di cancro lungo la costa occidentale solo da persone che mangiano pesce contaminato…

Balle, le radiazioni addizionali che possono provenire da Fukushima sono state misurate da 0.9 a 4.7 μSv (la prima riferita a chi consuma pesce la seconda a chi lo pesca).

Queste dosi sono paragonabili a quelle che si assumono normalmente in svariati altri alimenti, o anche soltanto viaggiando molto in aereo.

Si ritiene che possa incidere sulla formazione di tumori fatali con due casi in più su 10.000.000 di cittadini esposti alle radiazioni in maniera simile, 2 su 10milioni… non grandi cifre. Fonte

 

12. BBC News ha recentemente riportato che i livelli di radiazioni intorno Fukushima sono ” 18 volte più elevato “di quanto si credesse.

Può essere ma gli studi dicono che siamo ancora dentro i livelli di sicurezza, senza rischio di superarli.

 

13. Uno studio finanziato dall’UE ha concluso che Fukushima ha rilasciato fino ad ora 210 quadrilioni becquerel di cesio-137 in atmosfera.

Questa è favolosa, cita numeri, cita dati, ma senza nessun confronto… per capirci, le radiazioni totali che provengono dall’incidente di Fukushima sono state ad oggi calcolate come il 5,5% di quelle che furono rilasciate nell’incidente di Chernobyl. Parliamone…

 

14. La radiazione atmosferica da Fukushima ha raggiunto la costa occidentale degli Stati Uniti nel giro di pochi giorni nel 2011.

Vero, ma subito è stata bollata come NON pericolosa, i livelli erano bassissimi.

 

15. A questo punto, 300 tonnellate di acqua contaminata si riversano nell’Oceano Pacifico da Fukushima ogni singolo giorno.

300 tonnellate suona aggressivo… ma una piscina olimpionica ne contiene 2500… l’oceano è decisamente più grande di una piscina olimpionica.

 

16. Un ricercatore di chimica marina dell’Agenzia giapponese di Meteorological Research Institute del dice che “30 miliardi di becquerel di cesio radioattivo e 30 miliardi di becquerel di stronzio radioattivo” vengono rilasciate nell’Oceano Pacifico da Fukushima ogni singolo giorno.

17. Secondo la Tepco, un totale compreso tra 20 mila miliardi e 40.000 miliardi di becquerel di trizio radioattivo sono stati riversati nell’Oceano Pacifico dopo il disastro di Fukushima ha iniziato.

Un’altra risposta per due punti, stavolta vaga, visto che non ho trovato la fonte principale delle due notizie per poterla confrontare, non so che attendibilità abbiano, e che cosa significhino i numeri…è pericoloso? è così anormale, boh?

 

18. Secondo un professore dell’Università di Tokyo, 3 gigabecquerels di cesio-137 scorrono nella porta di Fukushima Daiichi ogni singolo giorno.

Che professore? Quando l’ha detto? In che contesto? Paragonandolo con Chernobyl come si confronta?

 

19. Si stima che, rispetto a Chernobyl, fino a 100 volte di più di radiazioni nucleari sono state rilasciate in mare a Fukushima rispetto a quanto è stato rilasciato durante l’intero disastro di Chernobyl.

Ma avete presente dove si trova Chernobyl e dove si trova Fukushima? Che cosa vuol dire sta frase? Una delle due è sull’oceano l’altra si trova in mezzo dell’Ucraina… Ovvio che chi è sull’oceano contamini di più di chi non c’è… no?

 

20. Uno studio recente ha concluso che un grande aggregato di cesio-137 dal disastro di Fukushima inizierà a fluire nelle acque costiere degli Stati Uniti all’inizio del prossimo anno …

21. Viene previsto che livelli significativi di cesio-137 si raggiungeranno in ogni angolo del Pacifico entro il 2020 .

Fonte? Perché anche io sono capace di sparare boiate, ma perché siano credibili ci vuole una fonte verificata, e qui manca.

 

22. Viene previsto che l’intero Oceano Pacifico sarà presto contaminato con “livelli di cesio da 5 a 10 volte superiore” rispetto a quello che abbiamo visto durante l’epoca di pesanti prove di bombe atomiche nell’oceano Pacifico molti decenni fa.

Anche qui mi manca una fonte da verificare, non avendola non posso far molto, ma credo che le stime siano molto esagerate.

Si parla di circa 4000 volte l’impatto di Hiroshima, ma nel pacifico si sono fatte detonare atomiche d’impatto mille volte superiore per decine e decine di test, altri 193 test sempre con bombe di impatto superiore a quello di Hiroshima sono state fatte esplodere in Polinesia… quindi non credo proprio si possa fare questo confronto…

 

23. Le immense quantità di radiazioni nucleari entrati in acqua nel Pacifico hanno provocato l’ambientalista-attivista Joe Martino ad emettere il seguente avviso

“I vostri giorni fatti di mangiare pesce dell’Oceano Pacifico sono finiti.”
Bufala disinformativa, la frase è di Gary Stamper, e Gary Stamper è un altro attivista anti nucleare.

 

24. Lo iodio-131, cesio-137 e stronzio-90 che sono costantemente in arrivo da Fukushima stanno andando a influenzare la salute di coloro che vivono nell’emisfero nord per un tempo molto, molto lungo. Basta considerare quello che Harvey Wasserman aveva da dire su questo …

Citare un attivista anti nucleare come Wasserman per dirci che il nucleare è brutto è facile, peccato che si evitino di citare studi scientifici a supporto della cosa, credo perché non ce ne sono.

 

25. Secondo un recente rapporto di Infowars Planet , la costa della California si sta trasformando in una “zona morta”…

Ma non diciamo bufalate, l’articolo di Infowars è di Agosto 2013, avete amici che abitano in California? Chiedete loro se la costa sembra una zona morta, chiedete loro se mancano i pesci e i molluschi…

 

26. Uno studio condotto l’anno scorso è giunto alla conclusione che le radiazioni dal disastro nucleare di Fukushima potrebbe influenzare negativamente la vita umana lungo la costa occidentale del Nord America dal Messico all’Alaska “per decenni”.

Anche qui, dov’è la fonte? Chi lo dice, con che credito scientifico?

 

27. Secondo il Wall Street Journal, la pulizia di Fukushima potrebbe richiedere fino a 40 anni per il completamento .

Anche fosse? Fatti della zona interessata, mica nostri. A parte gli scherzi, sicuramente (come con Chernobyl) ci vorranno anni prima che la zona sia dichiarabile sicura, ma questo colpisce la zona interessata dall’incidente, non il giardinetto dietro casa.

 

28.Il professore di Yale Charles Perrow avverte che se la pulizia di Fukushima non viene gestita con il 100% di precisione, l’umanità potrebbe essere minacciata per “migliaia di anni “…

Charles Perrow è un sociologo! Che cacchio ne può sapere un sociologo di radiazioni?

Aree Tematiche
Chimica Giappone Natura Scienze
Tag
Charles Perrow
Harvey Wasserman
Infowars Planet
Joe Martino
Marco Galassi
NOOA
lunedì 13 gennaio 2014
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd