Se sei uno di noi:
ajax-loader
4 Foto del profilo di thekaspa thekaspa
6
Tempo di Lettura in Minuti

Crusader Kings II

Il sogno proibito di ogni Vero Nerd™, dai tempi di Age of Empires II, è quello di andare a vivere nel Medioevo. Non potendolo fare fisicamente (a meno che a breve inventino una macchina à la Timeline di Chricton), possiamo andarci virtualmente con uno dei migliori titoli sfornati dalla Paradox Development Studio: Crusader Kings II!

In CK2 ci troveremo  catapultati nell’Europa del 1066.

In CK2 ci troveremo infatti catapultati nell’Europa del 1066 e dovremo fare in modo che la nostra dinastia attraversi sicura i secoli (fino al 1453). A seconda di dove partiremo potremo muoverci in maniera più o meno semplice lungo la scala sociale, da Conti a Imperatori (e ritorno, di solito); questo perché anche le altre casate faranno altrettanto, e avremo anche da pensare a difenderci dai Mori o dai Mongoli.

Crusaders Kings II Avvio

La politica occupa un ruolo di primo piano.

La “politica” occupa un ruolo di primo piano: potremo complottare contro le altre dinastie per arrivare a ricoprire cariche ambite o per strappargli concessioni territoriali, potremo allearci matrimonialmente e fare in modo che i nostri figli ereditino entrambi i “regni”, cercare di assassinare rivali scomodi o anche le proprie mogli per ottenere nuove alleanze.

Ma occorre fare molta attenzione, perché ad essere scoperti si rischia di avere conseguenze molto pesanti: siamo pur sempre in epoca medievale, e la scomunica non è una cosa da poco!

Altro elemento di primo piano sono le guerre.

Altro elemento di primo piano sono le guerre. I nostri feudatari ci forniranno delle truppe (a seconda di quanto ci apprezzano e delle leggi in vigore), altre ne metteremo noi e cercheremo di catturare le roccaforti nemiche prima che i loro eserciti arrivino a distruggere i nostri e a conquistarci.

Inoltre per ogni “tot” di tempo che avremo arruolato le truppe dei feudatari, questi peggioreranno la loro opinione nei nostri confronti: non è infrequente che, dopo aver avuto le truppe sollevate per lungo tempo, il feudatario arrabbiato scateni una guerra civile!

 

 

Downloadable Content

CKII

 

DLC vs Espansioni

Per CK2 la Paradox ha scelto di non rilasciare Espansioni, ma di ricorrere a DLC (Downloadable content, ma lo sapete meglio di me). Questo perché i DLC consentono di aggiungere contenuto incrementale senza obbligare l’utente a possederli tutti.

 

DLC non cosmetici

Ogni DLC aggiunge del contenuto speciale relativo a una certa “area tematica”, e viene caricato solo se il giocatore intende usarlo: le modifiche più rilevanti sono infatti inserite nelle patch ufficiali che funzionano indipendentemente dai DLC posseduti e sono disponibili per chi ha acquistato il gioco base.

Sword of Islam permette di giocare come Musulmani. In realtà si poteva fare già prima tramite console o mod,  ma il DLC ha aggiunto la decadenza (se hai troppi figli senza terra la decadenza aumenta e gli altri musulmani ti stimano meno), la poligamia (più si sale di livello e più mogli si deve avere), CB vari. Si può anche non avere, se non si intende giocare da Musulmani.

Legacy of Rome è focalizzato sull’Impero Bizantino, e aggiunge una funzionalità interessante e praticamente irrinunciabile (perché senza il DLC non può essere usata): le retinues (le guardie del corpo). Queste sono composte da soldati professionali che vengono reclutati e sono utilissime perché “costano” solo quando vengono chiamate la prima volta o quando devono addestrare nuovi uomini (dopo le battaglie), a differenza degli eserciti regolari che hanno un costo di mantenimento costante. Il DLC aggiunge anche un nuovo sistema di fazioni ed eventi specifici per le popolazioni di cultura greco/bizantina.

The Republic aggiunge la possibilità di giocare come Patrizi di una tra cinque Repubbliche mercantili (Venezia, Genova, Pisa, Gotland e l’Hansa). Anche questo serve solo se si intende fare i Patrizi.

 

DLC cosmetici

Russi a La Mecca Si tratta di DLC che si limitano ad aggiungere elementi grafici, in particolare gli Unit Pack permettono di avere unità con grafica a tema con la loro cultura di appartenenza, i Faces e Portraites aggiungono “facce” e tratti somatici a seconda della cultura, mentre i Dinasty Shields aggiungono ulteriori scudi araldici per le dinastie

  • African Unit Pack
  • Byzantine Unit Pack
  • Russian Unit Pack
  • Mediterranean Portraits
  • Mongol Faces
  • African Portraits
  • Russian Portraits
  • Dynasty Shields
  • Dynasty Shield 2

Vi sono poi altri DLC che contengono musiche aggiuntive per il gioco, tutte composte da Andreas Waldetoft. Le musiche vengono riprodotte in base alla cultura (es, Songs of Albion se il personaggio è di cultura britannica) e/o a particolari condizioni (es, Songs of Faith quando il personaggio è particolarmente pio).

Ovviamente, dato che non sapremo a priori dove il gioco ci condurrà, è bene attivare sempre tutti quelli che si possiedono.

  • Songs of Albion
  • Songs of Faith
  • Songs of the Holy Land
  • Songs of the Caliph
  • Songs of Byzantium
  • Songs of the Rus
  • Songs of Prosperity

Ultimo esempio di DLC cosmetico è il Ruler Designer, un DLC che permette al giocatore di crearsi da 0 il personaggio con cui si comincia. Dato che tutto questo è facilmente riproducibile a mano (con un minimo di applicazione, ma ci sono ottimi tutorial sul forum), è poco utile. Inoltre, permette di partire solo dal Conte in su, niente Baroni.

 

 

MOD

Come tutti i giochi Paradox, anche CK2 ha le sue brave MOD. Le modifiche vanno da semplici aggiunte grafiche, aggiunta di culture e di eventi per aumentare l’immersion, modifiche di confini e territori, bilanciamenti di nazioni e di meccaniche per migliorare la giocabilità e, infine, MOD ispirate a libri e ad altri videogiochi (Skyrim in primis).

Una, in particolare, spicca agli occhi del Vero Nerd: quella ambientata nel mondo di A Game of Thrones.

aGoT CKII

Ovviamente potremo avere risultati esilaranti, tipo Ned sul Trono di Spade al posto di Robert.

Il suo sviluppo è iniziato già prima della beta, e consente di impersonare praticamente tutti i nostri beniamini della saga. Ovviamente potremo avere risultati esilaranti, tipo Ned sul Trono di Spade al posto di Robert, Robert senza figli, Jaime morto [nota per i precisini: questi non sono spoiler, perché sono ipotesi alternative sulla situazione di partenza del primo libro].

La MOD ha avuto un tale successo che in una recente patch la Paradox Interactive ha aggiunto un “tratto” per poter modellare meglio la dinastia dei Targaryen, e Steam ha messo tra le notizie recenti del gioco il fatto che nella MOD è stato aggiunto il continente di Essos.

Vi lascio con un video: stavolta ho preferito evitare un video ufficiale ma inserire un Let’s Play, un tutorial video realizzato da un giocatore.

Il gioco è abbastanza esigente di risorse, per cui vi consiglio di provare prima la demo per verificare che il proprio computer lo regga, e poi di comprarlo.

Ci si vede in Europa a incrociare le spade!

Condividi questo Articolo:
Send to Kindle
Aree Tematiche Articolo:
Games Recensioni Videogames
Tag Articolo:
Legacy of Rome
Sword of Islam
The Republic
Loggati

20 Commenti

  1. Foto del profilo di Nicholas | Nè Nicholas | Nè 24/5/2013 11:09

    Ma a livello di tattica militare come siamo messi?
    A me i giochi della paradox scazzano per quello, bellissima la parte politico/economica caccosa quella tattico/strategica.
    Tra l’altro è a turni o è nel continuo come europa universalis?

    • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 11:53

      A livello di tattica militare siamo a livello intermedio tra Europa Universalis e March of the Eagles (di cui prossimamente se volete vi faccio la recensione).
      Nel senso che se vuoi ordinare alla singola “compagnia” non puoi, ma puoi assegnare comandanti al centro, a dx e a sin. Le truppe combattono tutte allo stesso modo (tipologia e ceteris paribus – non c’è l’esperienza), però i comandanti fanno da “moltiplicatore”. Per cui un comandante molto bravo con 100 uomini e col morale pieno potrà facilmente sbaragliare 1000 uomini guidati da un inetto.
      Ci sono poi le tattiche ma non sono ancora riuscito a capire appieno come funzionano. In parte sono legate alla fase della battaglia, in parte ai tratti del comandante dell’ala.
      Però, e probabilmente è una cosa che devo aggiungere nell’articolo, le truppe vanno poi congedate alla fine della guerra perché costano/hanno malus con i vassalli, e ci mettono del tempo a rientrare e a riorganizzarsi. Per cui c’è anche un forte aspetto di “timing” nel dichiarare guerra.

      Sì, è un gioco come in Europa Universalis o Victoria, il tempo è continuo.

  2. Foto del profilo di vernaccia vernaccia 24/5/2013 15:19

    Personalmente ho intenzione di provarlo, e lo farò assolutamano da provare alcune mod ente, però non prima di essermi stufato di EU3, ci sto ancora giocando e mi restano da provare alune mod di conversione pesante tipo MEIOU o Magna Mundi, quindi ho ancora molte e molte ore davanti.

    PS: so che si può importare un salvataggio da CK2 a EU3 per continuare la partita e fare una Grand Campaing, ma ancora non o capito come, non avendo CK2 non mi sono informato molto, c’è quancuno che l’ha fatto?

    • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 15:29

      Io no, ma tra poco non rimarrà nessuno perché esce Europa Universalis IV
      Sul forum mi pare di ricordare di aver visto una Grand Campaign che partiva da CK e arrivava a Victoria (poi si è bloccata per problemi di risorse hardware).

      In ogni caso non credo sia una cosa così divertente, perché alla fine in CK non arrivi mai ad avere degli stati consolidati, per cui ti ritroveresti con un megaimpero e n-mila staterelli. E con i limiti di tempo tra un’annessione diplomatica e l’altra, le tregue forzate dopo le annessioni belliche…

  3. Foto del profilo di sakara100 sakara100 24/5/2013 15:50

    Citazione di crichton :res:

    • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 15:54

      Siamo Nerd o caporali? (così cito anche Totò)

      Chricton è quello che si è immaginato una macchina del tempo “più plausibile” di tutte quelle che ho letto finora senza invocare magia o tecnologie assurde e inspiegabili.

      • Foto del profilo di sakara100 sakara100 24/5/2013 21:36

        Sì l’autore era in grado di presentare teorie scientifiche, come la meccanica quantistica, contestualizzate in una storia sempre molto intrigante e ben curata. Poi scienza e medioevo direi che è un binomio esplosivo!

        • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 21:40

          E devo dire che ho preferito il libro al film.
          Nel film gli attori sono bravi e rende bene, ma io adoro i libri in cui ti spiegano le teorie scientifiche alla base dell’elemento fantascientifico. Tipo ho adorato la spiegazione del perché la distribuzione per età dei dinosauri di Jurassic Park non poteva seguire una normale.

          • Foto del profilo di sakara100 sakara100 24/5/2013 21:43

            Io ero terrorizzato dai Velociraptor :D Erano presentati come il predatore per eccellenza, la cattiveria fatta dinosauro! Poi ho scoperto che sono alti mezzo metro e che hanno le piume :( Mi è crollato un mito!

            • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 21:45

              “Non possiamo spostarlo, rischiamo di spaccargli la spina dorsale”
              “Rischiate, rischiate!”

              • Foto del profilo di sakara100 sakara100 24/5/2013 21:52

                Per non parlare di Ian Malcom e dei suoi deliri matematici!!! Un personaggio fatto talmente bene che l’autore l’ha fatto resuscitare con un escamotage nel “Mondo Perduto”! Comunque mi hai fatto venire voglia di rileggere Timeline è un sacco che non lo sfoglio più!

              • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 21:53

                Anche a me, ma siccome ho in coda la rilettura della Ruota del Tempo, di Way of Kings e di GoT (nell’ordine) non mi ci metto…

  4. Foto del profilo di thekaspa thekaspa 24/5/2013 20:40

    Segnalo che la Paradox Interactive ha appena messo il titolo al 75% sul suo Shop: http://www.paradoxplaza.com/shop

  5. Foto del profilo di Steno Steno 25/5/2013 20:47

    Piccolo off topic: il libro di Chricton è Timeline. ; )

    • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 25/5/2013 20:56

      My bad. Provvedo a cancellare quell’orrore e a fare mea culpa.
      Cioè a rileggerlo al più presto.

  6. Foto del profilo di alessandro.sebastianelli alessandro.sebastianelli 26/5/2013 01:18

    Se non ci fosse Paradox… +1

    • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 26/5/2013 09:32

      Perderei più tempo su Dwarf Fortress… ;)

      • Foto del profilo di alessandro.sebastianelli alessandro.sebastianelli 27/5/2013 20:27

        lol, però la complessità di questi strategici che ti costringono a scervellarti per me ha un fascino irresistibile, dopo un pò è una questione d’affetto, quel pizzico irrazionale :D

        • Foto del profilo di thekaspa thekaspa 27/5/2013 21:54

          O una droga.
          Sai che ti distrugge (il portafoglio di sicuro – specie nella fase “preordino per avere l’icona dorata”), ma la compri lo stesso.

Lascia un Commento

You must be logged in to post a comment.