DuckDuckGo insegue Bing: arriva l’IA basata su ChatGPT e Wikipedia

Mercoledì DuckDuckGo ha presentato la beta di un nuovo strumento di ricerca basato sulle intelligenze artificiali. Si chiama DuckAssist e poggia sulla stessa tecnologia di OpenAI alla base del popolare ChatGPT.

Nella maggior parte dei casi, DuckAssist utilizzerà Wikipedia come fonte per fornire risposte dettagliate ai suoi utenti. A partire da oggi sarà possibile usare DuckAssist per ottenere informazioni su uno specifico tema, inoltre lo strumento è gratuito ed disponibile sull’applicazione per telefoni DuckDuckGo e sulla versione per browser del motore di ricerca.

“DuckAssist è un nuovo strumento in grado di fornire risposte istantanee ai nostri utenti, proprio come News, Maps, Weather e molti altri strumenti che, da anni, sono alla base del nostro servizio”, ha spiegato Gabriel Weinberg, CEO di DuckDuckGo. “Abbiamo progettato DuckAssist per essere completamente integrato all’interno delle ricerca private offerte da DuckDuckGo, questo nuovo strumento rispecchia a pieno la qualità dei nostri tradizionali risultati di ricerca. Speriamo che presto l’utilizzo di DuckAssist risulti naturale come quello di tutti i nostri altri strumenti”,

A differenza di Bing Chat, DuckAssist non è un chatbot. DuckAssist suggerirà agli utenti una risposta automatica ogni volta che riconosce un termine di ricerca. Ogni volta che sarà disponibile una risposta generata dall’AI, comparirà un’icona a forma di bacchetta magica con un pulsante “chiedimi”. Basterà premerla per ottenere una risposta generata da DuckAssist.

DuckDuckGo non blocca i tracker di Microsoft, la denuncia di un ricercatore informatico
DuckDuckGo non blocca i tracker di Microsoft, la denuncia di un ricercatore informatico
Google nel mirino della destra statunitense, a vincere è DuckDuckGo
Google nel mirino della destra statunitense, a vincere è DuckDuckGo
DuckDuckGo, arriva il browser per desktop: l'obiettivo è diventare una Super App per la privacy
DuckDuckGo, arriva il browser per desktop: l'obiettivo è diventare una Super App per la privacy
DuckDuckGo in corsa per diventare il secondo motore di ricerca più utilizzato
DuckDuckGo in corsa per diventare il secondo motore di ricerca più utilizzato
DuckDuckGo e la vittoria della privacy: nel 2020 +62% di ricerche
DuckDuckGo e la vittoria della privacy: nel 2020 +62% di ricerche
"Apple dovrebbe acquistare DuckDuckGo", dice un'analista
"Apple dovrebbe acquistare DuckDuckGo", dice un'analista
DuckDuckGo: Il motore di ricerca che rispetta la vostra privacy
DuckDuckGo: Il motore di ricerca che rispetta la vostra privacy