La scansione del torace pre-intervento può prevedere il rischio di attacchi cardiaci

Secondo un nuovo studio, i medici possono utilizzare immagini del torace acquisite mesi, prima per altri motivi, per stimare il rischio di infarto o morte nei pazienti durante vari tipi di interventi chirurgici. Invece di speciali scansioni cardiache, i ricercatori della NYU Grossman School of Medicine hanno analizzato scansioni di tomografia computerizzata (TC) esistenti per stimare i livelli di depositi di placche grasse calcificate nei tre vasi sanguigni più grandi del cuore. I pazienti con un maggiore accumulo di placche sono risultati più inclini a sviluppare gravi problemi di salute dopo l’intervento chirurgico. Gli interventi chirurgici maggiori, che di solito coinvolgono organi vitali, sono noti per mettere i pazienti a rischio di infarto, ictus e morte. Per determinare il rischio di tali eventi, i medici spesso raccomandano ulteriori test cardiaci, che possono ritardare l’intervento e aumentare i costi sanitari. Tuttavia, i ricercatori si sono resi conto che molti pazienti dispongono già di immagini del torace ottenute da precedenti screening per malattie polmonari come la polmonite e il cancro ai polmoni. Pertanto, il team ha esaminato se i medici, senza una formazione in diagnostica per immagini, potessero identificare efficacemente il calcio coronarico su questi esami preesistenti per fare previsioni accurate e saltare ulteriori scansioni TC. I risultati dello studio dimostrano che la diagnostica per immagini disponibile può aiutare i medici a prendere decisioni pratiche sui rischi chirurgici, anche se questi test possono non essere così precisi come quelli progettati per questo scopo. Evitare ulteriori scansioni TC potrebbe ridurre l’esposizione alle radiazioni, oltre a far risparmiare tempo e denaro. Il rapporto di ricerca sarà presentato alla conferenza annuale dell’American College of Cardiology (ACC) il 5 marzo.

Imparare a stimare la gravità del calcio coronarico dalle immagini

I ricercatori hanno innanzitutto avuto accesso ai dati delle cartelle cliniche elettroniche di 2.650 uomini e donne di età pari o superiore a 45 anni, sottoposti a interventi chirurgici non cardiaci tra gennaio 2016 e settembre 2020 presso gli ospedali del NYU Langone. Le informazioni includevano il tipo di procedura e i casi di morte e attacco cardiaco, tra gli altri fattori. Tutti i pazienti di cui sono state utilizzate le cartelle cliniche sono stati inoltre sottoposti a una TC generale del torace non più di un anno prima dell’intervento. Sono stati quindi identificati i pazienti che sono morti o hanno avuto un attacco cardiaco durante il ricovero per l’intervento. Quattro membri del team, che non avevano una formazione formale nell’interpretazione delle scansioni TC, hanno poi completato una sessione di formazione di 90 minuti per imparare a stimare la gravità del calcio coronarico dalle immagini. Nel sistema di punteggio utilizzato nello studio, l’accumulo di placca in ciascuna delle tre arterie coronarie principali del cuore è stato valutato su una scala a tre punti che va da “assente” a “grave”. I punteggi sono stati poi combinati per ottenere un punteggio finale che va da 0 a 9. Secondo i risultati, i pazienti con punteggi da 0 a 2 avevano un rischio maggiore o uguale al 4% di eventi cardiaci avversi maggiori (MACE), quelli con punteggi da 3 a 5 avevano un rischio dell’8% e quelli con punteggi da 6 a 9 avevano un rischio del 13%. Inoltre, le stime del calcio erano coerenti tra i medici, il che suggerisce l’affidabilità del sistema di valutazione, affermano i ricercatori. Il team ritiene che la valutazione del calcio coronarico sia facile da usare e richieda una formazione minima, offrendo uno strumento economicamente vantaggioso che può essere implementato in qualsiasi ambiente medico.

 

Northrop Grumman e SpaceX insieme per la costellazione NRO: una partnership innovativa
Northrop Grumman e SpaceX insieme per la costellazione NRO: una partnership innovativa
Via Lattea: scoperto il buco nero stellare più grande
Via Lattea: scoperto il buco nero stellare più grande
Mars Sample Return: la NASA cerca soluzioni alternative al rinvio della missione
Mars Sample Return: la NASA cerca soluzioni alternative al rinvio della missione
Falcon 9: il primo stadio del razzo vola per la ventesima volta
Falcon 9: il primo stadio del razzo vola per la ventesima volta
Cannone elettromagnetico: la Cina vuole costruirlo per lanciare i razzi nello spazio
Cannone elettromagnetico: la Cina vuole costruirlo per lanciare i razzi nello spazio
Liridi 2024: quando e come osservare la prima pioggia di meteore
Liridi 2024: quando e come osservare la prima pioggia di meteore
Il chip di Neuralink riesce nel suo intento: tetraplegico riesce a giocare a scacchi con il pensiero (il video)
Il chip di Neuralink riesce nel suo intento: tetraplegico riesce a giocare a scacchi con il pensiero (il video)