Da me o da te, la recensione della nuova rom-com di Reese Whiterspoon

Finalmente il 10 gennaio è arrivato e posso parlarvi di Da te o da me (Your Place or Mine), la nuova commedia romantica perfetta per San Valentino e firmata Netflix. Netflix assieme ad Hello Sunshine ha prodotto Da te o da me (Your Place or Mine), la nuova divertente storia d’amore con protagonisti Reese Witherspoon e Ashton Kutcher. Io l’ho vista in anteprima e l’ho davvero adorata! Pensavo fosse impossibile realizzare una rom-com in cui i protagonisti sono lontani e distanti per tutto il tempo, invece Reese Witherspoon mi ha dimostrato che nulla nelle storie d’amore è off-limits. Da te o da me è davvero dolce, non stucchevole, tenera e divertente. Una vera commedia romantica perfetta per tutta la famiglia. È un film che può essere visto a qualunque età, anche i più piccoli posso apprezzarlo. Da te o da me è la commedia romantica del San Valentino 2023, non ci sono dubbi. 

Come sempre prima di passare alla recensione ed all’analisi del nuovo film Netflix Da te o da me (Your Place or Mine), il tutto senza spoiler, ecco il trailer dello commedia romantica che dal 10 febbraio vi aspetta solo su Netflix. 

Ecco la sinossi ufficiale: “Debbie (Reese Witherspoon) e Peter (Ashton Kutcher) sono migliori amici di lunga data e totalmente opposti nel modo in cui vivono le proprie vite. Lei desidera ardentemente la routine con suo figlio a Los Angeles; mentre lui spinge verso il cambiamento a New York. Quando si scambiano casa e vita per una settimana, scoprono che ciò che pensano di volere potrebbe non essere ciò di cui hanno realmente bisogno”

Rom-com con personaggi perennemente lontanai? È possibile 

Nella vita non avrei mai pensato di vedere una commedia romantica caratterizzata dalla distanza tra i suoi personaggi. Invece è successo! Da te o da me è la nuova rom-com firmata Netflix assieme ed Hello Sunshine, la casa di produzione di proprietà di Reese Witherspoon. La storia è semplice ma davvero unica e divertente, in puro stile Reese Witherspoon. Il bello di Da te o da me si cela proprio dietro allo spirito irriproducibile della sua protagonista. Reese è inimitabile e trasporta questo sua animo anche nei suoi progetti. La commedia romantica è infatti dolce, spensierata e divertente: tutte qualità che siamo soliti associale all’attrice ed imprenditrice di Hollywood. 

Da te o da me inizia come la storia di una grandissima amicizia indissolubile ma come immaginerete termina nella più dolce e pura storia d’amore. Debbie (Reese Witherspoon) e Peter (Ashton Kutcher) sono migliori amici da vent’anni, tra loro vige un profondo ma davvero profondo legame di amicizia destinato a durare per la vita, quel rapporto che può sopportare tempeste fatte di non detti, litigi e sotterfugi. Debbie e Peter sono semplicemente l’emblema del rapporto più puro e tenero che può esistere tra un uomo ed una donna, la dimostrazione vivente che le amicizie tra generi di sesso diverso possono essere reali. Così quando a Debbie si presente l’occasione della vita Peter si dimostra subito pronto ad aiutarla. Debbie vive a Los Angeles ma il corso che potrebbe elevare la sua vita professionale è a New York, città in cui abita Peter. I due, sempre lontani, non vedono l’ora di trascorrere del tempo in amicizia insieme. Peccato che la situazione diventi più complicata quando la tata del figlio dodicenne di Debbie si sia resa indisponibile per il periodo del viaggio a New York. Debbie è decisa a non partire ma Peter ha già la soluzione pronta: sarà lui a badare al giovane Jack. Peter per una settimana stara a Los Angeles nella casa di Debbie mentre Debbie trascorrerà il tempo nella grande mela nella casa di Peter. Il piano apparentemente è perfetto, peccato che la situazione non resterà così ancora per molto. 

Debbie è una mamma single divorziata che dedica tutto il suo tempo alla cura del figlio. Jack soffre di tantissime allergie e per contrastarle occorrono diversi medicinali. L’assicurazione sanitaria è costosa e Debbie è decisa ad elevare la sua carriera professionale per non doversi più preoccupare del denaro necessario alla sua famiglia. La giovane donna ricopre un ruolo amministrativo nella scuola del figlio ma in realtà sognava di essere editor letteraria. È da sempre una grande lettrice e ama le storie. Legge sempre e non ha mai veramente abbondati il suo sogno, l’ha solo messo da parte per tempi più tranquilli. L’occasione per cambiare definitivamente la sua vita le si presenta durante il suo viaggio a New York quando nella casa immacolata di Peter trova un manoscritto. È il libro di Peter. Debbie sceglie di leggerlo e ne rimane incantata. Le circostanze del destino le sono favorevoli e per pura casualità incontra in un locale della grande mela l’editor della sua casa editrice del cuore, Theo. Il personaggio di Jesse Williams ha altri progetti per loro. Tra un bacio e l’altro tra Theo e Debbie si sviluppa anche una storia professionale grazie al libro di Peter. Riuscirà ad essere pubblicato e soprattutto riuscirà Debbie a confessare tutto al suo amico o forse si renderà conto che quello che ha sempre provato per lui non è una semplice amicizia? 

Peter è un uomo gentile e generoso ma anche molto restio a mostrare i suoi veri sentimenti. Solo Debbie lo conosce davvero, solo lei lo comprende e sa bene che non è solo un ruba cuori. Peccato che una notte di 20 anni fa abbia cambiato per lungo tempo il corso degli eventi. Debbie e Peter hanno trascorso una notte assieme e al risveglio Peter ha deciso che tutto ciò probabilmente sarebbe stato un grosso errore. Peter non si riteneva all’altezza di Debbie e temeva che prima o poi avrebbe rovinato tutto, così ha preferito non rischiare e confessare all’amica che il disastro era meglio evitarlo in partenza. Da quel momento i due hanno messo a tacere il loro cuore e coltivato una splendida storia d’amicizia. Peccato che i sentimenti pian piano emergano in dolce silenzio. Peter riuscirà a comprendere che la vita che ha a New York non è esattamente quello che il suo cuore desidera? Comprenderà che forse merita l’amore che ha sempre sognato? Quel che è certo è che sarebbe un ottimo padre per Jack. 

Da te o da me: la commedia dolce, divertente e romantica che state cercando 

Sapete quando si dice: l’attore è proprio uguale al suo personaggio? Quando si crea quell’associazione incredibile tra interprete ed attore che si finisce per associarli? Ecco in questo caso è accaduto l’esatto opposto. Mi spero meglio. Sembra proprio che i personaggi di Debbie e Peter siano stati scritti pensando ai loro interpreti. Fin da subito vi accorgerete, se conoscete anche solo un minimo i due attori, che i loro personaggi gli assomigliano in maniera incredibile. Debbie è la frizzantezza di Reese e Peter è l’essere dolcemente impacciato di Ashton. La pellicola diventa così incredibilmente credibile e la coppia funziona in maniera molto naturale. La recitazione dei due attori segue la loro personalità, sono incredibilmente spontanei. La storia cresce i maniera molto naturale e concreta. Sia quando sono fan tanti che nelle pochissime scene in cui sono vicini, sono autentici. 

Come vi accennavo prima questo rom-com è un vero e proprio comfort movie, uno di quei film da gustare nelle giornate no. Avete presente i giorni in cui siete giù di morale? Ecco in questi giorni questa è la storia perfetta. Si tratta di una commedia romantica che gli americani definirebbero terribilmente “cute”. È il tipo di film che una figlia può vedere con la propria madre senza provare imbarazzo, le scene spicy sono davvero poche e ben costruite. Non sono inserite per il semplice gusto di farlo ma hanno una loro ragione nel contenuto generale della trama. 

La regia è apprezzabile, nulla da dire. La fotografia varia dai toni caldi, accoglienti de pastello di Los Angels (il luogo in cui la copia si riunirà e quindi simbolo del loro amore), fino ai toni più freddi e decisi di New York. 

Non posso nascondervi che se state cercando una pellicola romantica divertente ed insolita questa è quella giusta. Il divertimento si presenta dal minuto uno e non vi lascerà per tutta la durata del film. E la storia gioca tutta sulla distanza tra tra i due protagonisti e sui tanti noi detti, loro pensano di conoscere tuto l’uno all’altro ma si accorgono che a causa della distanza non è così. Sono migliori amici e non vogliono perdere questa relazione ma sanno bene che in realtà il sentimento che li unisce è diverso, ancora più forte e potenzialmente potente. L’ironia di Reese domina la commedia e regala risate per l’intero film. Impossibile non sorridere e intenerisci di fronte alla dolcezza della coppia composta da Reese Witherspoon e Ashton Kutcher. 

Se cercate il film giusto per la sera di San Valentino e siete stufi delle solite commedie romantiche tutte uguali e abbastanza scontate ecco la novità che stavate cercando. 

Sapevate che Ashton Kutcher non conosceva Harry Styles?

Piccola curiosità legata al film, o meglio alla campagna marketing del film. Ashton Kutcher, marito di Mila Kunis, non conosceva Harry Styles. L’attore che oggi debutta su Netflix con la nuova commedia romantica al fianco di Reese Whiterspoon dal titolo Da te o da me ha dichiarato durante le interviste fatte per la promozione del progetto che non sapeva chi fosse Harry Styles. O meglio conosceva il cantante per nome ma non associava a quel volto una faccia. Ad una festa di compleanno di un suo vicino di casa è stato organizzato un karaoke e durate la sera un ragazzo ha cantato meravigliosamente una canzone degli Abba. Fin qui nulla di insolito, se non che quel ragazzo era proprio Harry Styles. Ashton senza saperlo si è rivolto a Harry complimentandosi con lui, poco dopo un amico ha ricordato all’attore che il ragazzo in questione era Harry Styles. “Ora tutto torna”- ha dichiarati Ashton. Insomma un bella figuraccia. Ma la questione non termina qui, Ashton Kutcher ha anche aggiunto che se incontrasse nuovamente Harry Styles assieme ad altri ragazzi, dagli occhi chiari, mori e carini quanto lui non saprebbe distinguere quale dei due è Harry Styles. 

La moglie di Ashton, Mila Kunis, ha recentemente rimproverato il marito per il red carpet del film. In sostanza secondo Mila le pose che lui e Reese hanno fatto sul red carpet sono troppo strane, bizzarre e impalate. I due dovevano abbracciarsi ma non lo hanno fatto, anzi sono rimasti sempre distanti. La situazione fa molto ridere perché Mila è una cara amica di Reese quindi probabilmente i due si sono sentiti in imbarazzo. 

L’attore durante un’intervista rilasciata al podcast Chicks in the Office, ha spiegato il motivo dietro il suo strano comportamento: “Questa è la questione: se le mettessi un braccio sulle spalle e fossi totalmente amichevole con lei, direbbero che ho una relazione con lei. Ci sarebbero le notizie di gossip che sto avendo un rapporto extraconiugale con lei”.
Il protagonista di Da me o da te ha quindi aggiunto: “Se sto accanto a lei con le mani in tasca, in modo che non ci sia alcun modo di alimentare quel gossip, allora diventa che non ci piacciamo”. Inoltre ha aggiunto “Mia moglie mi ha chiamato. Ha mandato un messaggio a me e Reese dicendo: ‘Ragazzi, dovete… Comportatevi come se andaste d’accordo'”. Ecco la conferma che Mila ha trovato bizzarre le foto sul red carpet del film. 

78
Da me o da te
Recensione di Chiara Giovannini

Pensavo fosse impossibile realizzare una rom-com in cui i protagonisti sono lontani e distanti per tutto il tempo, invece Reese Witherspoon mi ha dimostrato che nulla nelle storie d’amore è off-limits. Da te o da me è davvero dolce, non stucchevole, tenera e divertente. Una vera commedia romantica perfetta per tutta la famiglia. È un film che può essere visto a qualunque età, anche i più piccoli posso apprezzarlo. Da te o da me è la commedia romantica del San Valentino 2023, non ci sono dubbi. 

ME GUSTA
  • La rom-com perfetta per tutta la famiglia
  • Divertente e credibile
  • Dolce e ironica
  • I due attori hanno un'ottima chimica
FAIL
  • Forse è leggermente troppo lunga
Prime Video, anche in Italia la pubblicità durante la visione, 1,99€ al mese per evitarla
Prime Video, anche in Italia la pubblicità durante la visione, 1,99€ al mese per evitarla
Naruto: cosa possiamo aspettarci dal film live-action
Naruto: cosa possiamo aspettarci dal film live-action
Night Swim, la recensione: sotto la superficie tra horror e tragedia
Night Swim, la recensione: sotto la superficie tra horror e tragedia
Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba - Verso L’Allenamento Dei Pilastri, la recensione: un film anime che fa da raccordo, con pregi e difetti
Demon Slayer: Kimetsu no Yaiba - Verso L’Allenamento Dei Pilastri, la recensione: un film anime che fa da raccordo, con pregi e difetti
Borderlands: il trailer del film tratto dal videogioco
Borderlands: il trailer del film tratto dal videogioco
Dune - Parte due, la recensione: un colossal potente e contemporaneo
Dune - Parte due, la recensione: un colossal potente e contemporaneo
La sigla dei Simpsons: storia di una perla unica
La sigla dei Simpsons: storia di una perla unica