I lupi cambiano dieta, dai cervi alle lontre

2 settimane fa

5 minuti

I lupi di un’isola dell’Alaska hanno fatto crollare la popolazione di cervi e sono passati a cibarsi principalmente di lontre marine (Enhydra lutris (Linnaeus, 1758)) e questo è successo in pochi anni. Gli scienziati dell’Oregon State University e dell’Alaska Department of Fish and Game ritengono che si tratti del primo caso in cui le lontre marine diventano la principale fonte di cibo per un predatore terrestre. Utilizzando metodi come il tracciamento dei lupi con collari GPS e l’analisi dei loro escrementi, i ricercatori hanno scoperto che nel 2015 i cervi erano il cibo principale dei lupi, rappresentando il 75% della loro dieta, mentre le lontre marine ne costituivano il 25%. Nel 2017, i lupi sono passati a consumare principalmente lontre marine (57% della loro dieta), mentre la frequenza dei cervi è scesa al 7%. Questo schema si è mantenuto fino al 2020, la fine del periodo di studio. “Le lontre marine sono un predatore famoso nell’ecosistema costiero e i lupi sono uno dei predatori apicali più famosi nei sistemi terrestri”, ha detto Taal Levi, professore associato all’Oregon State. “Quindi, è piuttosto sorprendente che le lontre marine siano diventate la risorsa più importante per l’alimentazione dei lupi. I predatori principali si nutrono di un predatore principale”. Storicamente, lupi e lontre marine hanno probabilmente vissuto nell’area di studio, Pleasant Island, che si trova in un paesaggio insulare adiacente alla Glacier Bay, a circa 40 miglia a ovest di Juneau. L’isola ha una superficie di circa 20 miglia quadrate, è disabitata e accessibile solo in barca o con un aereo galleggiante. Durante il 1800 e gran parte del 1900, le popolazioni di lontre marine in questa regione sono state spazzate via dalla caccia al commercio di pellicce. A differenza dei lupi degli Stati Uniti continentali, i lupi dell’Alaska sudorientale non sono stati cacciati fino all’estinzione locale. Solo negli ultimi decenni, in particolare con la reintroduzione e la protezione legale delle lontre marine, le popolazioni di entrambe le specie si sono riprese e sono tornate a sovrapporsi, offrendo nuove opportunità di interazioni predatore-preda tra le due specie.

Lo studio

I ricercatori hanno studiato il branco di lupi di Pleasant Island, e della terraferma adiacente, dal 2015 al 2021. Gretchen Roffler, biologa ricercatrice di fauna selvatica dell’Alaska Department of Fish and Game, e altri membri del dipartimento, hanno raccolto 689 escrementi di lupo, molti dei quali lungo la costa dell’isola. Una volta raccolti gli escrementi, i membri del laboratorio di Levi in Oregon hanno utilizzato strumenti molecolari, come la metabarcazione del DNA e la genotipizzazione degli escrementi, per identificare i singoli lupi e determinare la loro dieta. Roffler ha anche catturato e posizionato collari GPS su quattro lupi sull’isola e nove sulla terraferma. I ricercatori erano curiosi di sapere se i lupi viaggiassero tra la terraferma e l’isola, considerando che altri scienziati hanno scoperto che sono in grado di nuotare fino a otto miglia tra le masse terrestri. Sia i dati dei collari GPS che i genotipi degli escrementi hanno confermato il contrario, indicando che il branco di lupi dell’isola è stabile e che l’isola non è un terreno di caccia per i lupi della terraferma. Le posizioni dei lupi registrati con il GPS forniscono anche la prova che uccidono le lontre marine quando si trovano in acque poco profonde o si riposano su rocce vicino alla riva, esposte alla bassa marea. Roffler e la sua squadra hanno esaminato i dati dei GPS dei lupi a Pleasant Island per tre stagioni e hanno trovato prove di 28 lontre marine uccise dai predatori. “La cosa che mi ha davvero sorpreso è che le lontre marine sono diventate la preda principale dei lupi su quest’isola”, ha detto Roffler. “Mangiare occasionalmente una lontra marina che si è arenata sulla spiaggia perché morta, non è insolito. Ma il fatto che i lupi ne mangino così tante indica che è diventato un comportamento diffuso in questo branco e che hanno imparato a farlo molto rapidamente”. Inoltre, dal lavoro che stiamo svolgendo sui luoghi delle uccisioni, stiamo apprendendo che i lupi uccidono attivamente le lontre marine. Quindi, non si limitano a spazzare le lontre marine morte o moribonde, ma le inseguono, le cacciano, le uccidono e le trascinano sulla terraferma sopra la linea dell’alta marea per consumarle”.

wolf dragging a sea otter carcass

L’adattamento evolutivo dei lupi

Poco dopo la colonizzazione di Pleasant Island da parte dei lupi nel 2013, la popolazione di cervi dell’isola è crollata. Poiché i lupi avevano consumato la maggior parte dei cervi, la loro principale fonte di cibo, Levi ha detto che si sarebbe aspettato che i lupi lasciassero l’isola o si estinguessero. Invece, i lupi sono rimasti e il branco è cresciuto fino a raggiungere una densità mai vista prima. Il motivo principale, secondo lui, è la disponibilità di lontre marine come fonte di cibo. I risultati delineati nell’articolo di PNAS si basano sui risultati di una ricerca pubblicata nel 2021 dagli stessi ricercatori. In quell’articolo hanno dimostrato, in quella che ritengono una novità assoluta, che i lupi si cibavano di lontre marine. Ciò è stato documentato in tutto l’arcipelago Alexander, un gruppo di isole dell’Alaska sudorientale che comprende Pleasant Island.

La ricerca si è ora estesa allo studio dei lupi e delle lontre marine nel Katmai National Park & Preserve, che si trova nel sud-ovest dell’Alaska, a circa 700 miglia da Pleasant Island. Le prime ricerche di Ellen Dymit, dottoranda nel laboratorio di Levi, e di Roffler indicano che anche lì i lupi mangiano le lontre marine. Infatti, in quella località Roffler e Dymit hanno osservato tre lupi che hanno ucciso una lontra marina vicino alla riva.

 

Segnalato il primo gatto sul monte Everest
Segnalato il primo gatto sul monte Everest
PhCMoV: il nuovo virus delle piante
PhCMoV: il nuovo virus delle piante
Cosa ci dice il DNA dei coccodrilli sull'era glaciale?
Cosa ci dice il DNA dei coccodrilli sull'era glaciale?
Come i salmoni contribuiscono a rendere fiorenti gli ecosistemi
Come i salmoni contribuiscono a rendere fiorenti gli ecosistemi
Animali: come insegnare ai bambini ad amarli
Animali: come insegnare ai bambini ad amarli
Giovani scimpanzé e adolescenti condividono lo stesso processo decisionale impulsivo
Giovani scimpanzé e adolescenti condividono lo stesso processo decisionale impulsivo
Animali: rischiano di sostituire i figli
Animali: rischiano di sostituire i figli