Ciclamino: tutti i segreti per coltivarlo

1 settimana fa

5 minuti

ciclamino

Il ciclamino è una delle piante più apprezzate dagli amanti dei fiori. Fa parte delle tuberose, che solitamente vengono coltivate in giardino o in terrazzo, dove regalano splendide corolle rosa, bianche e rosse in ogni momento dell’anno.

Questa è la pianta perfetta per coloro che amano i fiori colorati e particolari: grazie alla loro forma originale e alle sfumature delicate, li possiamo vedere anche nelle aiuole più lussureggianti durante l’inverno. I ciclamini crescono soprattutto nelle aree della Grecia, Francia e Italia, poiché loro habitat naturale è quello della macchia mediterranea, in cui si alternano aree rocciose e vasti boschi di latifoglie.

Molte specie di questa pianta fioriscono prevalentemente da settembre a dicembre mentre altre nascono anche in primavera. In quest’articolo potrai scoprire come coltivare il ciclamino e come prendertene cura al meglio.

Dove cresce il ciclamino

Il ciclamino è uno dei fiori più amati da chi adora essere circondato da profumo e colore. Questa è infatti una delle specie più resistenti al mondo, che cresce forte anche in terreni poveri di acqua e ben drenati, oltre che all’ombra e in zone non troppo soleggiate.

I ciclamini cosiddetti rustici sono ancora più facili da coltivare, specialmente se vengono piantati in terreni senza grandi ristagni d’acqua, che sarebbe deleteria per la loro crescita. Per questo motivo, un primo consiglio è quello di piantare il ciclamino in un vaso qualora il terreno sia troppo umido, in alternativa, si possono realizzare delle aiuole apposite con un terreno ben drenato.

Un’altra delle particolarità di questo meraviglioso fiore è quella di crescere molto facilmente accanto ad alberi a foglia caduca, che solitamente si trovano in posizioni fresche e ombrose anche d’estate.

Quante varietà esistono

Prima di parlare nel dettaglio di come crescere al meglio questa pianta, vediamo quanti tipi di ciclamino esistono. Le varietà sono davvero molte, basti pensare che al mondo ci ben 20 specie diverse che si differenziano tra quelli tipici della zona mediterranea, di quella asiatica e africana. In Italia le specie più diffuse sono tre: il ciclamino primaverile, quello alpino e quello napoletano.

Solo quello alpino tra questi citati tollera il gelo, anche se in generale tutti i ciclamini riescono a crescere anche quando le temperature si fanno più fredde. Il più resistente è invece quello napoletano, dal nome scientifico di Cyclamen hederifolium, che si riproduce in completa autonomia.

Le sue foglie hanno dimensioni variabili e presentano forme triangolari o cuoriformi. Questi ciclamini crescono benissimo sotto l’ombra di un albero, poiché in quel caso il terreno ricco di sostanze organiche che permettono alla pianta di ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno.

Questa specie è coltivata in tutta Italia e la sua fioritura inizia dalla fine di agosto continuando in interrottamente fino alla fine di novembre. Il colore è uno tra i più apprezzati, varia dal bianco fino a raggiungere alcuni toni del rosa che talvolta si fanno più scuri prendendo sfumature violacee.

Come curarlo in vaso e a terra

Una delle pochissime piante che cresce bene anche in vaso è proprio il ciclamino. Questo permette di risparmiare tempo per la sua coltivazione, poiché non è sempre indispensabile rinvasarlo. Generalmente si consiglia di utilizzare un terriccio di composizione mista, specifico per piante da fiore. La cosa più importante è porre attenzione al drenaggio.

Per garantire la buona crescita di questa pianta serve infatti porre uno strato di argilla o di ghiaia in fondo al vaso. Ricordiamo però, che uno dei rischi durante la crescita del ciclamino è quello della formazione di muffa, che si crea quando l’ambiente non è sufficientemente arioso. Attenzione anche la temperatura, che non dovrebbe mai superare i 15°C e soprattutto va posto lontano dai raggi solari che potrebbero entrare dalle finestre.

Per quanto riguarda la coltivazione a terra, il ciclamino deve essere posizionato in una zona che non viene colpita dal sole, come ad esempio sotto grandi alberi o siepi, assicurandosi di tenerlo al riparo da folate di vento e dal gelo. La loro durata è infatti maggiore se vengono tenuti lontani dalla brina e dalla pioggia, anche se come abbiamo già accennato l’aspetto più importante è il terreno, che deve essere senza ristagno idrico. Anche per quanto riguarda la coltivazione a terra, si consiglia quindi di creare apposite vasche o aiuole al fine di piantare il ciclamino in un terreno ad hoc per la sua crescita.

Parassiti e problemi comuni

Non è frequente che questa pianta si ammali, poiché è una delle più resistenti, spesso utilizzata anche come idea regalo proprio per la sua facilità di manutenzione. Può capitare, tuttavia, che l’eccessiva umidità possa far crescere la muffa che si presenta sotto forma di macchia sui petali del fiore. Anche gli acari potrebbero colpire un ciclamino, soprattutto se si tratta in una pianta giovane. In questo caso servono specifici prodotti per allontanare i fastidiosi ragnetti rossi che arrivano in caso di temperatura troppo alta intorno alla pianta.

 

 

Orchidea: mai posizionarla vicino al cesto di frutta
Orchidea: mai posizionarla vicino al cesto di frutta
Rosmarino: coltivazione in vaso o in giardino
Rosmarino: coltivazione in vaso o in giardino
Lavanda: il periodo adatto per il trapianto
Lavanda: il periodo adatto per il trapianto
Orto-giardino: tre modi per rianimarlo dopo la siccità
Orto-giardino: tre modi per rianimarlo dopo la siccità
Aster: ecco come coltivare il fiore di settembre
Aster: ecco come coltivare il fiore di settembre
Fiore di magnolia: ritrovato ad Haiti, non è estinto
Fiore di magnolia: ritrovato ad Haiti, non è estinto
The Garden of Cosmic Speculation
The Garden of Cosmic Speculation

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.