Gli Anelli del Potere episodio 6, la recensione: una battaglia epica

2 mesi fa

7 minuti

Gli Anelli del Potere - episodio 6, la recensione:

La recensione dell’episodio 6 de Gli Anelli del Potere è stata una delle più soddisfacenti da scrivere fino ad ora. Questo è l’episodio cardine che sicuramente dà il via alle cose. Ma prima, attenzione: mentre cercheremo di mantenere le cose sul vago, potrebbero esserci ancora spoiler in vista…

L’episodio 6 è una battaglia senza sosta ed è quasi divertente come gli episodi precedenti siano stati impostati in modo piuttosto lento, mentre questo episodio non è praticamente altro che azione, che riunisce la maggior parte dei personaggi principali.

La battaglia tra umani, elfi e orchi aiuta a creare un episodio emozionante e allo stesso tempo drammatico, probabilmente l’episodio preferito finora da molti spettatori.

Sebbene l’azione si svolga per la maggior parte dell’episodio, il ritmo è molto buono, con momenti di trionfo e perdita che si intrecciano l’uno con l’altro. Ci sono alcuni istanti davvero divertenti, ma anche più momenti in cui penserete davvero che un personaggio principale potrebbe morire.

E mentre ad alcuni personaggi viene data più trama di quanto possa essere ritenuto ragionevole, l’azione è divertente e abbastanza tesa da essere facile da seguire.

Ciò che rende il combattimento ancora più entusiasmante è la presenza anche del cattivo più oscuro finora, Adar (Joseph Mawle). È affascinante da guardare ogni volta che è sullo schermo, riuscendo sia ad apparire vulnerabile che intimidatorio.

Di seguito una clip pubblicata su YouTube dell’episodio:

Udûn

Gli Anelli del Potere - episodio 6, la recensione:

Ci addentriamo nel vivo della recensione dell’episodio 6 de Gli Anelli del Potere dicendo che l’episodio si apre con un grandioso discorso di Adar agli Orchi prima che attacchino gli umani alla torre di guardia. Ma quando arrivano, è vuota. Fatta eccezione per un Elfo che fa schiantare la torre sugli Orchi e scappa. Invece di inseguire, gli Orchi danno agli umani un giorno per fare qualunque cosa. Usano quel tempo per prepararsi alla battaglia e tendere trappole per un contrattacco.

Le cose vanno alla grande per Bronwyn, Arrondir e gli abitanti del villaggio. Vincono la battaglia e festeggiano. Ma nessuno si accorge che stavano combattendo i disertori. La guerra mentale di Adar mostra perché è lui al comando. Segue un contrattacco da parte degli orchi e vincono abbastanza facilmente.

Adar e gli orchi irrompono nella taverna e iniziano a uccidere i loro ostaggi uno per uno finché Adar non ottiene finalmente quello che cerca. Ma proprio quando lo ottiene, arriva l’esercito di Númenor e anche la luce del sole. Le sorti della battaglia cambiano ancora una volta e Galadriel e Halbrand inseguono Adar a cavallo.

In seguito scopriamo che è Waldreg ad avere “la chiave” e la usa per aprire la diga, rilasciando tonnellate d’acqua attraverso la Terra di Mezzo che raggiunge il vulcano a causa dei tunnel scavati dagli orchi.

Le scene di combattimento sono al massimo godibili ma mancano di coreografia. Odiamo farlo presente ma viene naturale il confronto a una battaglia di Game of Thrones. Si spera che questo venga risolto in futuro perché mentre le scene di combattimento in sé erano apprezzabili, l’episodio è stato fantastico.

Le scene divise tra gli orchi e gli abitanti del villaggio sono molto interessanti. Vederlo da entrambi i loro punti di vista è stato creativo. Devo dire però che è stato difficile dire quanto fosse grande l’esercito degli abitanti del villaggio. Problemi di continuità a parte, l’episodio è stato consegnato con una trama perfetta.

Il Re delle Terre del Sud

Gli Anelli del Potere - episodio 6, la recensione:

Pur sapendo che Númenor sarebbe arrivato e avrebbe salvato la situazione, eravamo appagati alla fine dell’episodio. La scrittura per questa serie non è stata sempre all’altezza. In particolare, la parte più strana della serie è il modo in cui il tempo è fluido ed è usato troppo spesso come espediente per la trama.

Galadriel è stata chiamata malvagia due volte e inoltre non sa come socializzare ed è pronta ad arrabbiarsi. Dovrebbe essere l’eroina della serie, ma è ritratta come insensibile. Adar mostra affetto per gli orchi e ha fatto quello che ha fatto per loro. Dopo il suo sentito discorso, Galadriel minaccia di uccidere gli orchi esponendoli alla luce solare, e poi promette di ucciderli tutti e solo allora ucciderà Adar.

Il problema è che Galadriel è un’anima antica (di secoli, per la precisione). Non la trattano come tale. Il suo personaggio si sta guadagnando una cattiva reputazione e anche se andrebbe bene per una serie qualsiasi, questa non lo è.

Sta usando materiale sorgente che è ben consolidato e lo ignora in qualche occasione che può risultare pericolosa, motivo per cui molti fan saranno arrabbiati e giustamente. Nonostante ciò, questo è stato senza dubbio l’episodio migliore. Finalmente abbiamo scene d’azione incalzanti ed il tutto è ben eseguito. La prossima settimana vedremo come influirà su tutte le altre trame.

Devo dire che qualcuno alla fine potrà essere infastidito dal fatto che non abbiamo visto Sauron. L’ipotesi è che lo vedremo alla fine dell’episodio 7 o 8. Speriamo che non aspettino troppo a lungo o che le persone perdano interesse. Rimangono solo altri due episodi e dovrebbero essere altrettanto buoni, se non migliori dell’episodio di questa settimana.

Arriviamo alla conclusione della recensione dell’episodio 6 de Gli Anelli del Potere che rende omaggio alle precedenti battaglie de Il Signore degli Anelli, nel bene e nel male. L’azione gioca con più acrobazie elfiche, ma il combattimento sembra intimo, si svolge in un solo villaggio, ma sembra anche più grande poiché gli eventi che ne derivano si rivelano sconvolgenti, letteralmente.

C’è un simile senso di disperazione che era presente in molte delle battaglie de Il Signore degli Anelli, che rende i personaggi principali ancora più cari allo spettatore. E in confronto, Gli Anelli del Potere riesce effettivamente a evitare di affermare come le cose siano “senza speranza” più e più volte, a differenza di Le Due Torri.

Gli Anelli del Potere - episodio 6, la recensione:

Tuttavia, ci sono un certo numero di momenti in cui la serie sta cercando di essere troppo poetica: questa cosa è evidente nella scena in cui Theo (Tyroe Muhafidin) chiede a sua madre Bronwyn (Nazanin Boniadi) di ripetere una poesia che lei gli ha detto da bambino, come se gli sceneggiatori volessero solo accaparrarsi per un momento un senso di nostalgia.

Il discorso che Arondir (Ismael Cruz Córdova) fa ai cittadini prima della battaglia non è all’altezza dei discorsi di Aragorn.

Inoltre, non si sente ancora completamente la sua storia d’amore e quella di Bronwyn, dato che il romanticismo è sempre stato qualcosa che manca ed è mancato nel franchise. E l’azione fa sì che tu voglia solo vederli uscire vivi insieme.

Il finale dell’episodio è altrettanto eccitante, anche se a questo punto sembra quasi un assalto di cose brutte che stanno accadendo ai nostri personaggi. Ma mentre l’epilogo sembra allo stesso modo senza speranza, poiché non tutti i personaggi sono presenti in questo episodio, è possibile che il prossimo episodio li introduca a questi eventi specifici. In caso contrario, è almeno divertente teorizzare!

In definitiva, questo episodio lascia desiderare ancora più azione, il che, considerando la quantità di combattimenti presenti, non è un’impresa da poco.

Nel complesso, la storia sta finalmente iniziando a prendere davvero il ritmo sperato. Ci sono ancora problemi di ritmo occasionali: ad esempio, vediamo la diga scoppiare e l’acqua che scorre lungo la valle, quindi abbiamo una scena tranquilla di Isildur ed Elendil che chiacchierano. Distrugge completamente la sensazione di pericolo e di slancio prodotta dalla scena della rottura della diga. Prima dovevamo vedere quella conversazione, poi passare alla diga, poi tornare alle zampilli d’acqua che distruggevano il villaggio.

E c’è il problema costante della sua stessa natura di prequel che riduce anche parte della tensione della serie: vedere Galadriel apparentemente consumata dal fuoco alla fine dell’episodio non è un cliffhanger quando l’abbiamo vista in sei film ambientati secoli dopo…

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere Episodio 7 sarà presentato in anteprima su Amazon Prime Video il 7 ottobre.

93
Il Signore degli Anelli - Gli Anelli del Potere
Recensione di Laura Della Corte

Concludiamo la recensione dell'episodio 6 de Gli Anelli del Potere dicendo che stiamo finalmente iniziando a vedere di cosa tratta davvero la serie e ad avere un'idea di dove sta andando questa prima stagione. Se riescono a risolvere i "misteri" che ora stanno iniziando a diventare fastidiosi (lo Straniero è Halbrand Sauron?) potremmo guardare a qualcosa con il potenziale che sia davvero eccitante.

ME GUSTA
  • La battaglia tra umani, elfi e orchi aiuta a creare un episodio emozionante e allo stesso tempo drammatico che sarà probabilmente l'episodio preferito finora da molti spettatori.
  • Ciò che rende il combattimento ancora più entusiasmante è che è presente anche il cattivo più oscuro finora, Adar (Joseph Mawle). È affascinante da guardare ogni volta che è sullo schermo, riuscendo sia ad apparire vulnerabile che intimidatorio.
  • In definitiva, questo episodio lascia desiderare ancora più azione, il che, considerando la quantità di combattimenti presenti, non è un'impresa da poco.
FAIL
  • Le scene di combattimento sono al massimo godibili ma mancano di coreografia. Odiamo farlo presente ma viene naturale il confronto a una battaglia di Game of Thrones. Si spera che questo venga risolto in futuro perché mentre le scene di combattimento in sé erano apprezzabili, l'episodio è stato fantastico.
Hunters 2: il teaser della seconda stagione della serie Prime Video
Hunters 2: il teaser della seconda stagione della serie Prime Video
La Torre Nera diventerà una serie Prime Video grazie a Mike Flanagan
La Torre Nera diventerà una serie Prime Video grazie a Mike Flanagan
Daisy Jones & The Six: svelati teaser, foto e data di uscita della serie Prime Video
Daisy Jones & The Six: svelati teaser, foto e data di uscita della serie Prime Video
Gen V: il trailer dello spin-off di The Boys e l'universo narrativo ampliato della serie TV
Gen V: il trailer dello spin-off di The Boys e l'universo narrativo ampliato della serie TV
LOL Xmas Special: Chi ride è fuori, dal 19 dicembre su Prime Video, ecco la sigla
LOL Xmas Special: Chi ride è fuori, dal 19 dicembre su Prime Video, ecco la sigla
Silk: Spider Society - In sviluppo una serie TV dello spiderverso per Prime Video
Silk: Spider Society - In sviluppo una serie TV dello spiderverso per Prime Video
The Bad Guy: trailer e poster della serie Prime Video
The Bad Guy: trailer e poster della serie Prime Video