Meta ha sospeso 1.600 account utilizzati per diffondere propaganda russa

2 mesi fa

Meta, società proprietaria dei social Facebook e Instagram, ha annunciato di aver sospeso 1.600 account. Erano parte di una rete propagandistica della Russia: nel mirino degli account pro-Cremlino c’era anche il nostro Paese. Si trattava della “più grande e complessa” rete propagandistica legata alla Russia identificata da Meta dallo scoppio del conflitto in Ucraina. Non solo Italia. Gli account erano attivi anche in Germania, Francia e Regno Unito.

Gli account venivano utilizzati per diffondere una narrazione filo-russa del conflitto, anche attraverso la condivisione di notizie completamente inventate e diffuse utilizzando siti progettati con lo scopo di imitare alcune fonti autorevoli, come il The Guardian e il Der Spiegel.

Meta sostiene di essere riuscita a neutralizzare il gruppo di account prima che potessero raggiungere un vasto pubblico.

Nello stesso periodo, l’azienda ha anche smantellato una più piccola rete propagandistica legata alla Cina. Anche questa è stata eliminata sul nascere. A differenza della campagna di disinformazione del Cremlino, concentrata in Europa, l’operazione cinese aveva l’obiettivo di dividere l’opinione pubblica statunitense.

Sebbene gli effetti della propaganda cinese siano stati estremamente modesti (in alcuni casi i post non avevano interazioni), Meta ha sottolineato che si trattava del primo tentativo accertato della Cina di influenzare l’opinione pubblica statunitense in vista delle elezioni di mid-term.

Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Meta ha annunciato il licenziamento di 11mila dipendenti. Zuckerberg: "me ne assumo la responsabilità"
Meta ha annunciato il licenziamento di 11mila dipendenti. Zuckerberg: "me ne assumo la responsabilità"
Meta licenzierà migliaia di dipendenti. "Sarà uno dei più grandi licenziamenti della Silicon Valley"
Meta licenzierà migliaia di dipendenti. "Sarà uno dei più grandi licenziamenti della Silicon Valley"
Mark Zuckerberg difende gli investimenti sul metaverso: "tra dieci anni ci ringrazierete"
Mark Zuckerberg difende gli investimenti sul metaverso: "tra dieci anni ci ringrazierete"
Il fondatore di Oculus boccia il metaverso di Horizon Worlds: "è un brutto prodotto e non è divertente"
Il fondatore di Oculus boccia il metaverso di Horizon Worlds: "è un brutto prodotto e non è divertente"
Facebook migliorerà il suo browser in-app: stop alla dipendenza da WebView
Facebook migliorerà il suo browser in-app: stop alla dipendenza da WebView

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.