Twitter, ora è possibile modificare i tweet: ecco come funziona e chi può farlo

3 mesi fa

Dopo anni di tentennamenti, smentite e alzate di spalle finalmente ci siamo: Twitter ha introdotto la possibilità di modificare i post già pubblicati.

Una funzione presente in praticamente ogni altro social, ma che Twitter non aveva mai voluto introdurre per paura di inquinare quella che è una delle sue vocazioni: essere una sorta di archivio storico di tutto ciò che succede di rilevante nel mondo, oltre che di megafono della voce dei politici, giornalisti e opinion leader più rilevanti.

Una voce che, nella visione originale del sito, doveva rimanere spontanea e soprattutto impossibile da rettificare (o contraffare) a posteriori. Ma alla fine, dopo le forti pressioni degli utenti, il social ci ha ripensato. Per il momento la funzione di editing dei tweet è ancora in una fase sperimentale. In quanto tale, significa che soltanto gli utenti abbonati a Twitter Blue possono accedervi. Dunque gli italiani, per il momento, sono esclusi.

Come funziona l’edit dei tweet già pubblicati

Il funzionamento è semplice ed intuitivo: come avviene già su Instagram o Facebook, gli utenti potranno modificare i loro post, correggendo eventuali errori di battitura, oppure integrando e rettificando intere frasi.

Ci sono però degli importanti limiti: in primo luogo, sarà esclusivamente possibile modificare un post entro 30 minuti dalla sua pubblicazione. Scattato il trentunesimo minuto, il post non potrà subire modifiche. In secondo luogo, gli utenti potranno modificare i tweet per un massimo di cinque volte. Dopo la quinta modifica, il post non potrà più essere ritoccato.

È un compromesso tra le richieste degli utenti e quello che accennavamo poco sopra: la missione di un social network che è interessato a difendere “l’integrità delle conversazioni e delle discussioni online”.

Peraltro, entrambi i due limiti saranno soggetti a modifiche in futuro. Un domani la possibilità di modificare i tweet già pubblicati verrà estesa a tutti gli utenti. Twitter utilizzerà questa fase sperimentale, quella limitata agli abbonati, per capire quale sarà l’impatto della funzione sulla salute del social network. Così, quando la funzione verrà estesa a tutti, potrebbero esserci meno limiti, oppure potrebbero esserci requisiti ancora più stringenti.

I primi test sono già partiti in Nuova Zelanda, poi si passerà ad Australia, Canada e Stati Uniti. L’Europa, almeno all’inizio, dovrà rimanere a guardare.

Twitter verificherà manualmente ogni account e ci saranno tre diverse spunte: blu, verde e oro
Twitter verificherà manualmente ogni account e ci saranno tre diverse spunte: blu, verde e oro
Twitter, dopo Donald Trump ora Elon Musk propone un'amnistia per tutti gli account bannati a vita
Twitter, dopo Donald Trump ora Elon Musk propone un'amnistia per tutti gli account bannati a vita
"Twitter consentirà di inviare pagamenti, anche in criptovalute", promette Elon Musk
"Twitter consentirà di inviare pagamenti, anche in criptovalute", promette Elon Musk
Twitter, parla Elon Musk: "ora basta licenziamenti, tempo di assumere". L'ex hacker GeoHot entra in squadra
Twitter, parla Elon Musk: "ora basta licenziamenti, tempo di assumere". L'ex hacker GeoHot entra in squadra
Twitter ha cambiato nuovamente idea sulle spunte blu a pagamento
Twitter ha cambiato nuovamente idea sulle spunte blu a pagamento
Twitter, parla l'ex N.1 della sicurezza: "Elon Musk ha le mani legate, decidono Google e Apple"
Twitter, parla l'ex N.1 della sicurezza: "Elon Musk ha le mani legate, decidono Google e Apple"
Twitter, l'ultimatum di Elon Musk non convince: valanghe di dimissioni, il social può sopravvivere?
Twitter, l'ultimatum di Elon Musk non convince: valanghe di dimissioni, il social può sopravvivere?

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.