Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast

1 mese fa

7 minuti

Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast

Con Thor: Love and Thunder l’eroe interpretato da Chris Hemsworth ottiene un risultato importante: il quarto film a lui dedicato nel Marvel Cinematic Universe. Un traguardo che conferma quanto il personaggio sia amato e quanto ancora ci sia da raccontare su di lui. Un nuovo capitolo che segna due importanti ritorni, oltre a quelli del cast consolidato: il primo è quello di Natalie Portman nel ruolo di Jane Foster; il secondo è quello di Taika Waititi dietro la macchina da presa, dopo aver adottato il personaggio con Thor: Ragnarok.

Ma anche il quarto film sul dio del tuono presenta alcune novità: il primo è un villain eccezionale, un Christian Bale magnetico e inquietante; il secondo è la presenza nel film dei Guardiani della Galassia, poiché nel precedente era proprio Hulk ad accompagnare il personaggio di Hemsworth.

Quello di Chris Hemseorth con Thor è stato un lungo viaggio, essendo uno dei primi personaggi presentati dal MCU e tuttora attivo nel Marvel Cinematic Universe. Cosa ha guidato l’attore nel portare il dio del tuono sullo schermo?

Soprattutto da quando è arrivato Taika, è uscito fuori il look più giovane e immaturo. È fresco ed emozionante, rappresenta ciò che la mia stella polare è nel fare film: divertirmi, essere catturato dalla meraviglia e dal fascino di questa esperienza. Se faccio film, specialmente questo tipo di film, deve essere divertente. Questo è ciò che mi sta guidando ed è ciò su cui Taika ha insistito.

Dovevo solo rendere Thor più Chris, ha spiegato Taika Waititi, che ha poi aggiunto, scherzando sul fatto che non è un film, è un documentario! Quello del personaggio è stato un percorso complesso, dall’Origin Story per lui più evidente, con cui il pubblico ha potuto relazionarsi alla sfida di “ricreare il personaggio”, portata avanti anche con le idee dello stesso Hemsworth . e lavorare con diversi registi e membri del cast che “hanno messo in evidenza aspetti diversi”. Un percorso al termine del quale “il personaggio ha finito per somigliare sempre di più a me”.

Ma cosa piace così tanto al pubblico di Thor, che lo rende l’unico personaggio del MCU ad aver avuto quattro film dedicati?

Penso che le persone rispondano a Chris Hemsworth, ha spiegato Kevin Feige, al pubblico piace quello che Chris può fare e l’arrivo di Taika ha fatto emergere un’altra dimensione, caratteristiche che erano evidenti anche prima, andando in alcune scene. di Ultron per esempio. Evidente, infatti, il suo tempismo comico, tratto che ha colpito Taika Waititi, che ha proposto a Feige di non limitarsi all’eroe con martello e fulmine, ma di aggiungere questa ulteriore interpretazione più leggera, sfruttando le capacità dell’attore. “Abbiamo passato molto tempo a chiederci come consentire al pubblico di identificarsi con lui, che è una divinità nordica, e l’abbiamo fatto.

Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast

Ma nel film c’è un altro personaggio amato dal pubblico che ritorna: Jane Foster, o meglio Natalie Portman, la cui storia è importante nell’economia narrativa ed emotiva di Thor: Love and Thunder. Un ritorno in una veste più super, perché Jane è presente anche nel nuovo film, come ci è stato raccontato dal Comic-Con di qualche anno fa e di cui abbiamo già visto l’aspetto dai trailer. Ma com’era indossare un costume da eroina?

È stato stupefacente! Ha detto all’attrice: Dopo aver visto Chris indossare quel costume per così tanti anni, rimettersi in forma e poterlo provare su di me è stato surreale la prima volta.

E l’attrice ha preso molto sul serio il mettersi in forma, come ha dichiarato lo stesso Hemsworth, scherzando: “Natalia ha dato la carica in palestra!” Un impegno che le ha fatto comprendere appieno le difficoltà che si celano dietro la realizzazione delle scene d’azione, a cui non aveva preso parte nei primi film.

Non ci sono solo eroi in Thor: Love and Thunder, ma anche un antagonista molto rispettato, che beneficia del valore aggiunto di essere interpretato da Christian Bale.

Prima parlavamo di cosa permettesse al pubblico di entrare in contatto con Thor e penso che per Gorr stavamo cercando il contrario, ha spiegato Bale, qualcuno con cui era difficile identificarsi, un solitario, una persona inquietante che nessuno avrebbe vuoi in giro. E l’hanno trovato in me! C’è molta soddisfazione nell’interpretare un cattivo, è molto più facile che interpretare l’eroe. Tutti sono affascinati dal cattivo. tutto divertente e allo stesso tempo commovente.

Anche da Bale, quindi, parole di elogio per l’approccio e lo stile di Taika Waititi.

Puoi capire le sue motivazioni, capire perché questo personaggio prende decisioni così terribili. È un mostro, è un macellaio, ma almeno in parte puoi capire come è diventato così.

E per essere così, ma dal punto di vista estetico, Bale ha dovuto sottoporsi a quasi quattro ore di trucco ogni giorno, tanto da considerare i truccatori responsabili del successo del personaggio almeno quanto lui.

Volevamo spendere più soldi possibile per le canzoni, ha scherzato Taika Waititi nel commentare la selezione musicale, in cui i Guns & Roses, come avrete intuito dal primo trailer, è un mio sogno! È una delle mie band preferite e riflette il tipo di folle avventura che racconteremo. Ma in realtà è una scelta legata all’ambientazione generale di Thor: Love and Thunder: Volevo che l’estetica del film fosse rumorosa, colorata, con una tavolozza che ricordasse le fiancate dei furgoni anni ’80 e le copertine dell’album rock . Una scelta estetica che arriva fino ai titoli, «che ricordano le scritte che facevo sui quaderni a lezione, quando non ascoltavo. Ricordo che ho passato mesi a perfezionare il logo dei Metallica!

Thor: Love and Thunder, intervista a Chris Hemsworth e al cast

Musica che, secondo il cast, accompagnava ogni giorno sul set, perché questa è l’atmosfera che Taika Waititi costruisce durante le riprese. Ha ripreso che sono stati aiutati dalle ultime tecnologie per lo sviluppo degli effetti digitali. Il Volume Studio, già sperimentato dallo stesso Waititi in The Mandalorian, che è essenzialmente un cerchio di schermi LED che circonda la scena e su cui vengono proiettati i fondali. Insomma, meno Green Screen, più vicinanza tra gli attori e ciò che li circonda nella scena finale.

Gran parte della scena è presente e gli attori possono vedere l’ambiente in cui si muovono e allo stesso tempo lo scenario illumina la scena, così puoi vederne i riflessi sugli oggetti di scena. Un importante passo avanti per creare una maggiore integrazione tra live action e aggiunte CGI.

Chris Hemsworth e Taika Waititi hanno poi aggiunto:

La prima volta che abbiamo lavorato insieme ci siamo sentiti come, ‘questa è l’ultima, provaci, fai quello che vuoi'”, ha detto Hemsworth.

Waititi, seduto accanto a lui, ha detto che non avevano nulla da perdere nel realizzare Ragnarok come una commedia selvaggia e ad alta energia che ha finito per incassare 854 milioni di dollari (1,2 miliardi di dollari) cinque anni fa.

Ogni singola idea che abbiamo avuto, [l’abbiamo] inserita semplicemente perché chissà se avremo mai la possibilità di farlo di nuovo , ha detto. Quando hanno detto, ‘Facciamolo di nuovo’, è stato come, ‘Oh shwooo. Abbiamo altre idee?’ Cosa facciamo?

Girato a Sydney all’inizio della pandemia, Thor: Love and Thunder ha un cast hollywoodiano splendente che include Natalie Portman nei panni dell’astrofisica Jane Foster, Christian Bale nei panni del cattivo Gorr the God Butcher, Russell Crowe nei panni di Zeus, Tessa Thompson nei panni di Valkyrie e cameo da Matt Damon, Chris Pratt, Sam Neill e Melissa McCarthy. Un’altra commedia ad alta energia che è anche una sincera storia d’amore, ha Thor che attraversa una crisi esistenziale, che peggiora quando l’ex fidanzata Jane si presenta come una donna “dio del tuono”.

 

John Landis, il report dell'incontro al Magna Graecia Film Festival: "Con The Blues Brothers abbiamo creato delle silhouette iconiche"
John Landis, il report dell'incontro al Magna Graecia Film Festival: "Con The Blues Brothers abbiamo creato delle silhouette iconiche"
Incontro con Richard Gere al Magna Graecia Film Festival: un fascino intramontabile
Incontro con Richard Gere al Magna Graecia Film Festival: un fascino intramontabile
Incontro con Marco Leonardi al Magna Graecia Film Festival: "la mia parte in Padre Pio sarà oscura"
Incontro con Marco Leonardi al Magna Graecia Film Festival: "la mia parte in Padre Pio sarà oscura"
Thor: Love and Thunder, dietro le quinte degli effetti visivi e... l'origine delle capre
Thor: Love and Thunder, dietro le quinte degli effetti visivi e... l'origine delle capre
Il regista Ti West su X - A Sexy Horror Story : "Quando si è giovani si pensa al futuro, quando si cresce lo sguardo è rivolto sempre al passato."
Il regista Ti West su X - A Sexy Horror Story : "Quando si è giovani si pensa al futuro, quando si cresce lo sguardo è rivolto sempre al passato."
Thor Ragnarok VS Thor Love and Thunder
Thor Ragnarok VS Thor Love and Thunder
Thor: Liam Hemsworth fu vicinissimo all'essere ingaggiato per la parte
Thor: Liam Hemsworth fu vicinissimo all'essere ingaggiato per la parte