Celly: dall’ecologico al pratico, le nuove linee di accessori smartphone

2 mesi fa

5 minuti

Una parte fondamentale della vita di un dispositivo smartphone rimane senza dubbio quella dell’accessorio: cavetti, caricabatterie, cover, ogni singolo dettaglio non solo protegge e aiuta a gestire il proprio telefono, ma da anche quel tocco di estetica.

Abbiamo avuto modo di intervistare per l’occasione del MWC di Barcellona Stefano Bonfanti, Head of Sales e Marketing di Celly, e abbiamo fatto quattro chiacchiere sulle tre nuove linee, Snap Collection, Ultra e Planet, ma abbiamo anche dato uno sguardo al futuro tra collaborazioni con Pantone e Fiat 500.

Come vi è venuta l’idea di differenziare la linea Snap Collection per essere adattabile ai vari mezzi?

È stata un’esigenza naturale: abbiamo sviluppato per l’auto due o tre collezioni diverse e tutte avevano risultati notevoli. Per bici e monopattini avevamo un prodotto uguale a tutto il resto, e l’utente voleva qualcosa di più sicuro. Serviva migliorare la tenuta dei prodotti sui vari mezzi (ognuno è diverso in termini di vibrazioni e sicurezza), e dunque sviluppando questo sgancio meccanico abbiamo colmato la mancanza.

Prima avevamo soluzioni magnetiche e in gomma (le abbiamo ancora), però chiaramente lasciavano spazio al dubbio del cliente se fosse o meno un prodotto sicuro in alcune situazioni. Il mercato del supporto auto, moto e bici è un business che sta crescendo di anno in anno, dunque è abbastanza naturale un’evoluzione. Non ci fermiamo, abbiamo altri prodotti in sviluppo, alcuni compresi con il MagSafe e la ricarica rapida.

snap

Ultra e l’attenzione al mondo iPhone: di cosa si parla?

Noi siamo distributori di Apple con Esprinet, e quindi tocchiamo tutte le realtà che utilizzano ad oggi Apple: questa diventa quindi una conseguenza che stiamo facendo sul mondo del device. Il nostro cliente cercava un prodotto affidabile, resistente ma che mantenesse la linea dell’iPhone. UltraMag è pensato per il cliente che fa attenzione alla tecnologia MagSafe. L’accessorio iPhone è quello che si vende di più nonostante la quota mercato di Apple, e questo ci permette di fare delle proposte per l’utente Apple che è disposto a comprarle.

Tecnologia sì, ma anche attenzione al pianeta: cos’è la linea Planet?

L’esigenza dei consumatori è quella di avere un prodotto rispettoso dell’ambiente: non è un progetto facile, perché non è scontato spiegare che è plastica riciclata e che segue una filiera. Il cliente finale non capisce subito che si parla certamente di plastica, ma riciclata. Per noi è uno dei progetti iniziali per l’utilizzo di questa plastica riciclata, la certificazione della filiera produttiva è un primo passo verso quello che sarà il futuro, l’utilizzo al 100% di prodotto riciclato. Tutti gli operatori sono interessati, l’utente finale è alla ricerca di prodotti di questo genere, è un bell’inizio e abbiamo anche una line up di prodotti che stiamo definendo oggi che vanno a completare quella che è la gamma Planet.

Le cover che produciamo fanno parte di una categoria che punta sul volume, e quindi continueremo sulla strada di prodotti di volume: non inventiamo niente oggi da zero ma partiamo da un’esigenza di mercato, soprattutto quello ecosostenibile.

I vari prodotti visti coprono principalmente Apple e Samsung: ci sono altri brand in arrivo?

Per Planet seguiremo l’andamento del mercato del device: non solo Apple, ci sarà Samsung, Xiaomi, Oppo e tutti quelli che avranno piani per il futuro. Il cambio veloce dei device non ci aiuta a lanciare il prodotto sul mercato – anzi finiremmo a creare prodotti che non solo non verrebbero utilizzati, ma che poi diventerebbero anche da smaltire.

Su Snap abbiamo creato un adattatore che è compatibile con tutti i dispositivi e tutte le custodie, però anche li potremo sviluppare in caso di interesse di alcuni mercati di un prodotto dedicato: sarebbe nient’altro che una Ultra, stesse caratteristiche, ma con un adattatore.

Per quanto riguarda i prezzi invece? Visto che non si posizionano nella fascia budget ma non arrivano nemmeno a cifre astronomiche.

Ti ringrazio intanto, alcuni utenti se ne lamentano ma noi pensiamo di trovarci in una fascia di prezzo giusto. Non riesco a dirti prezzo più basso o diverso, ma sicuramente per noi è giusto in base a dei dati come il ritorno di investimento, il lavoro ore/uomo, design, lavoro di squadra con fornitori e partner, marketing e così via. Oggi usciamo su mercato ma siamo obbligati ad uscire ad un prezzo giusto, poi le logiche di mercato che definiscono le vendite in base al prezzo in alcuni casi funzionano. Gli accessori non sono tutti price sensitive (non ne venderei di più o di meno scontandoli o alzando il prezzo). Noi cerchiamo di avere un comportamento etico: poi per alcuni siamo cari, ma questo in parte mi fa anche piacere, visto che svendere un prodotto non è corretto per nessuno, soprattutto noi che lo curiamo e gestiamo le certificazioni e la filiera produttiva in modo maniacale.

Cos’altro puoi raccontarci di Celly?

Il mondo degli accessori è sempre stato nero o bianco: caricabatterie, cavetti, tutto nero o bianco, non c’è mai stato qualcosa di differenziante. Noi abbiamo lanciato un paio di anni fa una collaborazione forte con Pantone e a Barcellona abbiamo presentato una collezione nuova per ringiovanire i prodotti classici. Qualitativamente superiori rispetto alla media, abbiamo utilizzato il brand Pantone (una nostra licenza di sviluppo) e abbiamo fatto un progetto che è piaciuto e sta piacendo.

pantone

Oggi se sei davanti ad uno scaffale e hai un prodotto nero, bianco o fluo, una buona parte della clientela sarà attratta da quello diverso. Abbiamo già lavorato con Pantone, e per quest’estate arriverà la colorazione Fluo.

L’ultima collezione in partnership che abbiamo lanciato è quella con 500, forte italianità e visto che noi puntiamo molto sul mercato estero, abbiamo design italiano, brand italiano, e credo che anche su questo ci sia molto interesse e faremo molto bene. Abbiamo fatto prodotti centrati per il tipo di brand: il prodotto 500 non è pensato solo per chi usa la macchina, ma in realtà è un prodotto di moda, stiloso, si presta a vari usi.

500

iPod Touch rimosso ufficialmente dallo store di Apple
iPod Touch rimosso ufficialmente dallo store di Apple
Samsung Galaxy Z Fold 4: dettagli sul nuovo sistema pieghevole
Samsung Galaxy Z Fold 4: dettagli sul nuovo sistema pieghevole
POCO F4 sembra vicino al lancio, spuntano le specifiche tecniche
POCO F4 sembra vicino al lancio, spuntano le specifiche tecniche
iPhone 14: almeno un modello rinviato per i problemi di produzione?
iPhone 14: almeno un modello rinviato per i problemi di produzione?
Samsung Galaxy M13 5G: spuntano i render prima dell'annuncio
Samsung Galaxy M13 5G: spuntano i render prima dell'annuncio
Apple ha cambiato produttore dei display dopo quanto avvenuto con gli iPhone 13?
Apple ha cambiato produttore dei display dopo quanto avvenuto con gli iPhone 13?
Bill Gates utilizza un Z Fold 3 e non un Surface Duo di Microsoft
Bill Gates utilizza un Z Fold 3 e non un Surface Duo di Microsoft