Alzi la mano chi ricorda American McGee’s Alice e Alice: Madness Returns, mitici giochi dalle atmosfere horror usciti nel 2000 e 2011 tratti dalle storie di Lewis Carroll: ebbene, saranno trasposti in una nuova serie tv per adulti, scritta dal veterano David Hayter.

Il nome potrebbe non esservi troppo familiare, ma in realtà Hayter ha contribuito a diversi progetti importanti: è stato attore in diversi film (tra cui protagonista del piccolo scult Guyver: Dark Hero) ma soprattutto, doppiatore in serie tv e videogiochi (la voce storica di Solid Snake in Metal Gear Solid è la sua) e sceneggiatore di pregio, seppur poco celebrato.
Il primo X-Men di Bryan Singer, difatti, vanta la sua sceneggiatura, e ha contribuito anche a quella di X-2, senza contare che la sceneggiatura base del Watchmen di Zack Snyder era sua.
Per un certo periodo, prima della costituzione dei Marvel Studios, era stato ingaggiato per scrivere e dirigere il live action di Black Widow!

American McGee’s Alice e Alice: Madness Returns sono una reinterpretazione incredibile delle storie classiche. Ti portano nel cuore di un Paese delle Meraviglie corrotto, gettando una luce mai vista negli angoli di quel mondo. Sono più che entusiasta di portare alla vita questo mondo di follia e meraviglie a un pubblico mondiale.

ha affermato Hayter.

L’adattamento vedrà Alice tornare dal viaggio attraverso lo specchio solo per vedere che la sua casa è stata distrutta in un incendio, e i suoi genitori morti in esso. Dopo aver tentato più volte il suicidio, viene rinchiusa in una casa di cura psichiatrica: sarà il bianconiglio a tirarla fuori di lì, per riportarla nel Paese delle Meraviglie, che è completamente andato in malora.

David Hayter ha la benedizione dello stesso McGee, che ne ha tessuto le lodi e l’esperienza, contando di collaborare al meglio con lui.
Se la serie – attualmente non ancora opzionata da nessuna emittente o piattaforma – dovesse incontrare la fortuna sperata, non sarà improbabile vedere un vero e proprio universo narrativo in relazione ad esso: lo stesso McGee è al lavoro su un terzo gioco di Alice e su uno, parallelo, basato su Il Mago di Oz, senza contare che ha già realizzato anche un gioco basato sulle fiabe dei fratelli Grimm.

Leggi anche: