La Scelta di Anne – L’Événement: il film Leone d’Oro arriva in sala il 4 novembre

1 anno fa

Il film premiato quest’anno con il Leone d’Oro alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia uscirà nelle sale italiane il 4 novembre, con il titolo La Scelta di Anne – L’Événement, distribuito da Europictures: in occasione dell’annuncio vi mostriamo anche le prime quattro foto rilasciate ufficialmente dal distributore italiano.

La pellicola, diretta da Audrey Diwan ed interpretata da Anamaria Vartolomei e Pio Marmai, oltre al Leone D’oro si è aggiudicata altri premi collaterali, tra cui Il FIPRESCI AWARD (assegnato dalla stampa estera) e il Premio Arca CinemaGiovani 2021, ed è tratto dal romanzo autobiografico di Annie Ernaux.

Dichiara Lucy De Crescenzo, CEO di Europictures:

Sono molto felice di questo importante riconoscimento ed orgogliosa come donna di distribuire questo film così potente, che difende un diritto importante per le donne che fino a poche decine di anni fa era negato anche nel nostro paese. Sembra incredibile ma ancora in 16 paesi l’aborto è considerato un crimine e quello che sta succedendo in Texas ci fa capire come la battaglia è ancora lunga. Grazie alla regista per aver realizzato un film così necessario. Non vediamo l’ora di farlo vedere al pubblico in sala.

Ambientato nella Francia del 1963, La Scelta di Anne – L’Événement racconta il viaggio della battaglia fisica ed emotiva di Anne, una giovane donna che decide di abortire per completare i suoi studi e sfuggire al destino sociale della sua famiglia proletaria, in un mondo che condanna il desiderio delle donne, e il sesso in generale. Ma sarà una lotta contro il tempo…

Leggi anche la recensione del film:

  • Comunicato stampa
Intervista a Beatrice Baldacci: "Nel mio film volevo che dal contrasto nascesse il significato."
Intervista a Beatrice Baldacci: "Nel mio film volevo che dal contrasto nascesse il significato."
Official Competition, la recensione: la vera sorpresa di Venezia conquista, diverte e critica il cinema
Official Competition, la recensione: la vera sorpresa di Venezia conquista, diverte e critica il cinema
Spencer, la recensione: Pablo Larraín e la solitudine di Lady D
Spencer, la recensione: Pablo Larraín e la solitudine di Lady D
Intervista a Gabriele Mainetti: "Il cinema italiano può cambiare."
Intervista a Gabriele Mainetti: "Il cinema italiano può cambiare."
Ennio, la recensione: la colonna sonora del '900
Ennio, la recensione: la colonna sonora del '900
America Latina, la recensione: il seme della follia secondo Fabio e Damiano D'Innocenzo
America Latina, la recensione: il seme della follia secondo Fabio e Damiano D'Innocenzo
Valentyn Vasyanovych, intervista al regista di Reflection: "in Europa queste torture inumane stanno ancora accadendo"
Valentyn Vasyanovych, intervista al regista di Reflection: "in Europa queste torture inumane stanno ancora accadendo"