Facebook: per uno studio le fake news creano 6 volte più interazione

204
1 anno fa

La disinformazione, sia nel mondo di internet che in quello dei social network andando più nello specifico, è ormai un grosso problema per diversi ambiti, dalle nozioni sbagliate della medicina alle notizie che circolano e finiscono per disinformare la popolazione. Mentre le piattaforme, fra cui anche Google stessa, fanno il possibile per evitare al massimo questo fenomeno, ovviamente tranne quando è volutamente creato per fini ironici e dichiarato in partenza, uno studio ha dimostrato in realtà che la situazione è piuttosto grave su Facebook.

Stando a quanto ripreso dal The Washington Post infatti, un recente studio condotto dalla New York University e dall’Université Grenoble Alpes francese ha preso in considerazione il periodo da agosto 2020 a gennaio 2021, dimostrando dimostrato l’enorme aumento di condivisioni e interazioni per le fake news. Ovviamente, la piattaforma fa il possibile per combattere il tutto, come accennato in apertura, ma pare che all’effettivo contenuti simili a questi risultino molto più considerati e creino in genere più interazioni.

Si parla di risultati 6 volte maggiori, commentati anche da una Joe Osborne di Facebook vista la gravità della situazione:

Questo report prende in considerazione principalmente il modo in cui le persone interagiscono con i contenuti, il che non dovrebbe essere confuso con il modo in cui queste lo vedono all’effettivo su Facebook. Quando guardi ai contenuti che raggiunge più utenti su Facebook, non è quello che questo studio suggerisce.

Il fatto che quindi contenuti disinformativi ed errati creino più coinvolgimento non è quindi un vero e proprio problema a cui Facebook può porre soluzioni, all’infuori del continuare a combattere l’arrivo di materiale come questo sul proprio portale, cosa ovviamente molto difficile da gestire se si considera le molte lingue e la mole di utenza presente.

 

 

Possibile condividere NFT su Facebook e Instagram
Possibile condividere NFT su Facebook e Instagram
Meta non permetterà più la condivisione di indirizzi pubblici su Facebook
Meta non permetterà più la condivisione di indirizzi pubblici su Facebook
Facebook non fa più effettuare il login ad alcuni account senza Facebook Protect
Facebook non fa più effettuare il login ad alcuni account senza Facebook Protect
Il metaverso di Facebook non avrà successo, per l'ex presidente Nintendo
Il metaverso di Facebook non avrà successo, per l'ex presidente Nintendo
Google e Meta sotto indagine dell'UE per degli accordi pubblicitari
Google e Meta sotto indagine dell'UE per degli accordi pubblicitari
Google e Facebook avevano un piano per "dominare in segreto il mercato"?
Google e Facebook avevano un piano per "dominare in segreto il mercato"?
Facebook Gaming introduce ufficialmente il co-streaming
Facebook Gaming introduce ufficialmente il co-streaming

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.