T-Mobile: l’attacco informatico contro il terzo più grande operatore mobile degli USA

14
1 anno fa

Un gruppo di hacker sostiene di aver carpito i dati personali di oltre 100 milioni di clienti di T-Mobile, il terzo più grande operatore mobile degli Stati Uniti d’America. Secondo i primi report, i criminali starebbero cercando di vendere il database per sei bitcoin, ossia circa 277.000$.

Gli hacker sostengono di aver fatto breccia in diversi server dell’azienda, riuscendo ad ottenere un enorme quantità di dati. Si parla delle informazioni complete dei clienti, che includerebbero, dunque, anche il social security number, oltre a dati anagrafici di varia natura e recapiti telefonici ed indirizzi email. Ma non solo, l’archivio includerebbe anche le scansioni dei documenti d’identità dei clienti.

T-Mobile sta ancora indagando sulla portata dell’attacco informatico, tant’è che non è ancora stata  confermata l’autenticità delle dichiarazioni degli hacker. Motherboard, l’inserto dedicato alla tecnologia di Vice, sostiene di aver avuto accesso ad un campione dei dati rubati dai criminali ed ha confermato la grave entità del furto.

I criminali hanno anche dichiarato di aver perso l’accesso ai server della T-Mobile, il che presupporrebbe che i tecnici informatici abbiano già trovato la vulnerabilità e vi abbiano posto rimedio.

T-Mobile, che in Europa opera in alcuni mercati ma non in Italia, non è nuova agli attacchi informatici. Negli anni recenti è stata più volte oggetto di attacchi hacker e di data breach di entità importante.

 

 

Sblocca illegalmente centinaia di migliaia di smartphone della T-Mobile: rischia 165 anni di carcere
Sblocca illegalmente centinaia di migliaia di smartphone della T-Mobile: rischia 165 anni di carcere
Agenzia delle Entrate, finalmente sappiamo cosa è successo: la vittima degli hacker è un'altra
Agenzia delle Entrate, finalmente sappiamo cosa è successo: la vittima degli hacker è un'altra
Data breach Agenzia delle Entrate, Sogei smentisce attacco hacker
Data breach Agenzia delle Entrate, Sogei smentisce attacco hacker
Agenzia delle Entrate, gli hacker di Lockbit rivendicano un attacco: "pagate o pubblichiamo 76GB di informazioni riservate"
Agenzia delle Entrate, gli hacker di Lockbit rivendicano un attacco: "pagate o pubblichiamo 76GB di informazioni riservate"
Un hacker ha rubato i dati di oltre 1 miliardo di cinesi, ora sono in vendita sul deep web
Un hacker ha rubato i dati di oltre 1 miliardo di cinesi, ora sono in vendita sul deep web
I canali social dell'esercito del Regno Unito sono stati usati per promuovere alcune truffe
I canali social dell'esercito del Regno Unito sono stati usati per promuovere alcune truffe
Anonymous Italia risponde per le rime ai russi di Killnet: offline il sito della polizia di Mosca
Anonymous Italia risponde per le rime ai russi di Killnet: offline il sito della polizia di Mosca

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.