T-Mobile: l’attacco informatico contro il terzo più grande operatore mobile degli USA

Un gruppo di hacker sostiene di aver carpito i dati personali di oltre 100 milioni di clienti di T-Mobile, il terzo più grande operatore mobile degli Stati Uniti d’America. Secondo i primi report, i criminali starebbero cercando di vendere il database per sei bitcoin, ossia circa 277.000$.

Gli hacker sostengono di aver fatto breccia in diversi server dell’azienda, riuscendo ad ottenere un enorme quantità di dati. Si parla delle informazioni complete dei clienti, che includerebbero, dunque, anche il social security number, oltre a dati anagrafici di varia natura e recapiti telefonici ed indirizzi email. Ma non solo, l’archivio includerebbe anche le scansioni dei documenti d’identità dei clienti.

T-Mobile sta ancora indagando sulla portata dell’attacco informatico, tant’è che non è ancora stata  confermata l’autenticità delle dichiarazioni degli hacker. Motherboard, l’inserto dedicato alla tecnologia di Vice, sostiene di aver avuto accesso ad un campione dei dati rubati dai criminali ed ha confermato la grave entità del furto.

I criminali hanno anche dichiarato di aver perso l’accesso ai server della T-Mobile, il che presupporrebbe che i tecnici informatici abbiano già trovato la vulnerabilità e vi abbiano posto rimedio.

T-Mobile, che in Europa opera in alcuni mercati ma non in Italia, non è nuova agli attacchi informatici. Negli anni recenti è stata più volte oggetto di attacchi hacker e di data breach di entità importante.

 

 

NoName continua a colpire l'Italia: attacchi DDoS contro quotidiani e banche
NoName continua a colpire l'Italia: attacchi DDoS contro quotidiani e banche
NoName colpisce di nuovo l'Italia: offline il sito della Corte Costituzionale
NoName colpisce di nuovo l'Italia: offline il sito della Corte Costituzionale
L'Italia nuovamente in balia degli hacker russi: offline MIT e biglietterie dell'ATAC
L'Italia nuovamente in balia degli hacker russi: offline MIT e biglietterie dell'ATAC
L'FBI sostiene di aver arrestato il fondatore di BreachForum
L'FBI sostiene di aver arrestato il fondatore di BreachForum
L'Italia di nuovo nel mirino degli hacker russi: attacchi DDoS contro Ministero Lavoro e CSM
L'Italia di nuovo nel mirino degli hacker russi: attacchi DDoS contro Ministero Lavoro e CSM
È in corso un "massiccio attacco hacker" filo russo contro i siti delle istituzioni italiane
È in corso un "massiccio attacco hacker" filo russo contro i siti delle istituzioni italiane
Agenzia delle Entrate, gli hacker di Lockbit rivendicano un attacco: "pagate o pubblichiamo 76GB di informazioni riservate"
Agenzia delle Entrate, gli hacker di Lockbit rivendicano un attacco: "pagate o pubblichiamo 76GB di informazioni riservate"