Jake Gyllenhaal ha sempre avuto un sex appeal molto “maschio” ma a quanto pare il suo look un po’ “selvatico” deriva dal suo rapporto controverso con la doccia. In un’intervista con Vanity Fair conseguente al lancio del corto pubblicitario per l’eau de parfume Luna Rossa Ocean di Prada – che lo vede protagonista sotto la direzione di Johan Renck, regista di Chernobyl – all’attore è stato chiesto che rapporto ha con l’acqua, dato che nello spot è un indomito skipper.

https://www.instagram.com/p/CSHlLiuHZt2/

 

Più che altro, [il mio rapporto con l’acqua] si limita alla doccia! È più che altro un’interazione balneare. Non si tratta di vera acqua marina o di fiume, come l’Hudson, ma c’è questa grande spa, Aire, che ha acqua sotterranea. Ci sono stato un paio di volte. Che altre interazioni ho avuto con l’acqua? Sono un tipo da pontile. Mi piacciono le banchine. (…) Sempre più mi rendo conto che farsi il bagno è meno necessario [del previsto], a volte. Credo, perché Elvis Costello è meraviglioso, che le buone maniere e l’alito cattivo non ti portino da nessuna parte, dunque mi lavo. Ma penso anche che c’è un mondo intero di soluzioni alternative per la cura della pelle che non comprende lavarsi, e poi ci ripuliamo naturalmente.

L’argomento è controverso… e sicuramente è qualcosa di curioso da affermare mentre si pubblicizza un profumo! Gyllenhaal, la cui presenza attualmente non è confermata in Spider-Man: No Way Home (ma il personaggio di Mysterio è presente nel merchandise del film) ha tra i prossimi progetti in uscita The Guilty, di Antoine Fuqua, e Ambulance di Michael Bay.

Leggi anche: