GUIDE

Loki, gli easter egg del quinto episodio

455
2 mesi fa

13 minuti

easter egg del quinto episodio di Loki - richard e grant

Non c’è che dire, è stato un gran bel viaggio anche questo, fino a qui e lo affrontiamo con il penultimo appuntamento per la caccia agli easter egg del quinto episodio di Loki, e – wow – bisogna ammetterlo, di roba ce n’è davvero tanta.

Basta partire dal titolo della puntata (e non provate a dire che è uno spoiler che vengo a cercarvi): Viaggio nel Mistero, Journey into Mystery, come il nome della testata contenitore in cui sono nati proprio Thor e Loki e nella quale il dio degli inganni è morto e risorto nei panni della sua versione più giovane.

 

journey into mystery

Il metodo Marvel è ormai chiaro come il sole: si pesca dai fumetti, in maniera anche intelligente e interessante, si aggiunge qualche abbondante dose di cultura pop e si mischia il tutto con quello che si è costruito nel corso dei diversi film.

Il cocktail che ne esce, se supportato da una buona scrittura episodica, rivela una formula vincente: i vecchi nerd come il sottoscritto trovano quintali di easter egg e riferimenti, possono fare decine di teorie, i neofiti godono il prodotto e sviluppano una sana curiosità che li porta ad informarsi tra video ed articoli e in generale Marvel Studios continua a fare come gli pare.

Però ci stiamo divertendo, eccome.

E con il quinto episodio di Loki siamo finalmente ad un passo dallo svelare tutti i segreti della sacra linea temporale, la T.V.A. e il destino dei Loki stessi.

Quindi anche stavolta vi ricordo che ci sono più spoiler che Loki nelle prossime righe, siete avvisati, continuate a vostro rischio e pericolo!

Manca poco, pochissimo, ecco gli easter egg del quinto episodio di Loki.

Scegli il tuo Loki, ti dirò chi sei

easter egg del quinto episodio di Loki - loki varianti

E insomma ne abbiamo la conferma. Croco Loki (che come ci ha ricordato Francesco Lancia sembra il nuovo gelato dell’estate), ovvero l’alligatore, è un Loki. Permaloso, incazzoso e ingannevole.

Da dove salta fuori? Non importa. È divertente e tanto basta. Vedo già i pupazzi in vendita.

easter egg del quint episodio di Loki - Croco Loki

 

ThrogNel corso delle puntate di Phase Four discutevamo che se può esistere un Throg (il Thor Rana di Terra-97161) allora potrebbe esistere tranquillamente anche un Loki alligatore. E ogni volta finiamo per fare il gioco di Marvel Studios, dato che il nostro Thor anfibio compare tra gli easter egg del quinto episodio di Loki, mentre cerca di impossessarsi di un Mjolnir sepolto sotto una collinetta. L’etichetta sul barattolo di vetro indica T365, ovvero Thor Vol. 1 365 la raccolta in volume di Walter Simonson in cui c’è la famosa trasformazione del Dio del Tuono in ranocchio. Provate voi a baciarlo.

 

 

throg T365 Loki

 

Scopriamo che il Classic Loki interpretato da Richard E. Grant è un potentissimo stregone, signore delle illusioni, come dovrebbe sempre essere. Allo stesso modo ci viene rivelato che il “vanaglorioso” Loki è in realtà un inguaribile bugiardo, che non mostra alcun segno di sincerità, neanche quando racconta il “suo evento Nexus”.

Kid Loki ad un certo punto afferma di aver ucciso Thor (fatto che avrebbe di fatto generato un evento Nexus) e la cosa è confermata nei fumetti, in cui le sue azioni – per quanto finalizzate ad essere di aiuto – finiranno per causare la morte del Dio del Tuono nel combattimento contro il fratello di Odino, il “Serpente” sovrano della paura, durante il crossover Fear Itself.

Finalmente fa la sua apparizione anche il Loki candidato alle elezioni presidenziali americane del 2016 (direttamente da Vota Loki), di  Christopher Hastings e Langdon Foss, di cui già vi avevo parlato tra i fumetti consigliati. Come previsto fa poco più di una comparsata, ma riesce a farsi ricordare in maniera assolutamente divertente anche perché portatore di un altro interessante easter egg su cui arriveremo dopo.

Loki - serpenti contro lupi

C’è un divertente scambio di battute tra il Loki incravattato e Kid Loki riguardo a serpenti e lupi. Sono chiari riferimenti non solo alla mitologia norrena (Fenris è “figlio” di Loki) ma anche al ciclo di fumetti Fear Itself in cui il grande “Serpente” affronterà tutta Asgard e non solo, coinvolgendo proprio Kid Loki.

Certo alla fine i Loki sono meno malvagi di quanto abbiamo imparato a conoscere e queto è un aspetto in effetti recentemente riscoperto nei fumetti Marvel che da un po’ di anni si divertono a modificare ruolo e allineamento morale al dio degli inganni (o delle storie) di Asgard.

 

Leggende metropolitane, che passione

easter egg del quinto episodio di Loki - philadelphia experiment

All’inizio dell’episodio, la T.V.A. sempre alla ricerca di anomalie temporali sta effettuando indagini su Oak Island, che secondo le leggende ospiterebbe tesori inimmaginabili, dagli ori vichinghi che per primi visitarono le coste del Canada prima di Colombo, al Santo Graal o addirittura l’Arca dell’Alleanza. Ovviamente non è mai stato trovato niente nonostante il posto sia stato preso d’assalto da ricercatori, studiosi e avventurieri per oltre cento anni.

Veniamo però al cuore dell’episodio, nella dimensione discarica in cui vengono scaricate tutte le varianti falciate, che di fatto è un concentrato di cultura pop notevole, pieno di riferimenti più o meno fantasiosi a storie realmente raccontate da parecchi anni.

In tal senso ne troviamo parecchi di easter egg del quinto episodio di Loki.

Come non partire dal disco volante che sarebbe precipitato nel deserto vicino a Roswell il 2 luglio del 1947, dando il via a tutta la teoria del grande cover up (o grande cospirazione) che il Governo degli Stati Uniti avrebbe operato per tenere la popolazione mondiale all’oscuro della presenza di contatti con extraterrestri.

Loki - nave pirata e ufoCerto dopo la battaglia di New York, i Chitauri, Thanos e i suoi sgherri, i Guardiani della Galassia, i Kree e gli Skrull, il povero disco volante vintage sembra poca roba, ma è un simbolo di cultura pop impareggiabile.

La nave antica ridotta a relitto che si nota di fronte al disco volante potrebbe essere il leggendario Olandese Volante o la Mary Celeste, nave fantasma che fu rinvenuta al largo dello Stretto di Gibilterra, senza nessuno a bordo. Brrr.

In questa scena si vede uno squarcio aprirsi nel cielo e qualcosa cadere verso il suolo. Che cosa sarebbe? Mi spiace, non ho ancora la super vista.

E poi la USS Eldridge, la nave da guerra che si materializza nella dimensione discarica e che cerca di affrontare Alioth. Ebbene il cacciatorpediniere della marina statunitense è protagonista di una leggende metropolitane più affascinanti e bizzarre della storia del cover up.

La nave in questione sarebbe legata al cosiddetto Philadelphia Experiment, un tentativo di teletrasporto materico condotto dagli USA, con la partecipazione di scienziati del calibro di Tesla e Einstein. La nave sparì dal porto di Philadelphia per comparire a al porto militare di Norfolk e successivamente ritornare al proprio posto.

Beh, se non è un evento Nexus questo cosa dovrebbe esserlo?

Nella grande area vicenda del quinto episodio di Loki si nota poi la presenza di numerose altre curiosità:

  • All’inizio durante la ripresa a volo d’uccello sulla dimensione tasca/discarica si può notare un grande faro monumentale; potrebbe essere il grande leggendario faro di Alessandria d’Egitto, una delle otto meraviglie del mondo antico?
  • Successivamente la vista della Stark Tower ci rivela che il proprietario in una qualche linea temporale deve essere cambiato. Il logo visibile infatti è QENG, chiaro riferimento alla Qeng Enterprises a cui Tony Stark avrebbe venduto il suo ex quartier generale, salvo poi rivelarsi tutto un piano per manipolare Visione e insinuarsi tra gli Avengers (torniamo nel 2015 con Mark Waid e Adam Kubert ai disegni);
  • Il relitto della Dark Aster, la nave da guerra di Ronan l’Accusatore, antagonista ne I Guardiani della Galassia del 2014;
  • I rottami dell’Helicarrier, la base volante dello S.H.I.E.L.D.
  • Il Thanos-copter, realmente usato nei fumetti dal titano pazzo, in una bizzarra (non tanto per l’epoca, erano gli anni ‘70) avventura in cui cerca di impadronirsi del cubo cosmico in possesso di Hellcat e diventato anche abbastanza iconografico (e oggetto di meme) visto il percorso che farà poi il suo personaggio nel corso del tempo. E si, Thanos grossissimo dentro il mini abitacolo di un elicotterino giallo, con il suo nome scritto sulla coda è piuttosto ridicolo, ma erano altri tempi e la robba in giro era migliore.
  • Sembrano esserci dei Mjolnir in giro per questa dimensione tasca, ma tanto nessuno sarebbe in grado di brandirli in quanto non degni (a parte forse il succitato Throg);
  • Sculture giganti raffiguranti delle teste appaiono qua e là nella pianura; non sono riconducibili a niente di particolarmente noto, tranne forse una, che ricorda in maniera impressionante l’elmetto del costume di Calabrone, l’armatura potenziata vista nel primo Ant-Man; potrebbe anche trattarsi di un elmo alternativo del costume di Ant-Man stesso e tutto questo andrebbe a ricordare la famosa scena del fumetto Vecchio Logan in cui, in una Terra alternativa, i villain avevano vinto uccidendo quasi tutti i supereroi viventi, compreso il signor Hank Pym e lasciando il suo gigantesco cadavere come monito perenne;
  • La grande piramide di Cheope e la Sfinge, per le quali ancora si teorizza che possano essere molto più antiche di quanto le datazioni degli storici affermino, e che siano il retaggio di una civiltà preistorica altamente sofisticata e probabilmente in contatto con entità extraterrestri;
  • Mobius interviene guidando una stramba automobilina per la consegna pizze con targa GRN-W1D (che farebbe ancora riferimento al compianto Mark Gruenwald); non ho afferrato la citazione, potrebbe essere un omaggio al Pizza Planet usato da Pixar nei suoi film, oppure qualcosa di non facilmente collegabile qui in Italia. La bambolina hawaiana sul cruscotto ricorda quelle già viste in Wandavision e in Agents Of Shield, un elemento ricorrente.

Thanos Copter

Loki, smettila di comprare action figure

easter egg del quinto episodio di Loki - Polybius

Tutto il quinto episodio è un paradiso di nerd culture e il covo dei Loki sopravvissuti non è da meno.

Specie quando dietro al Classic Loki si nota una copia del coin op Polybius. Ovvero un fantomatico videogioco degli inizi degli anni ’80 capace di alterare la psiche delle persone, provocando allucinazioni, perdite di memoria e assoluto disinteresse verso gli altri videogiochi. Una vera e propria arma psichica di distruzione di massa che, in virtù della sua pericolosità, venne ritirata dal mercato senza lasciare nessuna traccia. Una bufala, certamente, ma costruita in maniera meravigliosamente e oggetto di tanti storie nel corso degli anni.

spacemissionC’è anche un flipper diventato un oggetto di culto, ovvero Space Mission della Williams con la bella illustrazione della stazione spaziale, rielaborata da quella di Robert McCall, raffigurante la Soyuz sovietica.

L’intera sala trabocca di oggetti: una vasca da bagno con tendina, una pianta rampicante gigante con bulbi viola, birilli e palle da bowling, il trono di Kid Loki con le teste di cervo. C’è letteralmente di tutto.

Cari amici di Marvel Studios, se questo è un modo per farmi venire il mal di testa o deridere la mia scarsa preparazione, sappiate che non raccolgo.

Solo in quelle poche sequenze potrebbero esserci decine di easter egg del quinto episodio di Loki legati a design e riferimenti che faccio fatica a cogliere. Il tempo forse ci darà le risposte.

Chissà poi che divertimento nel bere grandi quantità di Pinot della Roxxon, in formato Tavernello. Festa grande insomma.

 

Tic Toc, Tic Toc, chi ha paura dei coccodrilli?

easter egg del quinto episodio di Loki - vota loki

Ancora easter egg del quinto episodio di Loki legati ad altre opere letterarie. Stavolta tocca a Peter Pan.

Durante la scena in cui il Loki candidato presidente fa irruzione nella tana dei Loki alternativi (troppi Loki in questa frase, lo so, non rompete), l’alligatore stacca una mano con un morso al dio degli inganni in giacca e cravatta.

Esattamente come fa il mega coccodrillo a Capitan Uncino in Peter Pan. E guarda caso, proprio per questa dolorosa vicenda, il nostro Giacomo Uncino è ossessionato dal ticchettio degli orologi, motivetto ricorrente in tutta questa serie (come potrebbe essere altrimenti in un prodotto che tratta i viaggi nel tempo?).

Tutto il combattimento poi tra i Loki alternativi e gli altri disgraziati mi ha particolarmente ricordato quelli di Lufio, Carambola e soci con i pirati di Uncino in Hook di Steven Spielberg.

Alioth, molto fumo poco arrosto

easter egg del quinto episodio di Loki - alioth

Alioth è la creatura di fumo messa a guardia della dimensione discarica affinchè nessuno esca da questo limbo. Un cane da guardia insomma, un cerbero. E anche un grosso easter egg de quinto episodio di Loki.

A parte il fatto che rendere questa entità il portale per accedere al vero responsabile dietro la Sacra Linea Temporale e riempire la dimensione discarica di individui fortissimi e pericolosissimi (non solo i Loki) non mi sembra un’idea brillantissima, va detto che il bestione fumoso ha il suo perché.

Nei fumetti Marvel Alioth esiste ed è collegato a Kang il Conquistatore e Ravonna Renslayer.

Si tratta dell’entità che per prima ha sconfitto lo scorrere del tempo estendendo il suo dominio per milioni e milioni di anni e rappresentando una minaccia cosmica sconfinata. Si tratta di un essere molto più potente di Kang il Conquistatore e questo – seppur non collegato in maniera diretta – potrebbe farci intuire che forse il personaggio che sarà interpretato da Jonathan Majors non dovrebbe essere coinvolto nelle vicende di Loki.

Però insomma, il mostro di fumo scuro (tanto caro a Lost), fa una figura abbastanza di palta, finendo per essere soggiogato dal potere congiunto di Sylvie e Loki, rimanendo incantato. Perché si, come ci hanno insegnato gli shonen giapponesi e non solo, basta crederci tantissimo per realizzare l’impossibile.

Una bella casa di campagna

Colui che rimane - TVA

E arriviamo al finale di questa puntata, ad un passo dalla rivelazione più importante: chi ci sarebbe dietro alla T.V.A. e alla Sacra Linea Temporale? Visto che persino Ravonna Renslayer sembra ignorarlo la questione si fa croccante.

L’unica cosa che ci viene rivelata è una magione, all’apparenza antica, con una torre che pare racchiudere un grande potere, in un luogo al di là del tempo e dello spazio.

La dimora di Kang? Non sembrerebbe, nei fumetti non ci sono riferimenti del genere.

Si sta vociferando che il vero capo della T.V.A. sia l’entità conosciuta come Colui che Rimane, il vero direttore della T.V.A., creatore dei Custodi del Tempo, apparso nei fumetti nel 1973 grazie a Len Wein e John Buscema.

Egli rappresenterebbe la congiunzione tra l’attuale universo e quello che verrà dopo, e per dopo si intende dopo la fine del tempo, di cui si è parlato parecchio in questo quinto episodio di Loki.

La questione si fa complessa; intuire ora cosa sapranno tirar fuori dal cilindro per l’ultima puntata è ardua. Perché se da un lato utilizzare un personaggio come Colui Che Rimane potrebbe essere un’ottima idea (character poco conosciuto, si può usare e poi far sparire senza grossi problemi), dall’altro lato verrebbe un po’ a mancare l’effetto sorpresa del mettere in scena un personaggio con maggior peso narrativo.

easter egg del quinto episodio di Loki - Roxxi Pinot

Di certo ci troviamo di fronte al cruciale punto di svolta. Con il sesto episodio molte delle questioni verranno risolte e saranno saldati i collegamenti coi futuri film del MCU.

È stato un bel viaggio, divertente, che ha caratterizzato un 2021 in cui lo stesso hashtag “easter egg” ha quadruplicato la sua popolarità, generando anche bellissimi approfondimenti e portando a galla molti fumetti non certo appannaggio del pubblico più di massa.

Quindi di che dovremmo lamentarci?

Dai manca una settimana e poi sveliamo la verità. Oppure no? In fondo dei conti, c’è sempre il dio degli inganni di mezzo.

 

Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli: 10 cose da sapere prima di andare a vederlo
Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli: 10 cose da sapere prima di andare a vederlo
What If: le migliori storie dal fumetto alla serie animata Disney+
What If: le migliori storie dal fumetto alla serie animata Disney+
Phase Four Loki ep. 06 - per tutti i tempi, adesso con tutta la redazione
Phase Four Loki ep. 06 - per tutti i tempi, adesso con tutta la redazione
I 10 migliori film 4K da vedere su Disney+
I 10 migliori film 4K da vedere su Disney+
Phase Four Loki - ep. 05 Journey Into Mystery con Massimo Triggiani
Phase Four Loki - ep. 05 Journey Into Mystery con Massimo Triggiani
Loki, gli easter egg del quarto episodio
Loki, gli easter egg del quarto episodio
Phase Four Stagione 2 Ep. 01: Bentornato Loki - con Marco M. Lupoi e Marco Rizzo
Phase Four Stagione 2 Ep. 01: Bentornato Loki - con Marco M. Lupoi e Marco Rizzo