Satelliti e droni controlleranno il Colosseo

11 mesi fa

Il bando “5G for l’Art” indetto dall’Agenzia Spaziale Europea (ESA) si è concluso e uno dei progetti vincitori è quello di e-GEOS, il quale vuole imbastire un programma di monitoraggio strutturato su droni e satelliti interconnessi con una rete 5G. Il piano si chiama Pomerium, in onore del confine sacro che, secondo gli antichi romani, proteggeva la capitale.

e-GEOS, società costituita da Telespazio dall’ottanta per cento e dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) al venti, vedrà i suoi intenti cofinanziati dall’ESA e dalla stessa ASI, con l’obiettivo di imbastire un sistema di monitoraggio e sorveglianza che faccia ampio uso di tecnologie integrate.

In pratica, i dati ottenuti da satelliti, droni e sensori “smart” – l’azienda parla nello specifico di “internet of things” – permetteranno all’organo di controllo di costruire modelli digitali con cui identificare rapidamente ogni variazione o cedimento degli edifici presi in analisi.

Graffiti, vandalismo, formazione di discariche abusive, vegetazione infestante, inquinanti nell’aria, incendi: verranno controllati tutti i fenomeni che possono impattare sugli edifici storici, in modo da predirne anche le evoluzioni nel tempo. Le aree individuate da e-GEOS sono per ora limitate al Palatino e al Colosseo, alla Piramide Cestia e a Porta San Paolo, al tracciato urbano del fiume Tevere, all’Aventino e al Porto Fluviale.

Il progetto dovrebbe concretizzarsi ufficialmente nel marzo del 2022, con la creazione di una piattaforma cartografica digitale nota come Aware. Difficile dire come Pomerium andrà a incidere sulla privacy dei romani o se, oltre a prendere atto dell’incuria, il progetto sarà anche accompagnato da un adeguato investimento nel mantenimento e nel restauro dei luoghi storici d’interesse.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Droni in salsa blockchain potrebbero presto sorvegliare le nostre vite
Droni in salsa blockchain potrebbero presto sorvegliare le nostre vite
Droni, le stelle filanti sono l'arma di difesa della DARPA
Droni, le stelle filanti sono l'arma di difesa della DARPA
Droni, ora imparano ad ascoltare le richieste di aiuto
Droni, ora imparano ad ascoltare le richieste di aiuto
Droni: la polizia di Chicago ha usato i soldi della droga per un progetto segreto
Droni: la polizia di Chicago ha usato i soldi della droga per un progetto segreto
Droni, un'arma a microonde li può abbattere senza problemi
Droni, un'arma a microonde li può abbattere senza problemi
La DARPA vuole costruire l'Helicarrier della Marvel
La DARPA vuole costruire l'Helicarrier della Marvel
L'esercito americano richiede i nano droni
L'esercito americano richiede i nano droni