Apple risarcisce una cliente per aver diffuso le sue foto intime sulla Rete

2 mesi fa

Sarà capitato anche a voi, magari, di chiedervi se sia il caso di formattare il vostro computer o il vostro smartphone prima di mandarlo in riparazione. Certo, lo state per spedire a professionisti, tuttavia una parte paranoica del cervello continua a suggerire che quegli stessi professionisti potrebbero ficcanasare nei vostri archivi. In effetti, questo è quanto è successo a una studentessa di 21 anni, la quale ha inviato il suo device ad Apple e si è trovata le sue foto intime sulla Rete.

La situazione emerge ultimamente in relazione alla conclusione di una causa che è sfociata – come spesso capita in questi contesti – in un patteggiamento milionario offerto da quella stessa Big Tech che ha sempre fatto della difesa della privacy il suo marchio di fabbrica.

Nel 2016, la giovane donna aveva spedito il suo iPhone al centro riparazioni Pegatron, uno dei diversi laboratori tecnici a cui Apple subappalta questo genere di lavori; due dipendenti dell’azienda hanno dunque intercettato foto e video espliciti della studentessa e han ben pensato di condividerli con il resto del mondo.

L’accusa aveva chiesto cinque milioni di dollari di risarcimento, tuttavia non è dato sapere quale sia stata la cifra effettivamente elargita, anche perché la ditta guidata da Tim Cook si è ben assicurata di aggiungere al patteggiamento una clausola di non divulgazione che impedisce alla parte lesa di raccontare alcun retroscena.

Apple si è ovviamente scusata per l’accaduto e ha confermato che il suo impegno nel preservare la privacy dei propri utenti sia in perenne intensificazione.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Today at Apple: gli episodi del workshop sbarcano su YouTube
Today at Apple: gli episodi del workshop sbarcano su YouTube
Apple blocca i tentativi di TikTok e altre aziende di aggirare le sue politiche sulla privacy in Cina
Apple blocca i tentativi di TikTok e altre aziende di aggirare le sue politiche sulla privacy in Cina
Facebook mostra le percentuali che Apple e Google si ritagliano sui ricavi dei creator
Facebook mostra le percentuali che Apple e Google si ritagliano sui ricavi dei creator
Epic vs Apple: il primo giorno è stato il trionfo dei troll di internet
Epic vs Apple: il primo giorno è stato il trionfo dei troll di internet
App Store, Apple rischia una multa da 27 miliardi dall'UE
App Store, Apple rischia una multa da 27 miliardi dall'UE
iTunes: Apple trascinata in causa per l'uso del termine "compra"
iTunes: Apple trascinata in causa per l'uso del termine "compra"
Apple sospende Parler, app-social dell'alt-right
Apple sospende Parler, app-social dell'alt-right