Smartphone: una falla appena scoperta rivela che il 40 per cento è vulnerabile a intrusioni

7 mesi fa

I ricercatori del Check Point Research (Cpr) sono incappati in una falla dei modem utilizzati in gran parte degli smartphone attualmente in commercio, una falla che potrebbe permettere di riversare sugli apparecchi un codice dannoso direttamente da Android, cosa che a sua volta fornirebbe agli hacker l’accesso completo alla cronologia delle chiamate, ai messaggi e alle audio chiamate.

La cosa più inquietante, avvisano il team, è che le app virulente potrebbero nascondersi all’interno del chip del modem, fuggendo dallo sguardo di qualsivoglia sistema di sicurezza attualmente in commercio. Il Cpr ha condiviso l’informazione con l’azienda produttrice dei chip vulnerabili, Qualcomm, la quale ha a sua volta riscontrato la criticità.

Yaniv Balmas, Responsabile Cyber Research di Check Point Software Technologies, non ci va leggero nel parlare dei modem Qualcomm, sostenendo di fatto che siano il bersaglio preferito dai cybercriminali e che pochissimi utenti si rendono effettivamente conto della gigantesca falla presente nei loro smartphone.

A parziale discolpa della ditta, bisogna sottolineare come il Cpr sia una delle molte aziende che si impegna a tempo pieno a operare sui “Bug Bounty Program”, professione che mira alle ricompense che le aziende tech concedono a chiunque renda loro noto un difetto di fabbricazione o di programmazione.

Facile, dunque, che la criticità, seppur esistente, non sia stata adeguatamente sfruttata da nessuno e che il produttore avrà modo di tamponare i danni. In effetti, Qualcomm ha già provveduto a contattare le singole aziende, suggerendo loro di aggiornare i sistemi con una patch dedicata.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Android: il primo smartphone venne annunciato 13 anni fa
Android: il primo smartphone venne annunciato 13 anni fa
Smartphone supportati per almeno 7 anni? Lo propone la Germania
Smartphone supportati per almeno 7 anni? Lo propone la Germania
Google: aggiornate le emoji, ora sono più universali e autentiche
Google: aggiornate le emoji, ora sono più universali e autentiche
Google lancia la Beta 3 di Android 12 con molte novità
Google lancia la Beta 3 di Android 12 con molte novità
realme GT 5G, recensione: il massimo al minimo
realme GT 5G, recensione: il massimo al minimo
Google Play Store non accetterà APK, parte la sfida a Windows 11?
Google Play Store non accetterà APK, parte la sfida a Windows 11?
Android in palla per ore, ma un update sistema le cose
Android in palla per ore, ma un update sistema le cose