Sciopero Amazon, la richiesta dei dipendenti: “non fate acquisti per 24 ore”

787
3 settimane fa

Nella giornata di oggi parte il primo sciopero nazionale promosso dai dipendenti di Amazon e dalle sigle sindacali Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti. Non è solo il primo sciopero esteso su tutto il territorio nazionale dell’Italia, è anche una delle prime e più importanti rimostranze di questo tipo a livello globale.

Insomma, i più critici direbbero che è una novità per un colosso che quando gioca in casa ha tutti gli strumenti per ammansire lavoratori e sindacati — anche se proprio in questi giorni, anche negli USA, si sta creando un consenso bipartisan a sostegno della sindacalizzazione dei lavoratori dell’e-commerce.

I sindacati hanno presentato all’azienda un ricco pacchetto di rivendicazioni:

verifica dei carichi di lavoro, contrattazione dei turni, corretto inquadramento professionale del personale, riduzione dell’orario di lavoro dei driver, buoni pasto, stabilizzazione dei tempi determinati e dei lavoratori interinali, continuità occupazionale e stop a turnover esasperato

scrive La Repubblica.

Lo sciopero dovrebbe riguardare 9.500 addetti al magazzino e 15 mila driver, ossia i corrieri. Parte dei lavoratori ha chiesto anche il sostegno dei clienti di Amazon: «niente acquisti per 24 ore».

Pronta la smentita di Amazon alle tante denunce – le trovate nel link in fonte – dei lavoratori del colosso, specie sul fronte della sicurezza e della salute fisica.

Mettiamo al primo posto i dipendenti, offriamo loro un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, con salari competitivi, benefit e ottime opportunità di crescita professionale

ha detto un portavoce dell’azienda.

 

 

Amazon chiede scusa per le recenti "imprecisioni" su Twitter
Amazon chiede scusa per le recenti "imprecisioni" su Twitter
Amazon vorrebbe costruirsi i chip da sola
Amazon vorrebbe costruirsi i chip da sola
Amazon, i dipendenti pensavano che Twitter fosse stato hackerato
Amazon, i dipendenti pensavano che Twitter fosse stato hackerato
Amazon sotto accusa per i prodotti venduti da terzi, si ritiene non responsabile
Amazon sotto accusa per i prodotti venduti da terzi, si ritiene non responsabile
Amazon sostiene che nessun dipendente urini nelle bottiglie e Twitter risponde con foto
Amazon sostiene che nessun dipendente urini nelle bottiglie e Twitter risponde con foto
Amazon, negli USA i corrieri devono dare il consenso per il trattamento dei dati biometrici
Amazon, negli USA i corrieri devono dare il consenso per il trattamento dei dati biometrici
Amazon Vesta: l'azienda lavora in gran segreto ad un robot domestico, ecco cosa sappiamo
Amazon Vesta: l'azienda lavora in gran segreto ad un robot domestico, ecco cosa sappiamo