La Cina lancia il “passaporto vaccinale” e vuole coinvolgere altre nazioni

2 anni fa

Molte nazioni stanno pensando di imporre ai propri cittadini un “passaporto vaccinale” che attesti l’immunizzazione dei singoli soggetti al virus SARS-CoV-2, tuttavia la Cina è la prima a realizzare per davvero un simile progetto. Il grande passo è stato annunciato domenica dal Ministro degli Esteri cinese Wang Yi, il quale è mosso dalla speranza che una simile risoluzione possa facilitare gli spostamenti oltre confine.

Il documento non è (ancora) obbligatorio e non determina pertanto limitazioni sui movimenti all’intero o all’esterno del Paese, tuttavia il portavoce del ministro, Zhao Lijian, ha segnalato che la Cina vorrebbe prendere accordi con altre nazioni, in modo da consolidare un format di mutuo riconoscimento su cui strutturare un network di “passaporti” internazionali.

Ora come ora, gli unici che sono autorizzati a richiedere la certificazione sono i cittadini cinesi, i quali la ricevono digitalmente attraverso la piattaforma WeChat o in formato cartaceo presso le istituzioni. In ambo i casi sarà predominante la presenza dei codici QR, tecnologia che è stata ampiamente adoperata anche durante le prime fasi della pandemia, quando il monitorare i movimenti delle persone era più vitale che mai.

Il passaporto vaccinale riporta lo stato di salute del soggetto, la sua immunizzazione, da quanto ha ottenuto il vaccino, in quale struttura sia stato vaccinato e con quante dosi, i risultati dei test sierologici, degli anticorpi e dei test degli acidi nucleici.

Alcuni temono che un simile documento possa ledere la privacy dei cittadini, tuttavia le autorità cinesi rassicurano del fatto che il tutto sia pensato per proteggere le informazioni sensibili. In effetti, il sistema QR adoperato per il monitoraggio un anno fa non aveva causato violazioni della privacy, tuttavia aveva generato una distorsione dei rapporti sociali.

L’app attribuiva a ogni utente un valore di rischio (verde, giallo, rosso), cosa che ha portato molte comunità a sviluppare diffidenza reciproca e astiosità. I dubbi che frenano molte nazioni dall’adottare il cosiddetto passaporto vaccinale sono proprio deontologici, ovvero si teme che un simile documento possa generare una forte scissione tra le possibilità dei cittadini vaccinati e di quelli che sono ancora in attesa.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

La pandemia in Giappone
La pandemia in Giappone
Jared Leto è rimasto coinvolto negli scontri di ieri per il Green Pass a Roma
Jared Leto è rimasto coinvolto negli scontri di ieri per il Green Pass a Roma
Afghanistan, i talebani intimano lo stop alle vaccinazioni per il Covid-19
Afghanistan, i talebani intimano lo stop alle vaccinazioni per il Covid-19
Coronavirus: nave da crociera sta facendo preoccupare gli USA
Coronavirus: nave da crociera sta facendo preoccupare gli USA
Digital divide, la pandemia ha enfatizzato la distanza tra nord e sud del mondo
Digital divide, la pandemia ha enfatizzato la distanza tra nord e sud del mondo
Anthony Fauci è al centro di una shitstorm complottista
Anthony Fauci è al centro di una shitstorm complottista
Passaporto vaccinale: il Regno Unito lo lancerà settimana prossima
Passaporto vaccinale: il Regno Unito lo lancerà settimana prossima

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.