Tim Cook confessa che Apple si sia molto sviluppata grazie alla Cina

22 Febbraio

tim cook intervista

Tim Cook si lascia intervistare da un influencer cinese e ne viene fuori che Apple sia estremamente legata alla Cina e ai suoi consumatori.

He Shijie, studente ventiduenne con sette milioni di follower su Bilibili, è riuscito a organizzare una videochiamata con il CEO di Apple, la quale ha assunto velocemente toni entusiastici da ambo i lati.

Il giovane, scolaro presso l’Università di Poste e Telecomunicazioni di Pechino, si è dimostrato sin da subito assolutamente entusiasta dei prodotti della Big Tech statunitense e, di contro, Cook si è dilungato in una vasta serie di elogi alla Cina e al suo popolo.

Dopo una breve introduzione colma di complimenti reciproci, commenti di routine e uno strano quesito sulle abitudini ginniche di Tim Cook, l’intervistatore è riuscito a ottenere qualche risposta interessante che spiega come l’impronta dell’azienda sia influenzata dai rapporti con i suoi mercati principali.

Stando al noto imprenditore, il Paese orientale avrebbe avuto un ruolo essenziale nell’evolvere la tecnologia dei device Apple. In risposta al feedback cinese sarebbero state sviluppare nuove tastiere, il lettore per i codici QR, alcune funzioni di Apple Maps e la modalità notturna

La Cina è veramente avanti nel modello di copertura per il 5G. Noi ascoltiamo molto attentamente i nostri clienti che sono lì e finiamo per creare cose che da quella base vengono poi date al mondo,

spiega Tim Cook al giovane.

Cook si è quindi fatto portavoce del multiculturalismo e della diversità, sostenendo energeticamente quando mettere insieme persone che “guardano al mondo in maniera diversa”, provenienti da “posti e da contesti diversi” possa generare grandiosi risultati.

A seguito potete visionare il video:

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Aree Tematiche
News Tecnologie
Tag
lunedì 22 Febbraio 2021 - 21:16
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd