La didattica a distanza diventa il bersaglio perfetto per il cybercrimine

10 mesi fa

coding hacker

La didattica a distanza e le piattaforme di apprendimento subiscono crescenti attacchi dal parte del cybercrimine.

Stando ai dati dell’indagine portata avanti da Kaspersky, rispetto alle statistiche di inizio 2020, nel solo mese di gennaio la dad è stata investita da un 60 per cento in più di attacchi malware, trojan e adware.

Nella prima metà dell’anno scorso, le vittime di minacce internettiane intese in senso ampio sono state 168.550, cifra che ha comunque superato del 20 per cento i numeri registrati nel 2019.

La cosa, d’altronde, non sorprende: con l’avvento della pandemia molti sono stati – e sono ancora – costretti a rimanere chiusi in casa, affidandosi alla Rete per portare avanti gli impegni di ogni giorno. Il crescente afflusso internettiano ha quindi condotto a nuove vulnerabilità, che sia nell’ambito clinico, quello aziendale o persino quello accademico.

La piattaforma ad aver subito la peggio è stata Zoom, la quale viene seguita a ruota da Moodle e da Google Meet. Sorprendentemente sicuro si è invece dimostrato Google Classroom, servizio che si è fatto notare per la sua virtuosa resistenza alle minacce del web.

Bisogna altresì tenere da conto che le insidie identificate da Kaspersky vadano ben oltre a quelle proprie all’immaginario popolare: il 98% sono infatti “not-a-virus”, ovvero riskware e adware. Software malevoli che solitamente comportano più grandi noie che pericoli immediati.

Il report identifica anche il come il cybercrimine riesca a riversarsi sulla didattica, evidenziando che nella maggior parte dei casi si tratti di errori umani, spesso concretizzati attraverso l’avvio di falsi installatori scaricati da siti ufficiosi.

Un’insidia che colpisce famiglie e studenti, ma anche un numero sorprendentemente ampio di docenti e di atenei. Proprio per questo Kaspersky sta ora iniziando a proporre alle scuole un toolkit digitale che insegna le pratiche opportune per mantenere la sicurezza informatica.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Un Malware "buono" blocca la pirateria su PC
Un Malware "buono" blocca la pirateria su PC
Google ha rimosso dallo store un finto Netflix
Google ha rimosso dallo store un finto Netflix
40 mila Mac infettati da un malware misterioso: non si capisce il suo obiettivo
40 mila Mac infettati da un malware misterioso: non si capisce il suo obiettivo
Chrome OS in aiuto alla Dad, in arrivo uno screen recorder integrato
Chrome OS in aiuto alla Dad, in arrivo uno screen recorder integrato
App Immuni, un sito fake nasconde malware che può svuotare il conto in banca
App Immuni, un sito fake nasconde malware che può svuotare il conto in banca
Adrozek, nuovo malware che colpisce Chrome, Edge e Firefox
Adrozek, nuovo malware che colpisce Chrome, Edge e Firefox
Informazioni errate in rete: un modello mostra come contrastarle
Informazioni errate in rete: un modello mostra come contrastarle