Il lanciafiamme di Elon Musk non è un’arma, ma non sempre la polizia la pensa così

20 Gennaio

Nonostante venga venduto come una sorta di “giocattolone”, il lanciafiamme di Elon Musk sta causando non pochi problemi ad alcuni utilizzatori nel mondo.

Sulle pagine di TechCrunch sono stati raccolti solo alcuni dei problemi legali che l’utilizzo del “Not a Flamethrower” (chiamato così per sottolineare il fatto che non si tratti di un lanciafiamme vero: la sua fiamma è davvero molto contenuta e non supera i 3 metri) della Boring Company, azienda di Elon Musk che sarebbe specializzata in tutt’altro: scavare tunnel.

Tra le varie storie riportate dal giornale, un raid della polizia a Londra, un americano che finisce in una prigione italiana e poi, durante una retata della narcotici, il “non” lanciafiamme di Elon Musk compare in mezzo a vere pistole e sacchi di cocaina.

Insomma, anche se il lanciafiamme della Boring Company – nato un po’ per gioco e commercializzato solo come vendita promozionale (di grande successo: 20 mila pezzo venduti in 4 giorni al lancio) – è poco più di un giocattolone, la polizia di tutto il mondo quando vede maneggiare un dispositivo a forma di fucile, specialmente se spara fiamme, potrebbe allarmarsi e finire per arrestare il suo utilizzatore, per poi chiedere spiegazioni direttamente in caserma.

Insomma, il consiglio è di fare molta attenzione a maneggiare il lanciafiamme di Elon Musk in pubblico.

 

Aree Tematiche
Hardware News Tecnologie
Tag
mercoledì 20 Gennaio 2021 - 8:00
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd