Fight Club: il commento poco elegante di Paul Thomas Anderson al film

2
17 Gennaio

fight club

Prima regola del Fight Club: non parlare male dei film di altri registi. Non molti registi hanno la carriera che ha avuto David Fincher. La sua transizione dalla realizzazione di video musicali al lungometraggio è stata perfetta.

Uno dei film più importanti della carriera di David Fincher è stato Fight Club, con Brad Pitt. Alla sua uscita, il film ha suscitato reazioni diverse, inclusa quella del collega regista Paul Thomas Anderson. Dopo anni di silenzio, Fincher ha finalmente parlato del commento poco elegante di Anderson che gli aveva augurato un cancro ai testicoli dopo aver visto Fight Club.

David Fincher ha parlato della sua lunga carriera con Rolling Stone. Durante l’intervista si è parlato anche del classico cult Fight Club. Mentre parlava del film, Fincher ha ricordato quando il regista Paul Thomas Anderson gli ha augurato un cancro ai testicoli dopo averne visto solo i primi 30 minuti. Il regista ha deciso di rispondere finalmente ad Anderson dopo due decenni, dicendo:

Ho attraversato il cancro con qualcuno che amo, e posso capire che qualcuno possa aver frainteso delle scene. Non stavamo prendendo in giro i sopravvissuti al cancro o le vittime. Ho pensato che quello che Chuck Palahniuk stesse facendo fosse parlare di un ambiente terapeutico che potesse essere infiltrato o abusato. Stavamo parlando di empatia da una parte, e vampirismo dall’altra.

Nonostante il commento di Paul Thomas Anderson, David Fincher ha simpatizzato con il suo collega regista. Ha anche parlato di suo padre, il defunto giornalista Jack Fincher, che non si preoccupava troppo del controverso film. Nelle parole di Fincher:

Il cancro è duro. È una cosa fottutamente orribile. Per quanto riguarda la citazione di Paul, ho capito. Se sei in uno stato emotivo violento e hai appena passato qualcosa di importante puoi reagire male a certe cose. Mio padre è morto e sicuramente mi ha fatto sentire diverso riguardo alla morte e alla sofferenza. E a mio padre probabilmente Fight Club piaceva anche meno che a Paul.

David Fincher è riuscito a rispondere al commento di Paul Thomas Anderson senza negatività. La feroce dichiarazione di Anderson è arrivata come risposta all’uccisione di un personaggio di Fight Club che aveva un cancro ai testicoli nel controverso film.

Per David Fincher, Fight Club è diventato uno dei suoi film d’autore. Quando è stato pubblicato nel 1999, Fight Club ha ricevuto un’accoglienza tiepida al botteghino, nonostante la presenza degli attori Brad Pitt e Edward Norton. Nonostante questo però, il film ha avuto un impatto culturale duraturo su film e televisione, conferendogli una posizione unica nell’immaginario di Hollywood.

Negli ultimi anni, David Fincher ha rivolto la sua attenzione alla televisione come produttore esecutivo di serie vincitrici di Emmy come House of Cards e Mindhunter. Ha anche prodotto l’antologia animata Love, Death and Robots per Netflix. La comprensione di David Fincher delle parole di Paul Thomas Anderson ha dimostrato che non solo è un regista visionario, ma anche un essere umano lungimirante.

 

 

Aree Tematiche
Cinema Entertainment Home Video News Real Life Televisione
Tag
domenica 17 Gennaio 2021 - 17:40
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd