Egitto: mummia di Hanawara analizzata ai raggi X

27 Novembre

egitto

La scansione a raggi X di una mummia antichissima ha rivelato un interessante e misterioso segreto.

Nella fattispecie, la mummia rinvenuta ad Hawara a cavallo tra il 1910 e il 1911, era ricoperta da un ritratto di una donna. Il corpo, nonostante il ritratto di una donna apparentemente adulta, apparterebbe a un bambina indicativamente di 5 anni, e misurera 997 millimetri in lunghezza.

Lo stesso corpo risale indicativamente al primo secolo d.C., quando l’Egitto era sotto l’egemonia dell’impero romano. Il ricercatore Stuart Stock e altri suoi colleghi della Northwestern University di Chicago hanno così deciso di fare uso della tomografia computerizzata, che grazie all’utilizzo dei raggi X permette di evidenziare alcune delle caratteristiche anatomiche salienti come la dentatura, in questo caso non permanente, e il femore.

Una delle scoperte più salienti su questa misteriosa mummia (rispetto alle prime scansioni risalenti a circa 20 anni fa), però, risiederebbe a livello dell’addome, dove sarebbe stato rinvenuto un misterioso oggetto ellittico di circa 7 mm di lunghezza, probabilmente a base di calcite: si tratterebbe verosimilmente di un amuleto, che veniva solitamente incluso da parte dei preti come protezione spirituale nei casi in cui si verificassero danneggiamenti durante il processo di mummificazione.

 

Aree Tematiche
Archeologia Scienze
Tag
venerdì 27 Novembre 2020 - 17:39
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd