Non dormire non è “maschio”, è stupido

110
1 anno fa

uomo e bambino dormono

La percezione comune è che un maschio debba dormire poco per essere virile, ma questo preconcetto ha conseguenze nefaste sulla salute.

Una ricerca pubblicata recentemente sul Journal of the Association for Consumer Research cerca di sondare come gli stereotipi macisti influenzino il tempo che gli uomini dedicano al sonno, rivelando i danni creati da malriposte aspettative sociali.

Facendo affidamento alle linee guida del Center for Disease Control americano, un essere umano dovrebbe ritagliarsi almeno sette ore di sonno a notte, ma mediamente non si riesce a dedicare il giusto tempo al dormire.

 

Donald Trump

Donald Trump sostiene di dormire quattro ore a notte.

 

I ricercatori statunitensi hanno notato che tra tutti coloro che dichiarano di dedicare meno di sette ore all’attività onirica, molti sono di genere maschile. Hanno quindi ipotizzato che, oltre alle caratteristiche personali, entri in gioco tutta una serie di bias legate al concetto di mascolinità.

Gli autori Nathan B. Warren and Troy H. Campbell hanno quindi sottoposto 2.564 americani a 12 diversi test, provando l’effettiva esistenza di questi stereotipi: di fatto, siamo portati a credere che un uomo che dedica il suo tempo a dormire sia poco “maschio”.

Di contro, gli uomini che si deprivano del sonno sono complessivamente visti come più virili, nonché vengono giudicati positivamente dalla società. Preconcetti simili sembrerebbero invece non sussistere consistentemente, per il genere femminile.

La natura sociale dello stereotipo di mascolinità legato alla deprivazione del sonno rinforza positivamente i maschi che dormono meno, anche se il dormire meno contribuisce significativamente a problemi mentali e fisici. […]

Sfortunatamente, i problemi creati da questi stereotipi possono superare la dimensione individuale e sfociare nella società, visto che gli uomini che dormono meno hanno la tendenza a essere più aggressivi e violenti,

sostiene Warren.

In Italia, la media del tempo che dedichiamo al sonno è di 6.6 ore a notte, ben al dì sotto di quanto noi stessi ammettiamo di voler dormire. Un malcostume dannoso che può acuire l’ipertensione arteriosa, il diabete, l’insorgenza del raffreddore, nonché l’abuso di alcol e droghe.

 

Potrebbe anche interessarti:

 

 

Il pisolino pomeridiano: potrebbero aiutare le nostre capacità cognitive
Il pisolino pomeridiano: potrebbero aiutare le nostre capacità cognitive
Dormire più a lungo: fa bene e protegge dallo stress quotidiano
Dormire più a lungo: fa bene e protegge dallo stress quotidiano
Sonno: meglio dormire con un partner
Sonno: meglio dormire con un partner
Dormire male peggiora la percezione degli eventi
Dormire male peggiora la percezione degli eventi
Dormire male peggiora la percezione degli eventi
Dormire male peggiora la percezione degli eventi