Corvi, hanno una coscienza e vivono esperienze soggettive

284
9 mesi fa

Corvi

I corvi sono astuti, intelligenti e possiedono anche una forma di coscienza che li rende consapevoli del mondo che li circonda.

La coscienza primaria è la forma base della coscienza: è la consapevolezza di percepire il mondo nel presente e nell’immediato passato e futuro. La ricerca condotta dai ricercatori della University of Tübingen ha dimostrato che anche i corvi ne hanno una.

Questo tipo di coscienza è chiamata coscienza primaria, o sensoriale, ed era stata precedentemente dimostrata solo nei primati.

 

È la capacità di essere consapevoli di se stessi e del mondo che ci circonda, di sapere ciò che si sa e di pensare a quella conoscenza.

 

I cervelli degli uccelli sono strutturati in modo abbastanza diverso dal cervello dei primati perché sono lisci laddove quelli dei mammiferi sono stratificati.

Per capire se anche gli uccelli ne avessero una i ricercatori hanno progettato un esperimento per verificare se gli uccelli possono avere esperienze soggettive e lo hanno testato su due Corvus corone.

Gli uccelli sono stati addestrati a rispondere agli stimoli visivi e gli sono stati mostrati degli schermi che con proiezioni di luci luci: dovevano muovere la testa quando vedevano qualcosa. Alcune di queste luci erano deboli e difficili da individuare, per questo i due corvi a volte riferivano di aver visto i segnali e a volte no.

L’ attività neuronale è stata registrata nell’intervallo tra il vedere la luce e il fornire la risposta. Quando la risposta era no, quell’elevata attività neuronale non veniva osservata: questa connessione era così affidabile che era possibile prevedere la risposta del corvo in base all’attività cerebrale.

Le cellule nervose che rappresentano l’input visivo senza componenti soggettive dovrebbero rispondere allo stesso modo a uno stimolo visivo di intensità costante. I nostri risultati, tuttavia, mostrano in modo conclusivo che le cellule nervose a livelli di elaborazione più elevati del cervello del corvo sono influenzate dall’esperienza soggettiva, o più precisamente producono esperienze soggettive

ha detto il fisiologo Andreas Nieder.

 

È possibile che abilità cognitive simili si siano evolute indipendentemente sia negli uccelli che nei mammiferi. Ma è anche possibile che i nostri cervelli siano più strettamente correlati anche se le differenze farebbero pensare al contrario.

La ricerca è stata pubblicata su Science.

 

 

Neurologia: uomo non percepisce più la paura dopo l'asportazione dell'amigdala
Neurologia: uomo non percepisce più la paura dopo l'asportazione dell'amigdala
Riposo: aiuta a memorizzare meglio nuove abilità
Riposo: aiuta a memorizzare meglio nuove abilità
Alcuni geni del cervello si vivacizzano post-mortem
Alcuni geni del cervello si vivacizzano post-mortem
Linguaggio e memoria: umani e primati potrebbero aver condiviso lo stesso processo evolutivo
Linguaggio e memoria: umani e primati potrebbero aver condiviso lo stesso processo evolutivo
Diagnostica per immagini e ottica adattiva: una soluzione per osservare il cervello in sicurezza
Diagnostica per immagini e ottica adattiva: una soluzione per osservare il cervello in sicurezza
Brividi di piacere: come la musica influenza il nostro cervello
Brividi di piacere: come la musica influenza il nostro cervello
Cervello: massa e forma le caratteristiche principali che hanno contribuito all'evoluzione dell'uomo
Cervello: massa e forma le caratteristiche principali che hanno contribuito all'evoluzione dell'uomo