Sexting: oltre metà delle donne lo fa e 1 su 5 cerca partner con le app d’incontri

2
15 Settembre

Secondo uno studio su scala mondiale, la maggior parte delle donne pratica il sexting e usa app di appuntamenti per trovare partner.

Il Kinsey Institute dell’Indiana University and Clue, società che si occupa della salute “al femminile” con sede a Berlino, ha pubblicato il più grande sondaggio sul rapporto fra la sessualità delle donne e la tecnologia. Si tratta del primo ad esplorare questo argomento a livello mondiale.

Grazie alle risposte di oltre 130.000 donne provenienti da ben 191 paesi, lo studio (chiamato “App mobili per la tecnologia sessuale: come l’uso differisce nelle aree globali di uguaglianza di genere alta e bassa”) pubblicato sulla rivista PLOS ONE, offre uno sguardo senza precedenti su come le donne in tutto il mondo interagiscono con le app per incontri (o per il sesso) in cerca di informazioni o semplicemente per migliorare la propria vita sessuale.

Sebbene i ricercatori abbiano condotto una vasta gamma di studi su sesso, amore e tecnologia, siamo davvero limitati su ciò che sappiamo su queste associazioni al di fuori del Nord America o dell’Europa occidentale – ha detto l’autore principale dello studio Amanda Gesselman, direttrice associata per la ricerca presso il Kinsey Institute. – Questo è il primo studio che è stato in grado di darci informazioni sull’uso della tecnologia nella vita sessuale di un grande numero di donne in tutto il mondo.

Dalla ricerca, risulta che oltre la metà delle donne intervistate (57,7%) ha riferito di aver ricevuto o inviato messaggi di sexting, e questo è coerente in tutte le aree geografiche.

I ricercatori si sono stupiti nello scoprire che le donne nei paesi con una maggiore disuguaglianza di genere hanno una probabilità quattro volte maggiore di fare del sexting rispetto alle donne nelle regioni più egualitarie.

Questo suggerisce che ideali più conservatori riguardo ai ruoli di genere non impediscono necessariamente alle donne di assumere comportamenti ritenuti tabù o proibiti – ha detto Virginia Vitzthum, professoressa di antropologia presso l’Indiana University, scienziata senior del Kinsey Institute e ricercatrice senior presso Clue – Questa intuizione apre una nuova linea di ricerca per capire come le donne affrontano le aspettative sociali per soddisfare i propri bisogni e desideri.

Lo studio ha rilevato che circa un quinto delle donne (21,8%) ha utilizzato app per trovare partner. Questo era più comune in Oceania (uno su tre) che in Nord America ed Europa (uno su quattro) o in Asia e Africa (uno su cinque).

A livello globale, le donne hanno riferito che i tipi più comuni di partner che cercavano erano partner a breve termine (9%), partner in chat e / o sexting (8,7%) o partner a lungo termine (8,6%). L’eccezione sono state le donne in Africa orientale, che hanno riferito di cercare “amici con beneficio” (8,1%) e partner a lungo termine (4,1%).

Sebbene le donne nelle aree con più disuguaglianza di genere avessero nel complesso meno probabilità di utilizzare app mobili per trovare partner sessuali, erano altrettanto propense a utilizzare app per trovare partner di chat o sexting.

 

Aree Tematiche
Internet Mobile News Scienze Software Tecnologie
Tag
martedì 15 settembre 2020 - 18:03
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd