Sostanze chimiche neurotossiche: ecco la spugna che le neutralizza

11 mesi fa

Le sostanze neurotossiche possono essere usate in guerra e sono altamente letali: un nuovo metodo sviluppato da un team internazionale di ricercatori riuscirebbe a neutralizzarle grazie a una spugna polimerica.

VX e sarin sono due tipi di gas nervino altamente potenti e tossici: piccole dosi possono provocare paralisi e morte agendo direttamente sulle connessioni nervose della persona intossicata.

Queste sostanze, ovviamente vietate a livello internazionale vengono aerosolizzati appositamente per infliggere danni su vaste aree geografiche e sono considerati armi di distruzione di massa.

Il dott. Simon Holder, professore di chimica organica all’Università del Kent (Regno Unito) e il dott. Barry Blight, professore associato di chimica all’Università del New Brunswick (Canada), hanno sviluppato un nuovo metodo per contenere e disattivare queste sostanze chimiche neurotossiche.

Nel progetto, finanziato dal Defence Science and Technology Laboratory (DSTL) del Ministero della Difesa britannico, sono stati studiati nuovi metodi di decontaminazione di massa di armi chimiche.

Il risultato della ricerca è stata una spugna polimerica contenente struttura organica metallica (MOF).

Questa spugna è stata sviluppata per gonfiare e assorbire neurotossine pericolose e renderle più sicure da maneggiare, contiene anche il catalizzatore chimico MOF, creato per accelerare la degradazione della sostanza chimica, riducendo le neurotossine in componenti più sicuri.

Meno di cinque chilogrammi della spugna polimerica contenente MOF possono assorbire, immobilizzare e distruggere in sicurezza un tamburo da 55 galloni di questi prodotti chimici tossici. È molto eccitante considerare il potenziale che questo potrebbe avere nella lotta contro sostanze chimiche pericolose in futuro

ha detto Dr. Holder, che è anche direttore della ricerca presso la School of Physical Sciences del Kent.

 

 

Potrebbe interessarti: