Immuni: com’è e come funziona l’app per il tracciamento del Coronavirus

138
1 anno fa

Immuni

Sono state pubblicate immagini e documentazione su Immuni, l’app scelta dal Ministero della Salute italiano per il tracciamento del Coronavirus.

Per chi ancora non lo sapesse, Immuni è il nome dell’applicazione, scelta dal Ministero della Salute italiano, destinata al tracciamento del Coronavirus a partire dalla cosiddetta Fase 2, iniziata lo scorso 4 Maggio.

L’app è sviluppata dalla società Bending Spoons, che la concederà in licenza d’uso aperta, gratuita e perpetua, e sarà disponibile per dispositivi iOS e Android.

Dopo diverse settimane dall’annuncio e poche informazioni rese disponibili, finalmente ieri è stata pubblicata la documentazione del progetto con tanto di interfaccia grafica.

La documentazione, rilasciata in lingua inglese su GitHub, spiega il funzionamento dell’app e i principi sui cui si basa oltre a fornire per la prima volta numerose schermate che illustrano come sarà l’interfaccia grafica dell’app. Il tutto è diviso in due parti: una generale e descrittiva, l’altra tecnica.

Immuni è una soluzione tecnologica incentrata su un’app per smartphone iOS e Android. Ci aiuta a combattere la pandemia di COVID-19 informando gli utenti a rischio di trasportare il virus il più presto possibile, anche quando sono asintomatici. Questi utenti possono quindi isolarsi per evitare di infettare gli altri e consultare un medico.

 

Immuni - HowItWorks

Immuni utilizzerà il framework di Apple e Google per le notifiche e per gestire tutta la fase di scambio di chiavi, non userà i dati del GPS ma unicamente la tecnologia Bluetooth per determinare la vicinanza con altri dispositivi.

L’installazione e l’uso dell’app sarà facoltativo e gli utenti che la installeranno potranno decidere se condividere i propri dati e le segnalazioni di sintomi o di aver contratto il Coronavirus saranno su base volontaria.

Immuni - Permissions

Stando alla documentazione e alle schermate rilasciate, è stata data grande importanza alla privacy: l’app non condividerà informazioni sulla posizione di una persona o dati personali. Saranno condivisi solo codici anonimi non associabili a nessun individuo fisico e neppure al suo telefono, oltre ad alcune informazioni tecniche, dati su eventuali contatti con altri dispositivi con l’app installata (data, durata del contatto e distanza) e la provincia di appartenenza (impostata dall’utente).

Immuni - Data Upload

Immuni - Province Selection

Con i dati raccolti tramite l’app sarà quindi possibile individuare possibili contatti con persone malate e avvisare gli utenti, tramite notifica, di una possibilità di contagio.

Immuni - Exposure Notification And Suggestions

 

Disponibilità e compatibilità

L’app Android sarà compatibile con tutti i dispositivi a partire dalla versione 6.0 e necessiterà dei Google Play Services aggiornati alla versione 20.18.13 o superiori.

Per quanto riguarda la versione iOS, l’app necessiterà della versione 13.5 del SO Apple (che introduce il supporto all’API di tracciamento realizzata da Apple e Google). È presumibile quindi pensare che la pubblicazione avverrà subito dopo il rilascio della versione 13.5 di iOS.

L’app sarà ovviamente scaricabile dal Google Play Store e dall’App Store.

Immuni - Required Update

 

Leggi anche:

 

 

2020, un anno da dimenticare? Un browser game per esorcizzarlo
2020, un anno da dimenticare? Un browser game per esorcizzarlo
App Immuni, un sito fake nasconde malware che può svuotare il conto in banca
App Immuni, un sito fake nasconde malware che può svuotare il conto in banca
Smartphone Android, dal 2021 il 30% non visualizzerà milioni di siti web
Smartphone Android, dal 2021 il 30% non visualizzerà milioni di siti web
HarmonyOS debutterà su smartphone Huawei nel 2021
HarmonyOS debutterà su smartphone Huawei nel 2021
Covid-19, riconoscere l'infezione dalla voce? Sì può grazie all'IA
Covid-19, riconoscere l'infezione dalla voce? Sì può grazie all'IA
App per incontri, se hai un iPhone cucchi di più: fino al 76%
App per incontri, se hai un iPhone cucchi di più: fino al 76%
Android 11 Beta: Google ha rinviato il rilascio
Android 11 Beta: Google ha rinviato il rilascio