Malaria: un microbo ferma le zanzare portatrici di questa malattia

2
5 Maggio 2020

La malaria è una tremenda malattia che nel 2018, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ha ucciso 405.000 persone. Ora è stato trovato un microbo che sembra fermare le zanzare che la diffondono.

COVID-19 sta dominando a tal punto i titoli dei giornali, che sembra ci dimentichiamo che esistono purtroppo altre malattie tra cui la malaria, che non scopare solo perché abbiamo una pandemia, ma anzi in questa situazione diventa più pericolosa che mai.

Nel 2018, l’Organizzazione mondiale della sanità ha stimato 228 milioni di casi di malattia trasmessa dalle zanzare e 405.000 morti.

Un nuovo studio potrebbe aver trovato un modo molto efficace per fermare la diffusione di malaria: la cosa sorprendente?

È sempre stato all’interno della zanzara stessa anche se non lo sapevamo.

Un team di ricercatori ha scoperto che un microorganismo monocellulare trovato nelle zanzare, che hanno chiamato Microsporidia MB, ha la straordinaria capacità di fermare la trasmissione del Plasmodium falciparum, il protozoo parassitario che causa la maggior parte dei casi di malaria.

Un’altra cosa davvero interessante è che non sembra ferire la zanzara, il che significa che ne possiamo aumentare la prevalenza nelle popolazioni di zanzare locali, fermando la malaria senza dover rovinare il resto dell’ecosistema.

L’idea che un microorganismo presente sulle zanzare possa bloccare la trasmissione di una malattia non è nuova. La Wolbachia, un genere di batteri che si presenta naturalmente nelle popolazioni di zanzare, ha mostrato un potenziale incredibile per spazzare via la Dengue e altre infezioni trasmesse dalle zanzare.

Questa ricerca è attualmente nelle sue fasi iniziali, ma il team ha scoperto che quando hanno analizzato le zanzare prelevate da studi sul campo in Kenya, quelli con Microsporidia MB non avevano il parassita della malaria. Anche se le zanzare vengono in contatto con sangue infetto, quelle che contengono Microsporidia MB hanno ridotto i livelli di infezione e non sono stati rilevati segni delle spore del parassita della malaria.

Poiché Microsporidia MB viene trasmessa lungo la linea materna, una volta inserita nella popolazione delle zanzare dovrebbe rimanervi. Il team ha scoperto che in alcune aree, sottoposte a questo genere di test, già il 9% della popolazione di zanzare conteneva il microbo che distrugge la malaria.

Il team spera che con ulteriori ricerche possiamo scoprire se è possibile aumentare la quantità di Microsporidia MB nella popolazione di zanzare, con l’obiettivo finale di ridurre i tassi di malaria.

 

 

 

 

Aree Tematiche
Medicina News Scienze
Tag
martedì 5 maggio 2020 - 11:52
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd