Luna dei fiori: superluna di maggio quando e come osservarla

2
116
5 Maggio 2020

luna dei fiori

Ancora superluna, sarà luna dei fiori e questa volta lo spettacolo sarà accompagnato anche da stelle cadenti: l’appuntamento è fissato per il prossimo 7 maggio.

Maggio ci regala ancora una superluna e questo sarà l’ultima tra quelle che hanno caratterizzato questi primi mesi del 2020. Questa superluna è anche chiamata luna dei fiori come veniva chiamata dai nativi americani per indicare l’abbondanza dei fiori del mese di maggio. Non solo luna piena ma anche stelle cadenti la notte del 7 maggio da vivere appieno fino al mattino.

Questo è il quarto fenomeno di quest’anno e l’ultimo.

 

Il 7 maggio, alle nostre 12:45, sarà Luna Piena e il nostro satellite naturale sarà a 361.184 km di distanza dalla Terra, contro una media di 384.400 km.

 

Il termine supermoon superluna è stato utilizzato per la prima volta dall’astrologo Richard Nolle nel 1979 e si riferisce a una luna nuova o piena che si verifica entro il 90% del perigeo, e cioè quando si trova più vicino alla Terra.

In base a questa definizione in un anno possono esserci tre o quattro superlune di fila e tre o quattro superlune nuove di fila: le quattro lune piene da febbraio a maggio di quest’anno hanno raggiunto proprio questa soglia del 90%.

Il nome Luna dei Fiori è il nome dato dai nativi americani per la luna piena di maggio e la seconda luna piena di primavera legata proprio ai fiori che sbocciano in questo periodo dell’anno.  Non solo fiori ma anche conosciuta come Luna della semina del mais Corn Planting Moon e di Luna del LatteMilk Milk, poiché il latte degli animali in questo periodo risulta più buono e ricco di nutrienti.

Negli anni ’30 fu pubblicato un almanacco che raccoglieva per la prima volta questi nomi.

Non solo tradizioni indiane ma anche di tradizioni religiose all’altro capo del mondo come la chiamano in Asia la Vesak commemora la nascita, l’illuminazione e la morte di Gautama Buddha.  Insomma la Luna Piena è legata alla tradizione ma anche affascina sempre.

 

Anche questa volta i nottambuli possono godersi lo spettacolo fino al mattino con gran finale di stelle cadenti.

 

Non solo luna piena apparentemente più grande ma anche stelle cadenti che nonostante la luminosità della luna piena saranno osservabili. Sono le stelle cadenti prodotte dallo sciame delle Eta Aquaridi generato dai residui della cometa di Halley.

Solitamente sono difficili da osservare alle nostre latitudini ma quest’anno le condizioni saranno favorevoli e si vedranno salire sopra l’orizzonte quando la Luna volgerà al tramonto verso le 2 del mattino.

 

Per saperne di più sugli eventi nel cielo di maggio:

 

 

Aree Tematiche
Astronomia News Scienze
Tag
martedì 5 maggio 2020 - 14:20
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd