Libra, la criptovaluta di Facebook è naufragata una volta per tutte?

3 anni fa

Facebook alla fine potrebbe non emettere mai una criptovaluta vera e propria. Il progetto Libra è stato ridimensionato in maniera importate, nella speranza che questo possa scongiurare l’alzata di scudi dei governi.

È passato un bel po’ di tempo da quando Facebook, a giugno del 2019, aveva annunciato al mondo l’intenzione di emettere una valuta digitale chiamata Libra. All’epoca i legislatori di pressoché ogni parte del mondo avevano immediatamente manifestato la loro ostilità all’idea che un privato potesse mettersi in competizione con le banche centrali (anche se ovviamente il progetto di Facebook era piuttosto diverso), e l’iniziativa del social aveva perso buona parte dei suoi partner.

Quasi un anno dopo della (cripto?)valuta di Facebook non se ne vede traccia, e il progetto sembra in una stasi apparentemente senza prospettive di recupero. In realtà l’azienda sta ancora lavorando ad una piattaforma per i pagamenti, ma sarà concettualmente molto diversa da una vera valuta.

Non si parla più di Libra, ma di Libra 2.0. Un progetto decisamente meno ambizioso di quello annunciato nel 2019.

Libra dovrebbe quindi diventare un nuovo sistema di pagamento, uno con l’ambizione di aiutare le persone a vendere e comprare prodotti e servizi usando diversi tipi di token, tutti saldamente legati ad una valuta locale. L’idea è che Libra dovrebbe essere percepita in questo modo come un qualcosa di più simile a PayPal o Satispay, e non come un concorrente di Euro o dollari. Insomma, la valuta digitale Libra sarebbe equiparabile ai dollari/euro digitali che abbiamo nel nostro account su Paypal.

I suspect this round will be better received, but that depends on how the story is told, and the accuracy with which it is told

ha spiegato al NY Times Dante Disparte,  vice chairman e  head of public policy della Libra Association.

 

Il lancio di Libra e l’ostilità della politica: 

 

 

Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Meta: l'UE condanna Facebook a pagare 265 milioni di euro. È la seconda multa in meno di tre mesi
Interpol, maxi-operazione contro la criminalità informatica: sequestrati 130 milioni di dollari
Interpol, maxi-operazione contro la criminalità informatica: sequestrati 130 milioni di dollari
Apple vuole produrre un film sul crollo di FTX e sulla storia di SBF, il magnate delle crypto accusato di frode
Apple vuole produrre un film sul crollo di FTX e sulla storia di SBF, il magnate delle crypto accusato di frode
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Facebook ha lavorato con alcune onlus ad una campagna per proteggere i minorenni da revenge pron e molestie online
Crypto.com, errore clamoroso: 400 milioni di dollari inviati ad un indirizzo sbagliato
Crypto.com, errore clamoroso: 400 milioni di dollari inviati ad un indirizzo sbagliato
Il crollo dell'exchange FTX trascina con sé l'intero mercato: "le peggiori 48 ore della storia delle criptovalute"
Il crollo dell'exchange FTX trascina con sé l'intero mercato: "le peggiori 48 ore della storia delle criptovalute"
Il fondatore di Oculus boccia il metaverso di Horizon Worlds: "è un brutto prodotto e non è divertente"
Il fondatore di Oculus boccia il metaverso di Horizon Worlds: "è un brutto prodotto e non è divertente"

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.