Elettronica solidale: la cooperativa Reware rigenera computer per studenti

15 Aprile 2020

Elettronica solidale: la cooperativa sociale Reware mette a disposizione gratuitamente computer rigenerati per garantire il diritto allo studio nelle famiglie in grave difficoltà economica.

Con l’iniziativa Elettronica solidale, la cooperativa Reware mette a disposizione le sue competenze per tentare di colmare l’insopportabile divario tra gli strumenti necessari per la didattica a distanza e le forniture elettroniche realmente presenti nelle case degli italiani che sta escludendo dal diritto alla formazione molti giovani.

Reware, con cui Legambiente collabora, è una piccola impresa sociale che si occupa di rigenerare i computer dismessi dalle grandi aziende per rivenderli, prevenire la produzione di rifiuti elettronici e fornire tecnologie economiche a tutti.

In questo periodo di emergenza si offre per raccogliere pc e tablet dalle imprese e donarli alle scuole per gli studenti che ne sono sprovvisti.

 

Come funziona l’elettronica solidale

I criteri di assegnazione dei computer alle scuole sono tre: solo scuole pubbliche di ogni ordine e grado; massimo 10 computer a scuola; assegnazione dei computer in base all’ordine di adesione alla all’iniziativa.

Le scuole interessate devono scrivere dalla loro PEC ufficiale alla PEC reware@legalmail.it per entrare nella lista dei potenziali beneficiari.

Le aziende interessate a donare i computer devono scrivere a dismetti@re-are.it inviando un inventario, anche molto semplificato, del materiale che intendono dismettere.

La Cooperativa Reware si occuperà sia del ritiro che delle consegne tramite corriere.

 

 

Aree Tematiche
Attualità Hardware News Real Life Tecnologie
Tag
mercoledì 15 Aprile 2020 - 9:20
Edit
LN Panic Mode - Premi "P" per tornare a Lega Nerd