Bannatyne Manuscript: la prima “F-Bomb” di cui abbiamo notizia

3 anni fa

Il Bannatyne Manuscript è una raccolta antologica che contiene testi ascrivibili tra il XV e XVI secolo. Una pietra miliare della letteratura scozzese, e curiosamente pure il primo testo ad includere la parola “fucking” di cui abbiamo notizia.

Il Bannatyne Manuscript prende il nome dal mercante di Edimburgo che lo ha compilato nel 1568 per vincere la noia dell’isolamento. Bannatyne era costretto a casa per colpa della peste che aveva invaso in quel periodo la sua città.

Se ne parla in questi giorni perché è stato menzionato nel documentario “Scotland—Contains Strong Language“, una produzione BBC interamente dedicata all’inclinazione degli scozzesi verso volgarità e profanità.

Il Bannatyne Manuscript, spiega una ricercatrice della Biblioteca di Scozzia, è stato a lungo noto come una delle antologie con il più alto numero di espressioni volgari di epoca basso-medievale.

L’antologia include otre 400 testi, tra favole, ballate, opere satiriche e saggi di filosofia, morale, o di carattere religioso. La più incresciosa è l’ultima sezione, quella dove compaiono le poesie di William Dunbar e Walter Kennedy. Ed è proprio in The Flyting of Dumbar and Kennedie —una sorta di Battle Rap ante litteram dove i due poeti si scannano a colpi di insulti— che troviamo la prima “F-Bomb” di cui abbiamo notizia nella storia della letteratura anglofona.

 

Potrebbe interessarti:

 

 

"Solo il 9% dei manoscritti di epoca medievale sono sopravvissuti ai giorni nostri", dice uno studio
"Solo il 9% dei manoscritti di epoca medievale sono sopravvissuti ai giorni nostri", dice uno studio
La coscienza di Arthur: e se Joker fosse un inetto?
La coscienza di Arthur: e se Joker fosse un inetto?
Il Neo-Noir
Il Neo-Noir
I libri Millelire ora disponibili in free download
I libri Millelire ora disponibili in free download
I vincitori del Premio Nobel 2015
I vincitori del Premio Nobel 2015
Il Giovane Favoloso
Il Giovane Favoloso
Star Wars tra scienza e mito [3/4]
Star Wars tra scienza e mito [3/4]

Benvenuto

Continua in modo "Gratuito" Accetta i cookies per continuare a navigare con le pubblicità Informazioni su pubblicità e cookies nella nostra Informativa sulla Privacy
oppure, attiva un Abbonamento l'abbonamento ti permette di navigare senza tracciamenti Hai già un abbonamento? Accedi al tuo profilo

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Quisque tincidunt est est, in vulputate nisi eleifend eu. Pellentesque at auctor mauris, sed vestibulum tortor. Sed ac lectus hendrerit, congue dui quis, rhoncus purus. Morbi vel ultrices ex. Vestibulum nec venenatis magna. Duis quis egestas lorem. Vivamus imperdiet purus sit amet convallis interdum. Vivamus orci erat, porttitor at aliquam et, ultrices ac sapien. Interdum et malesuada fames ac ante ipsum primis in faucibus. Cras orci mi, maximus sed suscipit ut, hendrerit ut augue. Duis enim augue, gravida et nisi nec, auctor pellentesque neque. Donec sollicitudin a dui non placerat. Integer eu scelerisque leo. Nulla facilisi. Aliquam in aliquam mauris. Suspendisse potenti. Donec efficitur leo id nunc imperdiet, ut pretium velit interdum. Aliquam eu sem et nisi pretium consequat. Ut at facilisis ex, in sollicitudin justo. Nunc maximus vulputate ipsum, non pharetra turpis luctus in. Suspendisse potenti. Nunc mattis est elit, nec varius risus blandit vestibulum. Proin id diam ac lacus dignissim finibus.